Categoria: Rassegna Stampa

0

Libia: Misurata in una perenne situazione di caos

di SICUREZZA INTERNAZIONALE (di Piera Laurenza) Il portavoce del comando generale dell’Esercito Nazionale Libico (LNA), Ahmed al-Mismari, ha annunciato che le proprie forze aeree hanno colpito 19 veicoli blindati di provenienza turca. Questi si trovavano nella zona industriale del centro di Misurata e sono stati individuati, a detta di al-Mismari, grazie alle informazioni fornite dall’intelligence. Nello specifico, i veicoli erano stati dapprima depositati su una nave civile turca, trasferita dalla Turchia al porto della Iron...

0

In Iran la protesta perde intensità. Pasdaran pronti a intervenire

di AGI.IT (di F. Greco e V. Viriglio ) Sono proseguiti, pur con meno violenza, gli scontri innescati dal caro benzina. Il numero delle vittime non è ancora chiaro. Nel frattempo spuntano rivelazioni sulla forte influenza di Teheran nella politica irachena La protesta degli iraniani contro l’aumento del prezzo della benzina e il suo razionamento è più fievole dei giorni scorsi, ma il malcontento resta: a pagarne il prezzo potrebbe essere il governo di Hassan Rohani, più debole...

0

Assad: «Donald Trump? E’ una sorta di direttore esecutivo di un’azienda chiamata America»

di DIARIO DEL WEB ROMA – «La presenza americana in Siria farà nascere una resistenza militare che porterà a perdite tra gli statunitensi e di conseguenza la loro uscita» dal Paese arabo devastato da un conflitto dal 2011. Lo ha detto il presidente siriano Bashar al Assad aggiungendo che «L’America non può credere di vivere tranquilla in qualsiasi zona che occupa. L’America è uno stato basato come sistema politico su bande e il presidente (Donald Trump)...

0

Christophe Guilluy, “La società non esiste. La fine della classe media occidentale”

Di TEMPO FERTILE (Alessandro Visalli)   Christophe Guilluy è un geografo francese che ha scritto questo più che opportuno libro nel 2018 poco prima che il movimento dei Gilet Gialli occupasse il centro di una scena che così abilmente descrive[1]. L’oggetto principale del suo sguardo è largamente riconosciuto[2] (se pur c’è qualcuno che ancora lo nega[3]): il declino dei ceti medi e la crescita di quello che chiama “il mondo della periferia”. È chiaro che questa descrizione è...

0

Lo studioso Vladimiro Giacché a TPI: “Il muro di Berlino? Un simbolo, la Germania Est è morta con la moneta unica”

di MARX XXI ( Madi Ferrucci ) Vladimiro Giacchè, classe 1963, è uno studioso italiano esperto della storia della Ddr, è attivo da oltre 25 anni nel settore finanziario ed è presidente del Centro Europa Ricerche che realizza report e analisi di mercato sull’economia italiana ed europea. Nel 2013 ha pubblicato il saggio “Anschluss. L’annessione. L’unificazione della Germania e il futuro dell’Europa”, un’importante ricostruzione su quello che accadde subito dopo la caduta del muro di...

0

Sul Mose guarda a giurisprudenza, non ai corrotti

Di MICIDIAL (Massimo Bordin)   Ho letto tutti o quasi i pezzi giornalistici sull’alluvione che ha colpito Venezia. L’occasione era ghiotta per fare un po’ di politica, lo sport nazionale del paese. In campo, con inedita maglia giallorossa, sono scesi in campo i giocatori della nazionale Piueuropiesta. A sfidarli, in camicia verde, gli indipendentisti veneti che, al grido del “fasso tuto mi” si sono subito riversati nella metà campo avversaria. Brugnaro ha centrato i pali...

0

In Iran infuria la protesta contro il caro benzina

di AGI.IT (di N. Bianchini e F. Greco) Ancora ignoto il numero delle vittime degli scontri, tra le quali c’è un poliziotto. Almeno un migliaio gli arresti. Banche e negozi incendiati e saccheggiati. Le autorità bloccano internet L’aumento del prezzo della benzina riempie le piazze della protesta in Iran dove le autorità, nel tentativo di soffocare la voce dei manifestanti, hanno bloccato Internet. Trapela poco dall’Iran sulle proteste in corso contro l’aumento del prezzo della benzina...

0

Hong Kong: polizia fa irruzione in un campus universitario

di SICUREZZA INTERNAZIONALE (Maria Grazia Rutigliano) La polizia di Hong Kong ha sfondato le barricate di un campus universitario per arrestare i manifestanti che vi si erano rifugiati, il 18 novembre, a seguito di una serie di scontri nell’area. La decisione di entrare nell’università è arrivata dopo l’evacuazione forzata dei manifestanti, a seguito di una raffica di gas lacrimogeni. Poco prima, la polizia aveva bloccato tutte le vie di fuga dall’area. Le squadre antisommossa hanno isolato il campus Politecnico...

0

Laburisti da soli al crash

di IL NORD QUOTIDIANO LONDRA – La speranza, o meglio il disperato tentativo di scongiurare una apocalisse elettorale, formando di una ”Alleanza progressista” di tutti i partiti di opposizione e anti-Brexit alle elezioni anticipate che si terranno nel Regno Unito il 12 dicembre prossimo e’ definitivamente tramontata. Lo si legge sul quotidiano ”The Guardian”,che riferisce del rifiuto opposto dal leader del Labour, Jeremy Corbyn, alla proposta avanzata dal Partito nazionale scozzese (Snp) di Nicola Sturgeon....

0

Vi spiego chi vuole spegnere l’Ilva (e l’industria italiana). Parla Sapelli

di FORMICHE ( Gianluca Zapponini ) L’economista a Formiche.net: non serve un intervento pubblico, questa Cdp non ha la giusta mission e poi vorrebbe dire mettere a rischio il risparmio postale degli italiani. I partiti dovrebbero dare vita a un gabinetto nazionale d’emergenza che individui una cordata con qualche azienda italiana dentro C’è un motivo che più di tutti deve spingere a non far spegnere l’ex Ilva di Taranto. Come la Germania nel 1945 distrutta...

0

Chemioterapia in crisi: 6 farmaci su 10 autorizzati senza prove di efficacia e sicurezza

di SALUTEUROPA  Due terzi dei farmaci antitumorali che hanno recentemente ricevuto l’autorizzazione per la messa in commercio da parte dell’Agenzia Europea del Farmaco (European Medicines Agency – EMA) non introducono nessun miglioramento rispetto ai chemioterapici già in commercio né in termini di incremento dell’aspettativa di vita né di miglioramento della qualità di vita. La ricerca, condotta dal King’s College e dalla London School of Economics, ha preso in esame i trattamenti oncologici approvati dall’Agenzia Europea...

0

Innovazione, parola (ab)usata dalla politica. Isolata nella realtà

de IL VELO DI MAYA (Paolo Gila) In campo politico e mediatico – lo sperimentiamo ogni giorno – c’è un grande utilizzo, quasi un abuso, della parola “innovazione”. Come se questa fosse una entità separabile dal contesto delle relazioni reali. Innovare richiede la capacità di connettere le idee tra loro e queste con la realtà, sia essa naturale come l’ambiente, sia essa artificiale come ad esempio il capannone industriale. A rigor di logica si dovrebbe...