La Crescita e Lo Sviluppo

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. Giuseppe Cernuto ha detto:

    Non sono solito prodigarmi in complimenti ma questo è davvero uno dei migliori post di politica economica che abbia mai letto. Ottimo!

  2. Roberto.Mora ha detto:

    Grazie, ha pero’ fatto tutto Acocella. Io mi sono limitato ad esporre i suoi concetti. Comunque la Politica Economica andrebbe valorizzata di piu’ nel discorso generale attuale.

  3. Tonino B. ha detto:

    E’ la politica che dovrebbe essere valorizzata, perchè è la politica che attua le scelte che conducono ad uno sviluppo e ad una crescita ” mirate”. Senza obiettivi politici ed azione politica il libero mercato porterà ad uno sviluppo ed ad una crescita ” incoerente” con obiettivi di equità, redistribuzione che dovrebbero essere gli obiettivi propri della collettività nazionale.

  4. Nicola Di Cesare ha detto:

    C’è anche un’altro modo di interpretare la legge di Okun, ancora più preoccupante. Per ogni punto di disoccupazione aggiuntiva ci si deve attendere un calo del PIL che va dal 2 al 4% a seconda della produttività marginale del lavoro del paese osservato.

  5. Antonello Nusca ha detto:

    E’ da ricordare che l’obiettivo (sempre a chiacchiere), di Renzi e dei suoi consiglieri economici, sarebbe quello di portare il tasso di disoccupazione attuale ad un livello pari al tasso naturale, di circa il 10%, tramite riforme strutturali che dovrebbero (secondo loro) portare il sistema ad un livello superiore di efficienza. I risultati reali di questo processo sono sotto gli occhi di tutti, meno che degli elettori che, come prassi, individuano le cause di questo avvitamento in fenomeni di natura marginale o di scarsa reale influenza. Temo che la correttezza formale dell’analisi economica andrà sempre a schiantarsi contro l’ignoranza diffusa in temi economici e la forza di chi controlla l’informazione.

  6. Fiorenzo Alessio SESIA ha detto:

    Lo ha avvisato l’Europa, ricordandogli che doveva tassativamente stare nel 3% deficit/PIL. La soluzione, e’ stata raggiunta grazie al ragioniere di Arcore, gonfiando il PIL con il sommerso… un falsetto di bilancio che non agevola affatto l’occupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *