"Libertà e diritti", un sinistro liberalismo

Potrebbero interessarti anche...

13 Risposte

  1. Mirko ha detto:

    Chi prende 800/1000/1200 euro al mese , o a chi non ha un lavoro , o non ha una casa ecc ha bisogno di più diritti , non di più doveri . Chi viene rinchiuso in una prigione a cielo aperto o finisce in carcere solo perchè nel suo passaporto c'è scritto "palestinese" , "messicano" o "marocchino" , ha bisogno di più diritti , non di più doveri . L'omosessuale che vuole mettere in comune i propri beni con il proprio compagno , invece che lasciarli ad una famiglia d'origine che magari l'ha emarginato per la sua omosessualità , ha bisogno di più diritti , non di più doveri . La ragazza israeliana di famiglia ebraica ortodossa che vuol stare con un ragazzo palestinese di famiglia sunnita , ha bisogno di più diritti , non di più doveri .

    Sinistra vuol dire "diritti" . Ovviamente diritti per la maggioranza che sta in basso , e doveri per chi sta in alto . E quindi Sinistra vuol dire anche "libertà" : libertà da chi ti sfrutta per vivere ,  da chi ti vuole gerarchizzare secondo la tradizione e altre menate destrorse simili .

    In sintesi : sinistra vuol dire essere antiliberisti in economia ( contro la libertà del capitale ) e lbertari sui diritti personali .

    Poi questo nuova formazione , "Diritti e Libertà" , è nata per dar man forte al governo Renzi . E su questo siamo d'accordo .

    • stefano.dandrea ha detto:

      "Chi prende 800/1000/1200 euro al mese , o a chi non ha un lavoro , o non ha una casa ecc ha bisogno di più diritti , non di più doveri".

      Ovviamente sono d'accordo con la prima parte della proposizione, non con la seconda. Per aumentare i salari e i bassi redditi da lavoro autonomo (la sinistra dimentica sempre questi ultimi, salvo che si tratti di "falsa partite iva", ossia di falsi autonomi), serve la piena occupazione che fa bene a tutte e due le categorie, e discipline particolari per i lavori autonomi. Ma come si raggiunge la piena occupazione in Italia? Come si persegue questo obiettivo della Costituzione della REPUBBLICA ITALIANA? Serve una politica economica e, quindi, partiti che la perseguano. Ed ecco il punto: art.49 della Cosituzione: "Tutti i cittadini hanno il diritto di associarsi liberamente per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale". La norma reagiva al fascismo e fissava un "diritto". Ma è ovvio che la partecipazione politica è anche un dovere o almeno un onere. Se la gente disoccupata o sottoccupata o con basso salario o reddito autonomo non milita, mi dici chi mai potrà attuare quella politica economica? C'è dunque il dovere di militare e l'onere di farlo bene e con intelligenza, altrimenti anche se militi non conti nulla. E' da quel dovere e dall'onere di militare con intelligenza che bisogna partire, se vuoi tornare ad avere i sacrosanti diritti ai quali alludi. Perciò, ciò che giuridicamente è un diritto (di militare), moralmente è un dovere e realisticamente un onere.

      " Chi viene rinchiuso in una prigione a cielo aperto o finisce in carcere solo perchè nel suo passaporto c'è scritto "palestinese" , "messicano" o "marocchino" , ha bisogno di più diritti , non di più doveri".

      La materia dell'immigrazione è molto complessa e certamente mal disciplinata. Personalmente sono per una accoglienza molto più generosa e ospitale rispetto a quella che riserviamo a chi arriva ma per un trattamento molto più severo nei confronti di molte categorie di stranieri: hanno il dovere di non delinquere, come tutti noi ma se delinquono, in base a trattati stipulati con gli stati di provenienza devono passare gli anni di carcere nei loro paesi; messi in regola hanno il diritto di lavorare ma se accettano paghe inferiori al minimo sindacale o condizioni inaccettabili per i nostri lavoratori o svolgono professioni autonome a prezzi stracciati perché riescono a vivere in sei in una stanza e non hanno quasi spese, così concorrendo alla deflazione salariale (hai notato che sul sole 24 ore non è stato mai pubblicato un solo articolo che proponesse di far entrare meno stranieri?) vanno trattati per quello che sono: crumiri. Ed esiste il dovere di non essere crumiri. Sicché hanno il diritto di lavorare e mangiare se non fanno i crumiri. Se fanno i crumiri e qualcuno gli rompe le gambe o la schiena a me non dispiace (ovviamente vale anche per gli italiani), sai io forse non sono di sinistra ma sono socialista. Non capisco perché negli anni settanta era logico aggredire l'italiano che non scioperava e ora si debbano accettare bassi redditi anche perché a qualcuno si deve attribuire il diritto ad essere crumiro. Questo modo di pensare è immondizia morale.

      "L'omosessuale che vuole mettere in comune i propri beni con il proprio compagno , invece che lasciarli ad una famiglia d'origine che magari l'ha emarginato per la sua omosessualità , ha bisogno di più diritti , non di più doveri"

      Questa è davvero clamorosa e testimonia quella immaturità di pensiero alla quale alludo nel post.

      Intanto, i legittimari, ossia coloro ai quali l'ordinamento riserva una parte del patrimonio in caso di morte, sono figli, coniuge e ascendenti legittimi. Ora, se l'omosessuale non ha figli e coniuge, la quota riservata agli ascendenti legittimi è di 1/3 (art. 538, I co., cod.civ.). Quindi oggi l'omosessuale è liberissimo di lasciare i 2/3 del suo patrimonio al suo compagno, esattamente come ogni eterosessuale non sposato senza figli ma con ascendenti legittimi.

      Vuole avere la libertà di diseredare gli ascendenti? E perché l'ordinamento dovrebbe consentirgli la soddisfazione di questo capriccio, se non lo consente nemmeno agli eterosessuali sposati? Infatti, quando chi muore lascia ascendenti legittimi e coniuge, al coniuge è riservata la metà e agli ascendenti legittimi un quarto (art. 544 cod.civ.). Quindi l'eterosessuale sposato ma senza figli, che premuoia ai genitori e che abbia 100 mila euro non può disporre (a tutela degli ascendenti legittimi) di 25.000 euro, mentre un omosessuale non unito civilmente, che abbia un compagno e degli ascendenti legittimi non può disporre di 33.333 euro.

      Perciò le cose non stanno come dici tu, che eri poco informato (scusami ma insegno diritto privato) e il preteso diritto si rivela poco più che un capriccio. Ti sembra una battaglia importante?

      Tuttavia, si può anche essere disposti a soddisfare un capriccio, che, in fondo, economicamente risponde ad un giusto criterio di uguaglianza. L'obiezione più grave è pretendere l'unione civile degli omosessuali sostenendo che si ha "diritto ad avere un diritto". Lo squallore morale e l'irrealismo – nel senso di non conoscenza della realtà — quindi l'ipocrisia che si annidano in tale concezione sono stratosferici.

      Infatti, non ho mai conosciuto una sola persona che dopo sposata abbia pensato di aver acquistato diritti. Tu l'hai conosciuta? Chi si sposa "contrae un vincolo" e diventa titolare di innumerevoli doveri e soggezioni.

      Dovere di coabitare, dovere di avere la medesima residenza, dovere di fedeltà, dovere di aiutare materialmente e spiritualmente; conseguente (anche se non automatico) addebbito della separazione in caso di violazione di quei doveri; dovere di corrispondere l'assegno di separazione; indisponibilità per testamento di una parte rilevante del patrimonio al momento della morte anche se ha scoperto il coniuge (o l'unito) a letto con 10 persone, e anche se ha scoperto che lo tradiva da tempo e anche se il giorno prima il coniuge o l'unito lo ha picchiato a sangue; obbligo di pagare gli alimenti (anche nei confronti del coniuge separato comunque si sia comportato nel rapporto matrimoniale o durante l'unione); obbligo del padre e della madre del coniuge (o dell'unito) di pagare gli alimenti all'altro coniuge (o unito), sebbene quest'ultimo si sia comportato malissimo nei confronti degli obbligati; obbligo del coniuge o dell'unito di pagare gli alimenti al suocero o alla suocera anche se si sono comportati malissimo con loro.

      Il matrimonio, come rapporto giuridico, ossia dal punto di vista giuridico, è l'insieme di questi doveri, vincoli e soggezioni. Se dunque gli omosessuali reclamano il potere di legarsi giuridicamente al compagno per contrarre i doveri, i vincoli e le situazioni di soggezione che caratterizzano il rapporto matrimoniale tra coniugi, dunque se vogliono assumere vincoli, allora la pretesa può essere presa in considerazione. Se invece si lamentano perché vogliono un diritto che già hanno (sia pure in misura leggermente minore all'eterosessuale sposato senza figli e con ascendenti legittimi) o addirittura per avere un diritto di diseredare i genitori che li hanno ripudiati, diritto che non hanno nemmeno gli eterosessuali e se muovono da una concezione alterata, falsa immorale del matrimonio come regno dei diritti,quando il matrimonio è il regno dei doveri, questi omosessuali vanno denunciati come portatori di idee spregevoli, squallide, schifose, che strumentalizzano un nobile, antico e sacro istituto. Mi dici cosa ha a che vedere essere di sinistra con tali concezioni spregevoli?

      Quanto alla "ragazza israeliana di famiglia ebraica ortodossa che vuol stare con un ragazzo palestinese di famiglia sunnita", essa nel nostro ordinamento ha tutti i diritti che hanno gli altri cittadini e residenti. Cosa preveda, in proposito, l'ordinamento israeliano o saudita o marocchino nemmeno mi interessa. Abbiamo tanti diritti da conquistare o da riconquistare e tanti doveri da riaffermare, strumentali o finali, qui sulla nostra terra e nella nostra Repubblica, che davvero non ho la presunzione di interessarmi a diritti pretesi in altri Stati.

      Come vedi la teorica dei diritti è monca, perché lascia fuori i doveri, preferisce interessarsi a diritti da affermare in ordinamenti stranieri anziché a interessi da tutelare nella nostra Repubblica (è una teorica globalista), immorale o rischia di essere immorale, perché strumentalizza nobili istituti e spesso falsa, scambiando privilegi, capricci, diritti e doveri.

      Perché credi che la "sinistra" abbia finito per essere composta soltanto dal 3% dei votanti? Perché sono stupidi gli italiani? Perché sono stupidi i cittadini di tante altre nazioni? No, perché è immatura, buonista, giunge a falsificare la verità e soprattutto rimuove i doveri. Il fondamento dei diritti sono i doveri. Da un lato, se noi adempiamo i nostri doveri abbiamo titolo per rivendicare i diritti, dall'altro ogni comunità,piccola o grande che sia, è fondata sui doveri, sicché alla resa dei conti la teorica dei diritti è manifestazione di individualismo.

      • stefano.dandrea ha detto:

        Mirko ti segnalo anche questa meravigliosa lettera di Giacomo Ulivi, condannato a morte della resistenza, che spiega benissimo l'importanza decisiva che devono avere i doveri in una matura seria profonda concezione politica: https://www.facebook.com/notes/stefano-dandrea/ascoltiamo-la-voce-di-giacomo-ulivi-la-piu-bella-lettera-di-un-condannato-a-mort/632816053475809

      • Mirko ha detto:

        Ok , ma dall'articolo avevo inteso che per te sinistra = doveri e non diritti . E per questo la mia risposta è stata sinistra = doveri per chi sta economicamente in alto , diritti per la maggioranza che sta in basso ; doveri per chi esclude in base a tradizione e altre menate destrorse , diritti per gli esclusi .

        1) Non avevo capito che per "dovere" intendessi il dovere di militare . Sul quale in linea teorica sarei anche d'accordo con te , anche se secondo me bisognerebbe un pò approfondire la questione ( non so se lo hai già fatto ) . Ad esempio per me i militanti del PD , della Lega Nord , di Forza Italia , del M5S , di CasaPound ecc sono solo dannosi , è meglio che non militino proprio , ma magari questi pensano le stesse cose di me che vengo dalla sinistra radicale . Oppure , un altro esempio : l'autunno scorso mi è capitato di ascoltare dei militanti di una teoria economica portata avanti dal giornalista paolo barnard che si dichiaravano nè di dx nè di sx ma militanti esclusivamente di quella teoria economica ( già questo primo punto per me è dannoso : essere militianti di una teoria economica e non di una idea politica della società è dannosissimo) che trattava qualsiasi moneta ( nel caso italiano l'eventuale "nuova lira" se ricordo bene ) come se avesse la potenza di fuoco del dollaro ( che ha dietro un strapotenza geopolitica , militare strategico ecc ) ecc.. : anche questi militanti secondo me sono dei cazzari dannosissimi … è meglio , per il mondo intero , che questi vadano a giocare a calcetto piuttosto che militare …

        Poi c'è un altro aspetto da considerare , e chi non ne tiene conto secondo me sa di mentire a sech stesso : non si può pretendere da chi non ha rendite di posizione o uno straccio di piccolo capitale ereditato , da chi mantiene una famiglia lavorando tutto il giorno e tutti i giorni per 1200 euro al mese , con affitto da pagare ecc.. di militare . Non si hanno ne tempo , ne energie .

        Come vedi la questione è complicata .

         

        2) Sui gli extracomunitari crumiri che tu bastaoneresti ( io invece spacco il culo a chi li bastona.. il mondo è strano.. ) perchè non fanno sciopero insieme agli italiani …. messa così mi sembra una scusa perchè te dici di difendere la piccola e media proprietà . Cioè il capitale , anche medio e piccolo , può ottenere profitto soltanto sfruttando salari , non c'è altra via , solo sfruttando salari , direttamente o indirettamente : cioè ci sono grandi multinazionali che elargiscono grandi stipendi ma per far questo sfruttano , in maniera indiretta , geopoliticamente , milioni di persone che stanno dall'altra parte del mondo . Il capitale sfrutta sempre il lavoro e chi sta con la piccola e media borghesia spera sempre che questo sfruttamento continui : poi dichiara di non voler vedere sfruttati i propri connazionali … ma difendendo questo sistema qualcun altro al loro posto loro ( direttamente nel tuo paese , o indirettamente da qualche altra parte ) dovrà essere sempre sfruttato ….

        Ti anticipo : il PCI emilano degli anni '50 e '60 governava difendendo oltre gli operai anche i piccoli artigiani e la piccola proprietà …. ma quella piccola proprietà emiliana non sfruttava qualcun altro dall'altra parte del mondo ( o comunque in modo mille volte minore rispetto adesso )…"l'extracumunitario colpevole di far abbassare i salari" al massimo era l'abruzzese , il pugliese , il napoletano…. la maggioranza non aveva neanche i frigoriferi e la tv … per fare milano-napoli ci impiegavi 18 ore.. e non tutte le famiglie avevano una macchina… i proletari erano ancora dentro gli stati occidentali ( oggi i proletari sono la maggioranza della popolazione mondiale ma sono fuoriusciti dagli stati occidentali )… il mondo degli anni '50 e primi '60 era tutt'altra roba : mille volte più grande rispetto al mondo di oggi , mille volte più scollegato rispetto al mondo di oggi…

         

        • stefano.dandrea ha detto:

          1) Mirko i militanti comunisti erano ciabattini, braccianti, artigiani di ogni specie e operai, in tempi nei quali ognuno si faceval'orto o un secondo lavoretto. Come mai il tempo lo trovavano? Nessuno ti regala niente. Se per 20 anni accetti le proposte di credito al consumo, non militi, la domenica accompagni la compagna al centro commerciale con la carta revolving in tasca sei morto. Per il resto siamo piuttosto d'accordo.

          2) Mirko non li bastonerei e non l'ho scritto cerca di stare attento a ciò che scrivo, anche perché per il resto discuti cortesemente. Capirei però chi li bastonasse per la ragione indicata, muovendo da un certo tipo di militanza, ovviamente se bastonasse anche gli italiani. Insomma un crumiro è un crumiro anche se è nero, altrimenti siamo a un razzismo al contrario. Io appartengo, ormai, a un ceto economico, diciamo ceto medio, che in fondo trae soltanto vantaggi dalla deflazione salariale. Però so  chi è che è svantaggiato dalla massiccia presenza di lavoratori stranieri. Pensa se non ci fossero gli stranieri quanti soldi potrebbero pretendere le migliori badanti, anche 2000 euro al mese. Io ne ho una in regola, italiana (avendo 4 figli piccoli) che mi costa,con i contributi circa 1150. Se non ci fossero gli stranieri avrebbe la forza di impormi una cifra superiore. 2000 non potrei proprio darglieli ma la perderei perché altri potrebbe. Camerieri, badanti, braccianti guadagnano pochissimo perché ci sono molti stranieri. E il medesimo fenomeno si verifica nelle acciaierie, vetrerie e in altri settori di lavoro di fatica. E' un fatto. Un altro fatto è che il desiderio di avere molti stranieri accomuna chiesa cattolica, confindustria e la cosiddetta sinistra radicale, la quale sorvola sempre sull'esercito industriale di riserva.

          Il capitale sfrutta tutto, non soltanto il lavoro salariato: sfrutta anche il lavoro autonomo e il piccolo capitale (professionisti che lavorano per esso, almeno a livelli bassi e medi; commercianti in franchising sfruttati da capitale marchio; piccolo capitale subfornitore o rivenditore, ecc.ecc.).

          • Mirko ha detto:

            Ma la badante che hai assunto ( sul fatto che sia "italiana" se permetti a me non può fregar di meno … al limite prenderai qualche complimento da qualche neofascistello ) deve badare ai suoi di bambini , non ai tuoi . E dovrebbe prendere molto più di 1150 euro . Dovrebbe prendere quello che prendi tu , indipendentemente dal lavoro che fai .

            Con l'esercito industriale di riserva Marx critica il lavoro salariato , non gli immigrati . Marx voleva abbattere il lavoro salariato , non gli immigrati .

            Il piccolo capitale è sempre capitale , sfrutta sempre lavoro . Se lo difendi , difendi anche il suo sfruttamento . Il fatto poi che tu non voglia che ad essere sfruttati siano dei tuoi connazionali è un altro discorso , ma qualcun altro sarà sempre sfruttato . 

      • Mirko ha detto:

        "Perché credi che la "sinistra" abbia finito per essere composta soltanto dal 3% dei votanti? Perché sono stupidi gli italiani? Perché sono stupidi i cittadini di tante altre nazioni?"

        Perchè l'Italia ha sempre votato destra ( 21 anni di Fascismo , 45 di Dc , 20 di Berlusconi/Lega con un po' di Prodi/Dini e un pò di Prodi/Mastella , e gli ultimi 2 Monti/Renzi )

        Perchè è più facile essere di destra , non devi pensare , devi solo ubbidire : essere di sinistra richiede impegno , passione , autonomia di pensiero , organizzazione , partecipazione … bisogna farsi il culo per essere dei militanti di sinistra…. 

        Perchè i valori di destra fanno schifo ma storicamente hanno sempre fatto più presa : chi ti vuole gerarchizzare in base al mercato , o alla tradizione ecc… gioca sulla paura … gli piace vincere facile

        • stefano.dandrea ha detto:

          La DC di destra? Rispetto a Ferrero, Fanfani secondo te è stato di destra? Ma dai! Fanfani ha promosso imprese pubbliche che il governo al quale ha partecipato Ferrero ha provveduto a privatizzare. Fanfani ha introdotto l'equo canone che il governo al quale partecipava Ferrero ha provveduto ad abrogare. Fanfani ci ha dotato, assiemea Giugni ed altri, della migliore legislazione di tutela del lavoro e il governo al quale partecipava Ferrero approvava il pacchetto Treu. Fanfani è il padre del "piano casa" (INA) e Ferrero negli anni in cui era al governo e partiva la bolla immobiliare non ha mai parlato contro la bolla immobiliare. Fanfani intervenne nella questione dei missili di Cuba, La Pira andò a trovare Ho chi minh in Vietnam e Ferrero non si è opposto alla distruzione della Libia che ha gettato il paese nel caos, nella violenza e nel razzismo, né al sostegno occidentale ai ribelli siriani!

          Hai una mentalità settaria. E' molto facile essere di sinistra nel tuo senso. Basta spegnere il cervello, non ragionare, credersi portatore di una asserita moralità, scambiare internazionalismo, globalismo e cosmopolitismo, dichiararsi contro la famiglia, la patria, la nazione, quindi essere culturamente confuso, non dover essere mai cattivo, perché si è libertari e per i diritti umani (si ama l'umanità ma quasi mai il prossimo), rivendicare magari il reddito di cittadinanza ed essere libertari fino a scambiare battaglie ridicole o comunque di poca o nessuna importanza, come quella sulle unioni civili o addirittura squallide come l'aggravante permotivazioni di genere e il voto di genere, per grandi battaglie ideali.

          No, la sinistra è morta perché complessivamente Negri, Bascetta, Viale, Ferrero e decine e decine di chiacchieroni non valgono nulla, molti sospetto anche umanamente (ma è una ipotesi), e un partito comunista serio li manderebbe a scuola forzata per tre anni, per poi farli esordire con due anni di volantini scritti da altri.

          Non valete niente e perciò vi abbiamo abbandonato in tantissimi e siete rimasti quattro gatti. Questa è la verità. I migliori di voi se ne rendano conto, si facciano un esame di coscienza e ripartano per altri lidi, portandosi dietro soltanto la metà del loro patrimonio (quella più antica) e gettando nella spazzatura l'altra metà. A quel punto ci rincontreremo. Anzi, sebbene la nostra sia una piccola associazione di 319 soci, tantissimi di noi hanno fatto un percorso come il mio. Quindi già ci stiamo reincontrando.

          • Mirko ha detto:

            "La DC di destra? Rispetto a Ferrero, Fanfani secondo te è stato di destra?"

            Ma mi spieghi perchè fai sempre sti paragoni fuori contesto ? Fanfani lo devi paragonare con Raniero Panzieri o Berlinguer . Ferrero lo devi paragonare con Renzi o Casini . Sono mondi diversi . Lo so che c'è stato anche un'ala della DC sinsitreggiante ( più che Fanfani preferisco Dossetti ) , ma io mi riferisco alla DC nel suo complesso . E cacchio se nella sua stragrande maggioranza è stata di destra ! Strafinanziata dagli USA …. alleata con i neofascisti …. finanziava l'estremismo nero … oscurantista …. filoindustriale ecc..ecc..

            "il governo al quale partecipava Ferrero approvava il pacchetto Treu".

            A parte che Rifondazione ha fatto cadere quel governo Prodi anche per il pacchetto Treu , ma cosa c'entra ?

            "Hai una mentalità settaria. E' molto facile essere di sinistra nel tuo senso. Basta spegnere il cervello, non ragionare, credersi portatore di una asserita moralità.. Non valete niente "

            Ma come ti permetti ? Ma chi cazzo sei ? Io non ti ho insultato nonostante le tue idee palesemente nazionalsocialiste mi facciano schifo

             

          • Mirko ha detto:

            Ma poi … è vero che sono di sinistra …. ma non voto più da 3 o 4 anni … tornerò a votare ( e a militare ) quando ci sarà una sinistra ( che adesso non esiste ) …. quindi sinceramente a me di Ferrero non me può fregar di meno ( politcamente intendo : umanamente mi sembra un'ottima persona )

  2. Mirko ha detto:

    E per essere antiliberisti in economia , devi dare più peso alla politica .
    Forse nel 1900 , quando si andava in carrozza ,  ancora si poteva ragionare diversamente , ma oggi le piccole patrie autarchiche ( anche se al loro interno fingeranno di pianificare ) in realtà saranno sempre liberiste : perchè nel mondo tecnologico , interdipendente e sempre più piccolo di oggi dipenderanno sempre dalle decisioni prese collettivamente dal pianeta Terra . Anche se imporranno per legge di vivere senza cellulari , senza internet , senza materie prime provenienti da fuori , di vivere solo di pesca e sotto gli alberi , dipenderanno sempre dalle decisioni prese collettivamente dal pianeta Terra : perchè oggi anche le riserve ittiche della spiaggia di Riccione  sono sotto il controllo e la tutela di trattati sovranazionali .

    L'unico modo oggi per non essere liberisti è che queste decisioni prese collettivamente dal pianeta Terra siano prese dalla politica e non dall'economia . Per far questo ovviamente devono allargarsi i processi democratici ecc..ecc.. 

    • stefano.dandrea ha detto:

      Mirko sto per rispondere all'altro commento. Questo tuo commento si espone ad obiezioni che su questo sito abbiamo svolto tante volte a chi è venuto ad assumere la tua posizione, e che abbiamo espresso centinaia di volte in positivo, ossia argomentando le nostre tesi, quindi lo considero la legittima manifestazione di una opinione, che reputiamo logicamente infondata e priva di ogni base razionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *