Morire per Maastricht? No, grazie! Considerazioni populiste sull’euro “irreversibile” (1a parte)

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. bertoldo ha detto:

    Quando entrammo nell’euro ci venne detto che avremmo pagato la meta’per interessi sul debito.
    Falso parzialmente.
    S u tutti i titoli di statofuturi avremmo pagato un tasso molto piu’basso,masul debito preesistente avremmocontinuato a pagare
    il doppio.
    Citosolo ad esempio il Btp 2023 trentennale al 9%,sul quale continuiamo a pagare il 9% anche con i tassi sottozero.
    Correttezza ds parte dei nostri dirigenti del tempo (Ciampi,Prodi,Amato) avrebbe voluto che si chiedesse alle controparti una modifica dei contratti ndel senso tioffroundebito in una valuta piu’ forte della Lira e pertanto ti paghero’ un tasso piu’ basso.
    Invece si fece un enorme regalo ai Rentiers offrendo loro euro al tasso debitore della Lira.
    (nonsidica che i contratti erano immodificabili, altrimenti ci sarebbero rimasti deidebiti in Lire contutto quello che ne sarebbe potuto conseguire).
    Inoltre undebito in Lire lo si sarebbe potuto pagare stampando Lire in caso estremo, col vantaggio che ai tempi,piu’ del 90% del debito italiano era in mano ai risparmiatori Italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *