Ai giovani delle Università italiane

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Durga ha detto:

    Discorso ottocentesco. Gli attuali giovani italiani che cosa devono fare? Restare qui a lavorare senza prospettive e sottopagati, magari addirittura, in un prossimo futuro, a combattere per liberare l’Italia, invece di andare all’Estero a cercare una carriera e un tenore di vita migliori? Credo che, salvo rare eccezioni, a un giovane italiano, integrato nella societa’ occidentale attuale, non possa neanche venire in mente di scegliere la prima opzione.

  2. Luciano Del Vecchio ha detto:

    Dalle analisi degli economisti sembra che anche andare e lavorare all’estero (s’intende in altri paesi europei) sia una prospettiva di lavoro servile e sottopagato. Con questi chiari di luna è dubbio che ora all’estero si possa far carriera e migliorare il tenore di vita, o che ci si possa integrare in una maldefinita società occidentale attuale. Anche all’estero si vivrebbe da sradicati. Perché dunque non restare in patria e lottare per il proprio e nazionale riscatto?

    • Durga ha detto:

      Sono d’accordo, ma come sono educati ora i giovani (in famiglia e a scuola)? E poi lottare per un riscatto e’ faticoso, e potrebbe anche essere pericoloso.

  3. Gianluigi Leone ha detto:

    Di solito sono sempre i giovani che preferiscono lottare per un riscatto. La frase “lottare per un riscatto è faticoso” si attaglia solo ai non-più-giovani.

Rispondi a Durga Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *