Categoria: Rassegna Stampa

0

L’economia della Cina frena più dei dati ufficiali. Parola di Alberto Forchielli

di START MAGAZINE (Fernando Soto)   I dati congiunturali della Cina diramati oggi. I confronti. E l’analisi di Alberto Forchielli, manager, imprenditore e saggista. “I dati sulla crescita cinese sono fasulli. In realtà il Paese è in recessione”. Così commentava giorni fa alcuni dati congiunturali della Cina Alberto Forchielli, manager, imprenditore e saggista. Forchielli, dalla personalità poliedrica e frizzante anche sui social, non usa perifrasi quando parla di economia, anche cinese: un Paese che conosce a...

0

Perché la priorità assoluta degli industriali tedeschi è evitare una Hard Brexit

di VOCI DALLA GERMANIA (Redazione)   “L’accordo avrebbe declassato la Gran Bretagna allo stato di colonia commerciale dell’UE” scrive l’importante economista dell’Ifo Institute di Monaco Gabriel Felbermayr in riferimento al voto del Parlamento britannico sulla Brexit. Per questo motivo i colonizzatori, cioè gli industriali tedeschi, cominciano a preoccuparsi seriamente e a lanciare i loro accorati appelli in favore di un accordo con lo UK che tenga in considerazione l’enorme avanzo commerciale verso l’isola e i 750.000 posti...

0

L’anti-salvinismo è una copia dell’anti-berlusconismo. E come questo fallirà.

di THE VISION (Alice Oliveri)   Credo che ce lo ricordiamo più o meno tutti, tranne forse gli eremiti o i nati nel Ventunesimo Secolo che non hanno avuto la fortuna di assistere a questo spettacolo, il periodo in cui Silvio Berlusconi era una specie di generatore automatico di gag del Bagaglino, oltre che presidente del Consiglio. Era un momento storico in cui, se si faceva parte dell’opposizione, si aveva accesso a una vasta gamma...

0

Vecchi e nuovi repubblicani

di IL TASCABILE (Paolo Mossetti)   Gli Stati Uniti di Trump non sono una mutazione imprevista, ma il risultato di generazioni di cattiva politica. Paolo Mossetti è scrittore e vive a Napoli. Ha vissuto anche a Milano, Londra e New York, dove ha lavorato come cuoco. Ha collaborato o collabora con riviste come Through Europe, Vice, Rolling Stone Italia, Domus, Il Manifesto. Quando, nel 1955, il corpo del quattordicenne Emmett Till fu ritrovato in un...

0

Perché la lavatrice ci ha cambiato la vita più di internet

di LINKIESTA (Redazione)   ODD ANDERSEN / AFP Ha-Joon Chang ha una missione: distruggere i falsi miti economici del mondo in cui viviamo. Ci avevano raccontato che il libero mercato, la globalizzazione e la tecnologia ci avrebbero portato prosperità e progresso, e allora com’è che siamo sprofondati in una crisi che non dà segni di tregua? Chang ha 23 risposte a questa domanda. Prende ogni dogma della teoria economica neoliberista e lo rivolta come un...

0

Israele annuncia di aver colpito obiettivi iraniani in Siria

di SICUREZZA INTERNAZIONALE (Sofia Cecinini)   L’esercito israeliano ha reso noto di aver attaccato obiettivi militari iraniani in Siria, nel tentativo di interrompere una serie di offensive reciproche avvenute nel corso dei giorni passati. Secondo quanto riferito dagli ufficiali israeliani, gli ultimi raid aerei contro la Siria che, riferisce il New York Times, sono stati l’ondata più massiccia degli ultimi mesi, hanno costituito una risposta al lancio da parte delle forze iraniane di un missile dall’area...

0

L’ariete di Trump in Germania L’uomo che nessuno vuole vedere

di GLI OCCHI DELLA GUERRA (Lorenzo Vita) Gli Stati Uniti di Donald Trump non hanno mai nascosto la loro avversione nei confronti della Germania. Dai primi colloqui fra Angela Merkel e Trump è apparso subito chiaro che il presidente americano non abbia mai guardato con particolare affetto verso Berlino. La Germania è considerata la potenza economica e politica europea. E con il suo surplus commerciale, il suo tentativo di egemonizzare la politica dell’Unione europea e...

0

Gli investimenti cinesi, la nuova centralità del Mediterraneo e il ruolo dell’Italia

di TWAI (Alessandro Panaro, Olimpia Ferrara)   La presenza cinese nel Mar Mediterraneo è ormai diventata determinante per il futuro della regione. Le compagnie marittime e logistiche cinesi dominano le rotte che collegano la Cina all’Europa lungo la “Via della Seta Marittima del XXI secolo” – componente marittima della “Belt and Road Initiative” (BRI) – e continuano ad acquisire importanti terminali portuali strategici, come dimostrato dai casi di Valencia, Port Said, Vado Ligure, Ambarli, e...

0

Franco Cardini: «Il mondo appartiene a pochi. E lo scontro tra i pochi e i tanti, prima o poi, sarà inevitabile»

di LINKIESTA (Redazione) Secondo lo storico fiorentino, anche a causa di un’ignoranza di massa dilagante, il disequilibrio di ricchezza è ormai insopportabile. Colpa delle multinazionali, ormai le uniche detentrici del potere. All’orizzonte, se non cambia niente, solo nuove tragedie. L’unica speranza? Papa Francesco Schiacciati sulla cronaca – le news, i tweet, i post – ci siamo dimenticati la Storia. Le sue costanti, i suoi tornanti, l’essere noi episodio del suo portato. Franco Cardini – fiorentino,...

0

Yang Jisheng: Da “la sostanza cinese e il mezzo occidentale” a “la quinta modernizzazione”

di SINOSFERE (Redazione) Immagine: Chi riuscirà a vedere il mare, foto di Sharron Lovell Nel Terzo Plenum del Diciottesimo Comitato Centrale del PCC è stata adottata la risoluzione di approfondire in modo comprensivo le riforme.1) Tale risoluzione è la replica alle critiche che sono venute dalla società in questi anni, la risposta che affronta le attuali contraddizioni sociali. È una promessa nei confronti dei cittadini: ciò che troviamo, nel programma di riforme contenuto nella risoluzione,...

0

Augusto Graziani: L’Italia prima e dopo l’euro

di NUOVATLANTIDE (Gian Franco Ferraris)   L’Italia prima e dopo l’euro LA MONETA AL GOVERNO  Augusto Graziani   la rivista del manifesto, n. 30, luglio-agosto 2002  Allorché si prospettava l’adozione dell’euro come moneta unica, gli esperti concordavano nel prevedere per la nuova valuta il destino di una valuta forte. Nel loro insieme, i paesi ammessi a far parte dell’Unione monetaria (undici, in seguito divenuti dodici) formavano un mercato finanziario maggiore di quello statunitense; per di più,alcune...

0

“L’Australia non teme la Cina”

di LIMES (Giorgio Cuscito) Carta di Laura Canali  – 2018 BOLLETTINO IMPERIALE Conversazione con Robert (Bob) Carr, già ministro degli Esteri australiano, direttore dell’Istituto per le relazioni Australia-Cina (Acri) presso l’Università della Tecnologia di Sidney. LIMES Può spiegarci perché sono aumentate le tensioni tra Australia e Cina e quale è lo stato attuale delle relazioni tra i due paesi? CARR. Canberra ha assunto toni critici verso la Repubblica Popolare all’inizio del 2017, quando l’allora primo...