Categoria: Per non piangere

3

La Guerra Russo-europea Anno III

Francoforte, 10 marzo 2017 Il conflitto russo-europeo pare essere in una fase di stallo, dopo le avanzate dei giorni scorsi da parte delle truppe di Putin. I confini decisi nell'agosto del 2014 sono tuttora piantonati da contractors europei con le loro giubbe blu e le mostrine con le stellette dorate.  Il ricordo dei referendum vinti dal voto a favore dell'annessione alla Russia di buona parte dell'Ucraina orientale è ormai lontano ma non lo è lo...

0

Syscherza

La storia procede a grandi falcate e l'impresa titanica che salverà le genti europee dal regime totalitario cui soggiacciono, la Nuova Anabasi, si approssima. Il condottiero è già stato scelto, greco di nuovo, e gli opliti si stanno radunando e armando. La terra trema sotto la loro marcia. Sono grandi maestri nell'arte della tattica militare, padroneggiano l'irresistibile tecnica bellica d'ingaggio nota come “sbattere i pugni sul tavolo”. Ora, diversamente che in passato, i nostri volgeranno...

1

Una giornata ordinaria in un paese in ripresa

Come ogni mattina, puntuale alle 5.40 suona la sveglia e mi appresto a cominciare la giornata, aprire il locale, preparare le colazioni per i clienti. Mentre sono in bagno a sbrigare le "faccende personali" del risveglio accendo la radio in streaming e sfoglio alcuni articoli da vari blog e trovo questa immagine e la collego ai discorsoni che sentiamo in questi giorni che parlano di crisi finita, paese in ripresa, occupazione in aumento e soprattutto...

18

Noio vulevòn savuàr

Mi sveglio al suono del timer e faccio colazione con uova e bacon accompagnate da spremuta d'arancia mi preparo esco di casa per arrivare in università è un rush forsennato devo utilizzare l'internet point della facoltà per conoscere l'orario di quel seminario che dovrò seguire nel pomeriggio e che si chiama tipo “Law e qualcosa…” spero che la pagina web lo riporti altrimenti sarò costretto a chiedere presso altri uffici del campus quindi accedo alla...

3

Medusa, l’asino e il maiale

Qualche giorno fa ascoltavo la radio, una stazione per chissà quale allucinazione collettiva creduta di estrema sinistra, e all'improvviso è iniziato uno spot che mi ha fatto trasalire. Non ho spento solo perché immobile come le vittime pietrificate della Medusa. Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo, prima si scioglieva in una ridondante filippica sull'importanza della libertà di stampa (sic!) e sulla pericolosità dei movimenti di scontento popolare che ormai esistono numerosi in Europa, quindi spingeva...

2

IL GOVERNO LETTA A.K.A. AGENDA MONTI

"Un autore satirico ha un'opinione molto scettica e pessimistica della natura umana, ma ha comunque l'ottimismo per buttarla in ridere per quanto lo faccia a volte in modo brutale" – Stanley Kubrick   Ricordo ancora il giorno dell'insediamento, il giorno dello sparatore con tutte le teorie del complotto annesse ma non sono qua per parlare di ciò che avvenne.  Il Governo Letta o Agenda Monti (lo ricordate Monti Mario da Bruxelles? se non lo ricordate...

0

Le aporie del radical-chicchismo

Io, da piccolo, insomma adolescente, volevo diventare un radical chic. Appena ho potuto mi sono fatto crescere quel po’ di barbetta che fa tanto impegnato e trascurato, una semiotica del “non giudicatemi da come sono ma da chi sono, dall’essenza, non dall’apparenza, razza di ottusi superficiali!”. Poi, non sapendo più come poter progredire, mi sono risolto a prendere consulto da un vero e proprio maestro in materia, un vero radical chic con tanto di collaborazioni...

0

Enrico, o l’ottimismo

La prima definizione che lo Zingarelli fornisce dell'aggettivo “assurdo” recita: “che è contrario alla ragione, al senso comune, all'evidenza”. Poi, “correntemente, ciò che contrasta con la ragione e con la logica”. La notizia è quella secondo la quale, nelle parole del premier Candido ovvero l'ottimista, “la ripresa non si vede e non si tocca ma è a portata di mano”. Si intuisce immediatamente come ben possa essere definita una statuizione assurda, poiché contraria in primo...

1

Le palle d’acciaio

Io, quando ero piccolo mi ero convinto che a me piaceva Rocky Balboa. Più che Rocky a me piaceva Stallone, quando faceva John Rambo, in particolare quando si cuciva ago e filo una ferita assai profonda del braccio. Mi ricordo che, una volta, sarà stata la centesima volta che io lo vedevo, il film, un amico più grande di me, il Riccetto, per il quale nutrivo una qualche forma di spontanea reverenza, mi fissò agli...

0

potenza dell’informazione

Assegnato un nuovo prestigioso incarico a Milena Gabanelli, la popolare conduttrice di Report Con l'appellativo di " Herr Doktor " guiderà il Ministero della Propaganda dell'Unione Europea   #Goebbelsnesarebbeorgoglioso