Categoria: Editoriale quotidiano

0

L’unico pensiero alternativo

di STEFANO ROSATI (FSI-Riconquistare l’Italia Rieti) Con il covid l’europeismo è diventato una precisa categoria politica e ideologica che raccoglie, ormai espressamente, il PD (“siamo europei” nel simbolo), +Europa, i Sovranisti Europeisti (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) oltre al nuovo gruppo al Senato dei responsabili “europeisti”. Insomma il potere è europeista. L’antieuropeismo è quindi l’unico pensiero alternativo, antagonista, popolare (ossia nell’interesse del popolo), patriottico, costituzionale.

0

Morire di Maastricht

di ANNA PAOLA USAI (FSI-Riconquistare l’Italia Sud Sardegna) Mentre la stampa e la politica nostrana non fanno altro che farci vedere il falso teatro della politica, i numeri del covid per cui la gente sta uscendo fuori di testa e i salvifici vaccini, preferisco parlare d’altro anche se ciò che dirò svelerà una forte connessione con il numero delle vittime covid. Dal 2000 al 2027 l’Italia avrà dato all’Ue, udite udite, ben 200 MILIARDI. 140...

0

I motivi del sovranismo… vero

di CLAUDIO ORSINI (FSI-Riconquistare l’Italia Pescara) Se sei uno Stato sovrano e hai bisogno di un ospedale, te lo costruisci. Se sei uno Stato sovrano e c’è un’epidemia, controlli le frontiere per evitare diffusione della malattia. Se sei uno Stato sovrano e crollano i ponti dell’autostrada… cioè no. Non crollano i ponti perché li hai manutenuti a dovere o ricostruiti. Se sei uno Stato sovrano, dopo un terremoto, ricostruisci. Se sei uno Stato sovrano, in...

0

Intanto nell’Unione Europea

di GILBERTO TROMBETTA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma; candidato sindaco Roma 2021) In poche parole, la UE ci presterà soldi nostri (solo una parte ovviamente visto che il saldo complessivo con la UE resterà negativo per l’Italia) in cambio delle solite riforme. Quali riforme? Le solite, come quelle contenute nella lettera della BCE dell’agosto 2011 e nelle raccomandazioni della Commissione: privatizzazioni, aumento delle tasse, deflazione salariale e taglio dello Stato sociale. La solita macelleria sociale. Per farci...

0

Non c’è limite al ridicolo quando la classe dirigente, anziché dirigere i cittadini, è schiava dei consumatori

di STEFANO D’ANDREA (Presidente del FSI-Riconquistare l’Italia) Vaccino Covid, Arcuri: “Pfizer inadempiente. Pronti a portarli in tribunale” (SkY TG24). “Vaccini, tagli anche da AstraZeneca: “In tre mesi il 60% di dosi in meno. Le Regioni che non hanno fatto scorte sono in difficoltà, ora si dovrà provvedere a una redistribuzione” (La Repubblica). Una classe dirigente seria, dirigente veramente, ossia che dirige, non schiava del terrore e degli umori dei consumatori, avrebbe detto: “In 4-5 anni...

0

Non chiamiamoli filantropi

di GILBERTO TROMBETTA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma; candidato sindaco Roma 2021) Va bene essere ingenui, ma senza approfittarsene. Di miliardari buoni che donano parte del loro patrimonio per il bene dell’umanità non ce ne sono. Ma lasciamo parlare i numeri. L’82% delle donazioni di questi “filantropi” finisce in fondazioni private, spesso controllate da loro stessi. Fondazioni che ovviamente possono essere trasmesse agli eredi. Fondazioni che godono di clamorosi vantaggi fiscali. Per ogni dollaro messo nelle casse...

0

I responsabili

di PIERLUIGI BIANCO (FSI-Riconquistare l’Italia Lecce) “Quasi tutti gli eventi più estremi e sovversivi del secolo hanno contato sull’appoggio sicuro del cosiddetto pubblico moderato. I moderati: quelli che hanno applaudito i colpi di stato, che acclamano le guerre, che accettano la tortura, la discriminazione e le tirannidi purché amiche. Quelli che giustificano le scorciatoie dell’uomo forte al comando, subordinano i diritti e la dignità dei popoli alle favole economiche, che spalancano le porte all’ingerenza straniera...

0

Prepariamoci tutti alle elezioni del 2023

di STEFANO D’ANDREA (Presidente del FSI-Riconquistare l’Italia) Basta dedicare un po’ di tempo alla causa, poco o tanto, da gennaio al giugno 2023. Tutti possono dare il loro contributo, dando la disponibilità a candidarsi, a raccogliere le sottoscrizioni, a svolgere comizi, ad accompagnare i candidati nella campagna elettorale, a banchettare, a volantinare, a girare con l’automobile che annuncia eventi con il megafono, e offrendo un contributo economico, per quanto modesto. Abbiamo i social che ci...

0

Ci libereremo!

di MATTEO MODULON (FSI-Riconquistare l’Italia Verona) C’è una caratteristica che distingue il FSI-Riconquistare l’Italia dai partiti in Parlamento: l’amore per la Costituzione. È inutile pensare di poter risolvere i problemi del Paese o almeno tentare di farlo, senza prevedere di ricollocare al vertice dell’ordinamento la Costituzione del 1948. E per tornare a seguire il faro luminoso che ci diede benessere e serenità, essendo totalmente avverso ai Trattati europei, l’unica vera strada è l’uscita dall’UE. Una...

0

Gli anti-sovranisti

di GILBERTO TROMBETTA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma; candidato sindaco Roma 2021) La verità è che nel Parlamento italiano, anti-sovranisti lo sono tutti i partiti. Chi più, chi meno, chi consciamente, chi meno. Solo noi negli ultimi 40 anni abbiamo avuto una classe politica che ha lottato con le unghie e con i denti per toglierci la sovranità attraverso la ricerca dolosa e patologica del vincolo esterno. Che ha lottato per toglierci il diritto all’autodeterminazione. La nostra...

0

Monti: nemico sincero

di ANTONIO MARRAPODI (FSI-Riconquistare l’Italia Reggio Calabria) Leggere le parole di Mario Monti è sempre stimolante perché è l’unico dei “nemici” che ha l’onestà intellettuale di dire le cose in faccia come stanno. Sul “Corriere della Sera di oggi” (17 gennaio) non si fa infatti scrupoli nel dettare a Conte le condizioni per ottenere la sua fiducia e a delineare il futuro che attende non solo il governo attuale ma qualsiasi maggioranza che governerà all’interno...

0

Il pilota automatico e la dignità

di GILBERTO TROMBETTA  (FSI-Riconquistare l’Italia Roma; candidato Sindaco Roma 2021) Che si tratti di un rimpasto, di un Governo di unità nazionale o di un Governo tecnico, per i lavoratori italiani – pubblici e privati, stabili e precari – non cambierà nulla. Perché in Italia, da circa 40 anni, si va avanti col pilota automatico. Le manovre vengono decise altrove. A Bruxelles, lontano dal processo elettorale. E della pioggia di miliardi di cui politici e...