La storia non si riscrive, si studia

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. turi ha detto:

    no comment

  2. antonio alferi ha detto:

    E’ comodo liquidare il passato tipo “chi ha avuto e chi ha dato ha dato” trascurando lutti,ruberie ….la verita’ e’ che uno stato sovrano ha subito un’aggressione da parte di un altro stato[tanto]sovrano e che fu condannata da altri stati sovrani.Il perché Lei scriva che la Storia va studiata e non riscritta mi lascia un dubbio:se la studiamo e’ per capirla,per evitare di commettere altri errori[orrori] come ora stiamo facendo con questa buffonata di Europa e con il suo euro.L’Argentina,a questo proposito non Le dice nulla?Se avessimo studiato e capito cio’ che e’ successo li sicuramente avremmo riscritto la nostra storia di 30 anni a questa parte.

  3. Giampiero Marano ha detto:

    @Antonio, d’accordo con lei su Europa, euro e Argentina.
    Ma i vari stati e staterelli preunitari vanno considerati storicamente e culturalmente illegittimi, perché tenevano separato e frantumato un unico popolo che ha origini molto antiche, benché plurali. Gli attuali confini dell’Italia sono gli stessi già disegnati da Augusto duemila anni fa, e questo, mi pare, dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *