Autore: Stefano D'Andrea

0

Trump: i falchi e le colombe

Prima che Trump dichiarasse di attendersi dalla Russia “la restituzione della Crimea”, era stato pubblicato questo informato e disincantato articolo, destinato a raffreddare le aspettative anche dei tifosi trumpiani più ingenui, per quanto riguarda la distensione dei rapporti tra Russia e Stati Uniti. Da parte mia ho una viscerale sfiducia e un pregiudiziale disprezzo verso tutti gli uomini politici che sono uomini di spettacolo. E Trump è un uomo di spettacolo, come Berlusconi, Renzi, Grillo e...

0

Governi di minoranza per iniziare a tornare indietro

di STEFANO D’ANDREA La seconda repubblica per fortuna è finita. Siamo in un limbo, non è facile prevedere cosa accadrà nel breve termine ed è difficilissimo prevedere cosa accadrà nel medio termine. Ma è certo che la seconda repubblica è finita. Tutti i discorsi sulla lista unica PD-Forza Italia o i deliri pentastellati sull’obiettivo del 40% sono soltanto ingenui e fantasiosi corollari di un principio estraneo alla Costituzione scritta, forzatamente immesso nell’ordinamento dai rivoluzionari europeisti...

0

Inflazione: la propaganda liberale e l’inflazione in Svezia negli anni 1956-1980

La serie storica dell’inflazione su base annua in Svezia, negli anni 1956-1980 (i dati si trovano qua), è la seguente 1956: 4,97%                  1957: 4,32%                1958, 4,40%                 1959: 0,81%               1960: 4,14% 1961:  2,16%                  1962:  4, 76%        ...

1

I negoziati di Astana

Le notizie sui negoziati di Astana consentono di svolgere qualche riflessione. Il dato più rilevante è l’assenza delle Unità di protezione del popolo curde. Nessuno dei partecipanti le ha volute. Non Assad, perché il governo è contrario ad un assetto federale, non la Turchia, perché esse sono il principale nemico della Turchia e non l’Iran. La Russia ha dovuto quindi accettare l’esclusione. Ne deriva che il 18% del territorio di quella che fu la Siria,...

0

Fulvio Scaglione: tra le macerie di Aleppo. Le verità della guerra in Siria

Aggirarsi per i quartieri distrutti di Aleppo Est, come ha fatto per diversi giorni il sottoscritto, può essere un’utile lezione. Umana, naturalmente. E professionale. Le testimonianze di coloro che hanno vissuto per quattro anni nei quartieri occupati da ribelli e jihadisti di Al Nusra, unite all’osservazione di quello che è stato il campo di battaglia e che è tuttora il bersaglio di missili e sparatorie, raccontano una storia molto chiara, che resterà una delle grandi...

5

I liberali e il liberalismo

di STEFANO D’ANDREA In Italia c’è una certa tendenza, dalla quale talvolta mi sono lasciato catturare anche io, ad attribuire al termine “liberale” significati non attestati o diffusi altrove: liberalismo come “concezione dell’uomo”, che farei risalire a Croce, secondo il quale il liberale era libero anche in prigione (ma Gramsci c’era in prigione e lui era antifascista a piede libero); liberalismo come concezione politica compatbile con il socialismo. Alludo al liberale che è (si dichiara)...

0

Protezionismo? Ancora e sempre avanguardia

i. Per primi abbiamo portato sulla rete e trattato in modo organico il tema del contrasto tra Costituzione e Trattati europei (qua si trova il video della relazione svolta a Chianciano il 22 ottobre 2011; qua il testo ritoccato), poi divugato da studiosi e da amici, oltre che da noi, e fatto proprio da centinaia di migliaia di concittadini Per primi abbiamo utilizzato, anzi abbiamo inventato, i neologismi “sovranismo” e “sovranista”, termini che si sono imposti nonostante...

0

Pitruzzella? Non è altro che un ripetitore delle bestialità deliberate dall’Unione europea per conto della NATO

Risoluzione del Parlamento europeo del 23 novembre 2016 sulla comunicazione strategica dell’UE per contrastare la propaganda nei suoi confronti da parte di terzi (2016/2030(INI)) ll Parlamento europeo, – vista la sua risoluzione del 2 aprile 2009 su coscienza europea e totalitarismo(1) , – vista la dichiarazione del vertice di Strasburgo/Kehl, adottata dalla NATO il 4 aprile 2009, in occasione del 60° anniversario della NATO, – vista la sua risoluzione dell’11 dicembre 2012 su “Una strategia...

0

Auguri dal Fronte Sovranista Italiano

Che  si rafforzi, si consolidi e si diffonda  la coscienza nazionale, risorta da un lungo letargo soltanto qualche anno fa. Che  si rafforzi, si consolidi e si diffonda la consapevolezza che la casa comune è quella progettata nella Costituzione del 1948. Che  si rafforzi, si consolidi e si diffonda la consapevolezza che la costruzione della casa comune implica l’esistenza di partiti popolari profondamente radicati, fondati sulla disciplina, sulla serietà e sulla pazienza. Che un numero crescente di...

0

Normalità del terrorismo e ipocrisia della “guerra al terrorismo”

di STEFANO D’ANDREA In questi giorni, stampa e TV hanno informato l’umanità intera, anche mostrando immagini e foto,  sulla terribile vendetta dello Stato Islamico contro due soldati turchi, che sono stati arsi vivi. Giustamente, ovviamente, naturalmente, ogni spettatore e lettore ha provato un sentimento di disprezzo e anche di odio verso lo Stato Islamico. L’onestà vorrebbe tuttavia, che stampa e TV informassero anche su analoghi crimini, peggiori per quantità di vittime innocenti, e simili per...

0

Al Bab alla Turchia in cambio di Aleppo?

Aleppo (AsiaNews) – Mentre le campane della cattedrale armena della madre di Dio ad Aleppo suonavano per la prima volta in cinque anni a festa e dall’altare si innalzavano preghiere di ringraziamento per la ritrovata pace dopo la partenza dell’ultimo convoglio di jihadisti dal settore orientale, l’aviazione turca bombardava la città di Al Bab. Nei raid sono morti 29 civili, fra i quali otto bambini. L’Osservatorio siriano dei diritti umani, ong con base a Londra...

0

I sensi delle due libertà

di STEFANO D’ANDREA Cari soci,  simpatizzanti e curiosi del Fronte Sovranista Italiano, prendo spunto da alcune discussioni nelle quali sono incappato, su pagine facebook e in chat, per illustrare alcuni principi statutari, a mio avviso fecondi di insegnamenti. Noi abbiamo principi politici immodificabili, che sono fissati nell’Atto Costituivo e nel Documento di Analisi e Proposte. Essi ci vincolano integralmente per ora e per sempre. Abbiamo poi principi programmatici, espressi in ben 11 documenti ufficiali, i...