Categoria: Editoriale quotidiano

0

La nostra missione, riconquistare l’Italia

di GIANLUCA BALDINI (FSI Pescara) Mio padre è nato nel bel mezzo della guerra in una frazioncina di un paese dell’entroterra teramano. Partendo da un contesto di miseria assoluta è riuscito dapprima a emanciparsi dalla sua condizione sociale ed economica lavorando e studiando e poi a entrare nel corpo elicotteristi della Guardia di Finanza. Questo lavoro gli ha consentito di metter su famiglia, acquistare una casa e allevare due figli senza far mancare nulla in...

0

Centralismo e autonomia versus federalismo

di STEFANO D’ANDREA   L’Italia ha bisogno di centralismo legislativo in pressoché tutte le materie, di decentramento amministrativo statale in moltissime materie e di autonomia amministrativa regionale e comunale in alcune materie. Al livello finanziario i trasferimenti a favore delle aree più deboli devono essere continui e più che compensare, sia pure di poco ogni anno (il recupero non può che essere lento, ossia procedere nella prospettiva dei decenni) i “trasferimenti” che avvengono per ragioni...

0

Il progresso

di SAVERIO SQUILLACI (FSI Reggio Calabria)   Non riesco a spiegarmi quale sia il motivo per cui abbiamo attribuito alla parola “progresso” una semantica che sconfina nell’idea di una furia iconoclasta verso tutto ciò che si ricollega al passato, alla tradizione o ai valori, quando la utilizziamo in senso assoluto e quanto invece la consideriamo diversamente quando si comporta da semplice sostantivo o complemento. Se parliamo del “progresso”, non sottintendiamo un semplice superamento di ciò...

0

La quattro libertà che ci sono costate la libertà

di GIANLUCA BALDINI (FSI Pescara) Se apri le frontiere dei capitali ai paesi in cui non si pagano le tasse, le frontiere delle persone e dei servizi ai paesi in cui non si paga il lavoro, le frontiere delle merci ai paesi in cui le normative ambientali e sulla sicurezza sono ferme all’Ottocento, poi devi competere eliminando le tasse (cioè smantellando lo stato sociale), riducendo il costo del lavoro (cioè smantellando i diritti dei lavoratori)...

0

Siamo antipatici perché siamo umili

di FEDERICO MONEGAGLIA (FSI Trento)   Da quando il FSI ha cominciato il suo cammino (prima come ARS, poi come FSI), siamo sempre stati antipatici a molti. Stiamo antipatici ai guru no-euro perchè toglievamo loro visibilità: essi avrebbero voluto che noi diventassimo loro fan, che non sposassimo l’idea di combattere una lunga lotta di liberazione ma che elevassimo invece loro a idoli. Oggi sono tutti entrati in un partito cripto-secessionista, europeista e che ha come...

0

L’Unione Europea è fascista

di JACOPO D’ALESSIO (FSI Verbania)   L’Unione Europea e’ un sistema nel quale il capo di stato democraticamente eletto dal suo popolo viene costantemente messo sotto ricatto dai mercati. In altre parole, le decisioni economiche di qualsiasi governo dell’unione devono piacere, prima di tutto, non ai cittadini elettori, ma al mercato che si esprime attraverso lo SPREAD, e da una Commissione sovranazionale che, insieme ad una banca centrale privata e indipendente dalle decisioni dei governi...

0

“Ce lo chiede l’Europa” (ancora una volta)

di CHRISTIAN DI MARCO (FSI Chieti)   Mentre alcuni sono impegnati a “cambiarla dall’interno”, l’Ue costringe la Grecia ad approvare il provvedimento sul pignoramento della prima casa utile a sbloccare circa 1 miliardo di euro necessario alle casse pubbliche. Dopo aver imposto loro la costituzione economica tedesca, aver portato la dracma nell’euro rivalutandola artificialmente, eliminato il rischio di cambio per i creditori, incentivato l’indebitamento privato, adesso è arrivato il momento di pagare e i greci...

1

Non ci resta che… tagliare e privatizzare

di FIORENZO ALESSIO SESIA (FSI Torino) In un articolo su un quotidiano di Torino del 3 Aprile si parla del drastico taglio sulle manutenzioni nel capoluogo piemontese (da 72 milioni a 40 milioni di €) dove in particolar modo a rimetterci sono le Strade, le Scuole e il Verde. I fondi per riparare le buche sarebbero stati addirittura ridotti del 60%. Se da un lato si festeggia per gli anni dei progetti faraonici e velleitari...

0

“Se decideremo di farla”

di STEFANO D’ANDREA “Sarà una guerra lunga e dura, se decideremo di farla”, ha dichiarato Luciano Barra Caracciolo, consapevole che questo Governo la guerra non l’ha nemmeno iniziata. Questa volta Messora ha scelto un titolo sbagliatissimo: “Sarà una guerra lunga e dura”, perché ha tagliato l’affermazione più importante che LBC ha pronunciato durante l’intervento.

0

I sovranisti e la moneta fiscale

di STEFANO D’ANDREA “In Germania, a Düsseldorf il 23 novembre scorso, alcuni economisti tedeschi – tra cui l’ex chief economist di Deutsche Bank, Thomas Mayer – hanno discusso di una Parallelwährung für Italien, una moneta parallela per l’Italia, per evitare che il Paese affondi il sistema dell’euro”. Ecco, finalmente si comincia a capire la funzione – antisovranista e unionista – della moneta fiscale. Come sempre servono le confessioni del nemico, perché spesso, anche tra i...

0

La politica come missione: la campagna elettorale di Gianluca Baldini, l'”outsider” del FSI, a piedi per Pescara

di GIANLUCA BALDINI (FSI Pescara)   Alle 3:45 del mattino devo confessarvi una cosa. In questi giorni sto vivendo una strana sensazione. Mi capita di svegliarmi nel cuore della notte, proprio come adesso, e di non riuscire a prendere sonno. Dovrei essere stanco e riposarmi, perché ieri sono uscito di casa alle 9 del mattino e sono tornato alle 9 di sera dopo aver camminato per chilometri e chilometri e speso fiumi di parole per...

0

Indipendenza, una farsa

di ROSSANO FERRAZZANO (FSI Varese) La BCE e di conseguenza tutte le Banche Centrali nazionali dell’Eurosistema devono essere indipendenti dal potere politico. Questo dicono i Trattati Europei e questo deve essere, anche a dispetto di ogni altra fonte, Costituzione compresa. Così ha scritto oggi Sergio Mattarella, che Wikipedia dice essere l’attuale Presidente della Repubblica Italiana, ai Presidenti di Camera e Senato. Ma i Presidenti e Governatori delle Banche Centrali sono di nomina politica. Dunque come...