La Murdoch-eroina

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. X ha detto:

    Non lo so , mi sembra più complicato di così e non ci vedo nessuna regia dietro : mi sembra anzi che i media seguan i gusti politici degli elettori ( nel post non si dice che ci sia una regia , ma lo si fa intendere ) .
    In TV e sui giornali si vedono intervistati l’attivista NOTAV , Angelino Alfano , quello della sinistra radicale , Salvini , Renzi , Cuperlo , Di Stefano di CasaPound , Berlusconi , Grillo , Monti , Fornero , Vendola , Borghezio , Di Battista , Fitto , Meloni , Brunetta , Civati etc….e poi Rodotà , Chomsky e Baumann ma anche M.LePen o Orban … etc..
    Per affermare che l’informazione non è pluralista bisognerrebbe dimostrare che tutti questi dicono le stesse cose , ma non mi sembra serio anche solo provarci .

    • stefano.dandrea ha detto:

      A me invece, sembra ovvio che le cose siano andate così per 20 anni. Lasciamo stare le interviste agli sciocca mosche, che pure combattono battaglie importanti (magari mandate in onda dopo le immagini di sconti con la polizia) o gli ultra europeisti come Rodotà o i sostenitori di movimenti ineffettuali come Chomsky. Adesso, qualcosa comincia a cambiare perché il sistema è entrato in crisi, sebbene non mi piacciano molto quelli che cominciano ad affrontare temi seri da un punto di vista abbastanza sensato. Ma fino a quando non vi sarà una larga maggioranza che ripeterà ogni giorno che pensare che lo Stato sia come una famiglia e che debba prendere in prestito soldi da privati significare essere idioti giganteschi, fino a quando non ci sarà questa base comune, non si avrà alcuna sensata informazione.

      • X ha detto:

        Va bè , può anche essere , non lo so .
        Ma nel post parli altro : la tesi che sostieni è che non ci sia pluralità nell’informazione . Secondo me per sostenerlo devi dimostrare che Rodotà e M. LePen , IlManifesto e LaPadania , LeMondeDiplomatique e Il Corriere della Sera , Lucio Magri ed Emidlio Fede , Bellofiore e Giavazzi ecc.ecc.. dicono tutti le stesse cose
        Secondo me questo è difficile da sostenere .

        • stefano.dandrea ha detto:

          Questo non è difficile è impossibile, sebbene rispetto alla questione fondamentale del nostro tempo, presupposto della questione di classe, ma anche della questione antropologica, Rodotà e Bellofiore dicano esattamente la stessa cosa di Emilio Fede e Giavazzi (con l’aggiunta di stupidi “battiamo i pugni sul tavolo europeo” o ridicoli “modifichiamo l’europa”). Ma la Le Pen e Bellofiore li abbiamo visti 2-3 volte, Renzi migliaia di volte. Bersani, un uomo di una pochezza sconvogente, ha parlato almeno una volta a settimana per anni nei salotti di Floris, Santoro, Vespa,Gruber, Lener; si capisce,perciò, come gli italiani siano stati stupiditi. E’ vero, ora c’è l’eccezione Salvini (della quale non sono contento). Una scelta di chi secondo lei? i vertici della Rai sono leghisti? Renzi non interviene? Perché?

          • X ha detto:

            Perchè dpende dai voti che prendi . Fino a quattro anni fa il M5S ( a prescindere dal fatto che possa piacere o no ) non se lo filava nessuno . Adesso è sempre in TV a tutte le ore .
            Se il vostro movimento un giorno riuscirà a superare la soglia del 3% , i grandi media inizieranno a cercare anche voi , in proporzione al vostro peso elettorale e politico . Dovrebbe funzionare più o meno così . Agli azionisti del Corsera o di Sky non interessa se a parlare siano StefanoDandrea , BeppeGrillo o Berlusconi , ma quanti lettori e ascoltatori ( leggi potenziali consumatori dei prodotti che Corsera e Sky pubblicizzano ) sono interessati a quel che dice StefanoDandrea , BeppeGrillo o Berlusconi . Più o meno secondo me dovrebbe funzionare così .

          • X ha detto:

            Non è che ce l’ho con la “pubblicità” e il “consumatore” . Alla fine va bene così . Certamente io darei più finanziamenti pubblici a piccole cooperative che fanno informazione ; le concentrazioni di capitali anche nell’informazione la regolamenterei più duramente ; certa pubblicità la vieteri ; certe culture politiche reazionarie mi fanno venire il volta stomaco e non ce la faccio a sentirle ecc. Ma alla fine va bene così . L’alternativa sarebbe il modello ISIS e il ritorno del Medioevo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *