Hillary e Donald, la padella e la brace

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Durga ha detto:

    A me invece pare evidente quale sia il male minore. Trump vuole collaborare con la Russia nella lotta contro il terrorismo islamico. La Clinton potrebbe anche portarci a una guerra contro la Russia

    • Mauro Poggi ha detto:

      Sono d’accordo, e questo dovrebbe trasparire dall’articolo.
      Tuttavia è di per sé drammatico il fatto che per la prima Superpotenza del pianeta si sia ridotti a tifare non per un Presidente migliore ma per un Presidente meno peggio.

  2. Lorenzo ha detto:

    Drammatico? Gli Stati Uniti “sono” la globalizzazione, il capitalismo di rapina e l’imperindividualismo consumista; un movimento sovranista dovrebbe mettere la lotta contro gli Stati Uniti al primo posto del suo programma, e rallegrarsi di ogni loro difficoltà.

    In tal senso una terza guerra mondiale potrebbe costituire la migliore opportunità per spazzare via la civiltà anglosassone. Sono convinto che ci arriveremo, ma nell’arco di 20-30 anni.

    Ma nella scelta fra Clinton e Trump mi sembra che i sovranisti non dovrebbero avere il minimo dubbio: da una parte la voce della globalizzazione più vorace, dall’altra un nazionalista che promette un nuovo isolazionismo e lo smantellamento almeno parziale del turbocapitalismo apolide, col blocco dei vari accordi di commercio intercontinentali, la rilocalizzazione delle aziende e il contenimento dell’invasione extracomunitaria.

    E che in ogni caso avrebbe l’effetto di rimescolare le acque e potrebbe generare ferite e contraddizioni all’interno del fronte dem0plutocratico.

    A volte le vostre analisi mi lasciano perplesso.

  3. Mauro Poggi ha detto:

    Quello che davvero dovrebbe lasciare perplessi è ravvisare in una possibile terza guerra mondiale una “migliore opportunità”, qualsiasi sia l’obiettivo.

  4. ndr60 ha detto:

    Mi ha sempre divertito la copertura dei media nostrani per la corsa alla Casa Bianca: altri due pupazzi (più grotteschi del solito) per far vedere al mondo dei sudditi la grande democrazia amerikana. Già pregusto la Botteri che fa la cheer leader di Hillary, uno spettacolo indimenticabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *