Mensis Horribilis

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. mezzo pensante ha detto:

    il punto è che, mentre i gollisti ne hanno le scatole piene e fra FN e socialisti si disperderebbero, consentendo a FN di vincere….i socialisti che sono pari pari ai piddini di casa nostra, pur di non far vincere Le Pen voteranno in blocco l'UMP.

    non penso in ballottaggio tra FN e UMP (direi situazione che si può dare quasi per certa) Le Pen abbia qualche possibilità. a meno di tracolli economici davvero epocali.

    Se l'elite francese è un minimo minimo furba….eviterà di dare il colpo di grazia alla propria economia per ora. e se l'elite europea è un minimo minimo furba, le concederà un trattamento speciale rispetto al resti dei mediterranei.

    • Marcello Di Vincenzo ha detto:

      Hai perfettamente ragione! Infatti i sondaggi per ora, in un eventuale secondo turno con l'UMP danno per vincitore sempre il canidato UMP. Ma é una barriera psicologica pazzesca quella che é stata infranta la settimana scorsa. Del resto negli ultimi 2 anni é stato necessario votare in 2 collegi elettorali per rimpiazzare 2 deputati, uno UMP e uno PS, ebbene al secondo turno é sempre andato l'FN, perdendo si, ma con un 48,6% dei voti e da allora la situazione é cambiata.Una cosa é sicura, di fronte a una scelta fra PS e FN i francesi voteranno maggioritariamente per il FN. Ora giustamente coi sondaggi attuali é impossibile che un candidato socialista prenda più voti di UNO dell'UMP. Ma la chiave di volta potrebbe essere proprio questa, un UMP che esplode e da vita a più correnti e più candidati. La stessa cosa avvenne nel 2002 con il PS di Jospin dato per ultravincitore su Chirac che aveva un misero 16%, eppure siccome la sinistra non si mise d'accordo sull'unico candidato, ma ne presento' diversi, pensando di allearsi dopo,  passo' Chirac col 16% di fronte a Jean Marie Le Pen. La situazione dell'UMP oggi é proprio quella: da un lato c'é Sarkozy che a prescindere vuole essere candidato senza primarie, quelli della destra forte pro Sarkozy, ma con le primarie e gli acerrimi avversari interni moderati pro Juppé, e Fillon che costi che costi si candiderà lo stesso. Un ulteriore spaccatura é stata apportata da Sarkozy ieri. Dopo una campagna nel 2007 da ultra destra, governo' per 5 anni solo con i moderati e chiam' addirittura dei ministri socialisti, in campagna elettorale riprese i disorsi del front national per riprenderne i voti, ora pero' ha capito che quei voti son persi e vuole prendere quelli dell'UDI e del PS. Ha annunciato quindi ieri, che se eletto alle primarie scioglierà l'UMP per unirlo all'UDI. Ecco allora che i suoi unici alleati Gaullisti si son ritrovati di colpo senza capo,e  di sicuro non vogliono seguire per l'ennesima volta Sarkozy nelle sue piroette dettate sollo dal suo arrivismo personale. Faranno altresi' di tutto per non lasciare il paese in mano alla sinistra e al FN.

       

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *