Categoria: Rivista

0

Oltre il marketing della politica

SE IL NEMICO VESTE I PANNI DELL’AMICO Il problema di Teresa Bellanova non è il titolo di studio. Non è, ovviamente, neanche il suo aspetto. Il problema è che si tratta di una sindacalista, l’ennesima, che ha lavorato violentemente contro coloro che avrebbe dovuto proteggere: i lavoratori. La Bellanova è stata un’accanita sostenitrice del Jobs Act e dell’abolizione dell’Articolo 18. Cioè di uno dei cardini dello Statuto dei lavoratori. Sosteneva, addirittura, che «col Jobs act...

4

Ideologia e funzione del fantasma in “Solaris”

di JACOPO D’ALESSIO (FSI Verbania) Sostiene Slavoj Zizek (1) che in Solaris (1972), di Andrej Tarkovskij, si oggettivi la mitologia più infima del genere maschile, per cui la donna non costituirebbe mai un’entità autonoma e a sé stante quanto piuttosto il frutto di una fantasia degli uomini.   1. La tesi femminista: l’inconscio come causa scatenante dell’intreccio Kris Kelvin (Donatas Banionis) è lo psicologo che si trova a bordo di una stazione spaziale russa dove...

0

Stiamo già combattendo, ci libereremo

di MARTINA CARLETTI (FSI Perugia) Molti dei gruppi sovranisti che si agitano attorno ai temi dell’ UE e della sovranità monetaria sono solo virtuali, non essendosi neppure costituiti ancora in partiti veri e propri, con struttura organizzativa ed iscritti sul territorio. Noi del FSI – Riconquistare l’ Italia esistiamo davvero, stiamo crescendo e siamo oramai presenti su tutto il territorio nazionale: siamo già sul campo di battaglia. Qui il video  

0

Non c’è tempo? Ci voleva tanto tempo già soltanto per capire e iniziare a darsi da fare

di STEFANO D’ANDREA (Presidente del FSI)   Ricordate quando alcuni sostenevano che non ci fosse tempo e altri, già otto anni fa, che la fine dell’euro fosse “imminente”? Ricordate quando alcuni si fidavano dei partiti esistenti, nati per altri fini, con ideologia molto diversa dalla nostra – parlo della ideologia dei sovranisti originari, democratica, socialista o sociale, risorgimentale, statalista, profondamente italiana – e con struttura post-democratica (dunque intrinsecamente antisovranisti), i quali, scoperto in rete il...

0

Il postmoderno italiano (parte I)

di GIAMPIERO MARANO (FSI Varese) L’opera postmoderna cita, assembla, riscrive. E pratica così un gioco assassino che ha l’obiettivo di liberarsi dell’ombra opprimente dell’autore, grumo di pensiero e resistenza critica inassimilabile dal globalismo in ascesa veemente quanto fluida. Come la dottrina tradizionale dell’arte, ma da una prospettiva esattamente rovesciata, anche il postmoderno mette in discussione la centralità dell’autore. È vero che, come sostiene Roland Barthes, l’inizio della scrittura coincide con l’ingresso dell’autore nella propria morte; ma questa morte interpretata dalla...

2

La riconquista dell’indipendenza

IL SOVRANISMO Il sovranismo nasce per l’esigenza di un popolo di (ri)conquistare la propria indipendenza da ingerenze straniere. Un popolo che vive in uno stato sovrano non ha bisogno di diventare sovranista. Sono ancora troppi coloro che non hanno compreso il vero significato di questo termine o che, pur comprendendolo, lo usano mistificandolo. FIORELLA SUSY FOGLI (FSI Ferrara) *** SOVRANISMO Che triste cosa leggere che il sovranismo venga accomunato nella maggioranza con il fascismo. Il...

0

La famiglia latitante

di CLAUDIA VERGELLA (FSI Roma) Tra le cause che stanno determinando la crisi della famiglia ricordiamo la rappresentazione sessantottina della famiglia come luogo di autoritarismo e la necessità del capitale di dissolverla in quanto di ostacolo alla piena mobilità del lavoro. Il risultato è una famiglia carente nella sua essenziale funzione educativa, minata dalla deleteria figura del genitore-amico e lacerata o sopraffatta da problemi di sopravvivenza. Il potere approfitta della famiglia latitante suggerendo l’opportunità di...

0

Il razzismo, utile orpello per il suprematismo economico

di MOHAMED NIANG (FSI Bergamo) Prima di darmi dello xenofobo ascoltate attentamente. Perché per tanti secoli è avvenuta quella tratta ignobile, chiamata commercio triangolare, con la quale milioni di africani sono stati deportati nelle Americhe, a lavorare come bestie? Perché erano convinti che gli africani erano inferiori o perché semplicemente erano coscienti che erano facilmente sfruttabili e serviva una giustificazione di tipo razziale, per poter esercitare al meglio quello che era un dominio prettamente economico?...

0

Una presa per i fondelli

di GIANLUCA BALDINI (FSI Pescara) L’Italia è uno dei paesi col più basso numero di parlamentari pro capite d’Europa. Quindi chi dice cha abbiamo troppi parlamentari prende per i fondelli gli elettori. Col taglio dei parlamentari voluto da Di Maio risparmieremmo quasi 14 centesimi di euro al mese a testa, che in un anno fanno 1,60 euro. Quindi chi dice che tagliando i parlamentari ci sarebbe un consistente risparmio di spesa pubblica prende di nuovo...

1

Ognuno nel suo piccolo…

di SAVERIO SQUILLACI (FSI Reggio Calabria)   È il mantra più distruttivo che il mondo globalizzato e l’ideologia liberale, tutta volta ad esaltare l’individuo, abbia creato. Un inganno degno dei più grandi geni della mistificazione della realtà utile a creare divisioni perfino sul tipo di colore che debbano avere le strisce pedonali in un paesino di mille abitanti! Vedo gente affannarsi nel firmare petizioni online o fare donazioni per risolvere problemi a migliaia di chilometri...

2

Governo Conte-bis: niente di nuovo sotto il sole

NON CAMBIERÀ QUASI NULLA QUINDI NON HA SENSO DISPERARSI Dal governo giallo-verde, che aveva tradito il promesso cambiamento, ma che era stato comunque un po’ meno di destra dei governi Renzi e Gentiloni, torneremo al liberalismo estremista del PD? Oppure il M5S riuscirà ad imporre al PD quel minimo di socialità che ha imposto alla Lega? Per quanto mi riguarda, il dubbio sulla differenza tra il governo giallo-verde e il nuovo governo giallo-nero sta tutto...

0

Le prossime elezioni politiche

Alle prossime elezioni politiche, tra 3-4 anni, si candideranno due partiti al posto del M5S (uno eventualmente manterrà il nome), due al posto del PD (uno eventualmente manterrà il nome) e due al posto della lega (uno eventualmente manterrà il nome). Ci sarà anche un nuovo, non insignificante, partito centrista al posto o al fianco di Forza Italia. Infine, soprattutto, si candiderà una lista che esprimerà il fronte dei veri sovranisti. (scritto il 20 agosto)...