Categoria: Rassegna Stampa

0

Pronto il varo della “Trieste”: la nave più grande della flotta italiana

di INSIDEOVER  (Lorenzo Vita) La Marina militare italiana aggiunge un altro fondamentale elemento alla propria flotta. Oggi, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, del capo di Stato maggiore della Difesa Enzo Vecciarelli e di quello della Marina, Valter Girardelli, sarà celebrato il varo di nave Trieste, la nave più grande della flotta italiana. La cerimonia, che si terrà negli stabilimenti Fincantieri di Castellammare di Stabia, Sancirà l’ingresso nella...

0

Non solo Mercatone Uno, siamo nelle mani di conducator irresponsabili. Parla Cazzola

di FORMICHE (Giancarlo Salemi) “Venire a scoprire di essere licenziati navigando sui social è un atto degno della barbarie dei tempi in cui viviamo”. Intervista di Formiche.net a Giuliano Cazzola, tra i più ascoltati giuslavoristi italiani. “Venire a scoprire di essere licenziati navigando sui social è un atto degno della barbarie dei tempi in cui viviamo” spiega in quest’intervista con Formiche.net Giuliano Cazzola, tra i più ascoltati giuslavoristi italiani, ha ricoperto importanti incarichi sindacali di categoria e...

0

La guerra tecnologica tra Usa e Cina passa per le terre rare della Mongolia Interna

di LIMESONLINE.COM (Giorgio Cuscito) La regione autonoma rappresenta oltre la metà della frontiera tra il nucleo geopolitico della Cina e le minacce provenienti da Nord. I suoi grandi giacimenti minerari possono essere un fattore nello scontro tra Pechino e Washington. Carta di Laura Canali Il Bollettino Imperiale è l’osservatorio settimanale di Limes dedicato all’analisi geopolitica della Cina e alle nuove vie della seta. Grazie al sostegno di TELT. Puoi seguirci su Facebook e Twitter. Questa...

0

Bandolo di matassa

di PIERLUIGI FAGAN Pensierino sul voto per le elezioni europee. Il tema Europa oggi è una matassa di fili intrecciati che vanno dal neo-liberismo al sovranismo, dal cosmopolitismo al nazionalismo, dai migranti alla geopolitica, le destre, le sinistre, i non ci sono più né-le-destre-né-le sinistre, le globalizzazioni, la moneta sovrana, il futuro federato, la lenta dissipazione demografica, la democrazia dei pochi o dei molti, la Cina e Trump, l’euro e la neuro, la paranoia ambientale...

0

Vitalità della riflessione marxiana e marxista sull’ideologia

di MARXISMO OGGI (Alessandra Ciattini) Premessa In un mondo, nel quale a detta di alcuni, stiamo assistendo al trionfo della cosiddetta post-verità, in cui siamo intrisi sino alle midolla di ideologie invisibili che si presentano come l’effettiva rappresentazione dei fatti, in cui il paese più potente del mondo legge la storia attuale e futura come il dispiegamento del “secolo americano”, in cui trova spazio l’estremismo islamico, in cui risorge il populismo neofascista e neonazista, non...

0

Legge elettorale per le europee: è fuori legge

di UGO BOGHETTA In un articolo precedente dal titolo: LA TRUFFA DELLE ELEZIONI EUROPEE davo notizia del cambiamento della legge elettorale per il Parlamento Europeo (PE). Infatti, mentre in precedenza i parlamentari venivano eletti come rappresentati degli stati presso il PE, da questa tornata invece si eleggono in quanto: “rappresentanti dei cittadini dell’Unione” (scheda Camera dei deputati). E’ come se fossimo un unico collegio elettorale unionista. Non è una questione formale ma un cambiamento di...

0

Turchia, Russia, Iran. La strana intesa che rimescola gli equilibri del Mediterraneo

di FORMICHE (Paolo Quercia) Il capolavoro di questa strana intesa trilaterale è stato il processo di pacificazione in Siria lanciato a Mosca dai ministri degli Esteri dei tre Paesi il giorno dopo l’assassinio dell’ambasciatore russo Karlov ad Ankara. L’analisi di Paolo Quercia Il processo di redistribuzione della potenza dall’occidente verso l’Asia che ha contrassegnato la seconda fase della globalizzazione ha un suo più piccolo equivalente regionale nel Mediterraneo orientale. Anche qui è in atto da...

0

La «via di mezzo» di Merkel e Macron per la nuova Europa

di DIARIO DEL WEB Un accordo di cooperazione sancito a gennaio con il Trattato di Aquisgrana, ma due idee di Europa sostanzialmente differenti, nonostante un nemico comune da combattere: il sovranismo. L’approccio di Francia e Germania alle elezioni europee del 26 maggio è lungo e datato di qualche mese. Risale al 22 gennaio 2019, giorno in cui Emmanuel Macron e Angela Merkel hanno sottoscritto un documento bilaterale ambizioso, con l’obiettivo di rafforzare il comune impegno...

0

Destra e sinistra sono finite? Una ricerca sul voto al Parlamento Europeo

Di PANDORA (Nicolò Fraccaroli e Anatole Cheysson)     Pubblichiamo volentieri questo articolo che descrive i risultati di una ricerca condotta da Nicolò Fraccaroli e Anatole Cheysson e segnalato anche da Sergio Fabbrini in un suo recente articolo su Il Sole 24 ORE. “Il tempo delle ideologie è finito”. Così esordiva Beppe Grillo sul suo blog, l’allora piattaforma web di riferimento del Movimento 5 Stelle, nel gennaio 2013, in un articolo intitolato Il M5S non è di destra...

0

‘Buy American’ … e Donald picchia duro su Huawei

di L’INDRO (Jeta Gamerro) ‘Buy American’ … e Donald picchia duro su HuaweiLe motivazioni e le conseguenze dell’ordine esecutivo di Trump anti-Huawei secondo l’analista Ross Feingold Il Presidente americano Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che apre la strada al divieto, rivolto alle società di tlc Usa, di acquistare i prodotti di Huawei, colosso delle infrastrutture telecom cinese, da tempo nel mirino dell’Amministrazione Usa. Trump ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale a causa...

0

Circa A. Gramsci, “Passato e presente. Grande ambizione e piccole ambizioni”

Di TEMPOFERTILE (Alessandro Visalli)   Nei Quaderni (6°, 1930-32, 97) c’è un piccolo e prezioso frammento nel quale Gramsci si chiede in modo fulmineo se “può esistere politica, cioè storia in atto, senza ambizione?” Questa domanda va alla radice delle cose, conservando una costante attualità. La parola “ambizione” è la prima su cui si sofferma, e il primo compito è scrostare il suo senso, in tempi nei quali come ora[1] il discredito della politica liberale ha...

0

Piaccia o no, il sovranismo sveglia l’Europa

di  ARIANNA EDITRICE (Marcello Veneziani)   I carri allegorici dell’eurocrazia sfilano uniti contro il pericolo nazional-sovranista e i suoi richiami mitologici veri e presunti. Napolitano, Prodi, Monti, Moscovici, il Collettivo Direttori dei Giornaloni all’unisono con l’Arco Euro-Costituzionale nostrano, si sono mobilitati contro il Pericolo Imminente, il sovranismo di casa e il sovranismo di fuori. L’allarme non è giustificato dalla minaccia di un golpe o di una rivoluzione armata – anche se i sovranisti vengono decorati...