Mélenchon e Le Pen come Hollande, Tsipras e Trump, ovvero: l’era in cui i programmi elettorali non contano più nulla

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. Matteo ha detto:

    Cosa non fareste per smarcarvi da chi vi accusa di essere fasci neh?
    Persino rispolverare il termine “rossobrunismo” che piace tanto ai vari cuochi trotzkisty.
    La dignità, questa sconosciuta.

  2. Riccardo Paccosi ha detto:

    Io, autore dell’articolo, sono contro la destra e contro la sinistra. Parimenti, il FSI non si definisce né di destra né di sinistra. Chi ha problemi con la prima parte di questa locuzione (cioè quella riguardante la destra), penso non abbia ben chiaro quale sia la prospettiva sovranista.

    • Matteo ha detto:

      E che mi frega a me di come vi definite?
      Non sono un vostro tesserato ne ho intenzione di tesserarmi in un partito immigrazionista con vaghissime venature legalitarie.
      Ed anche se fosse, da fascista, non sono di destra (o di sinistra, o di centro) perché non mi interessano le sfumature del modello liberalcapitalista.
      Quello che contestavo è il tentativo di smarcarsi dal FN (boh…) usando un linguaggio da centrosocialari chic fine anni 90.
      Che per chi non si identifica con “destra e sinistra” sembra quantomeno…contraddittorio?

  3. Stefano D'Andrea ha detto:

    Mettilo tu il cuore in pace. Il giudizio degli altri non ci interessa, né quello degli “sfigati” né il tuo. Ci interessa soltanto il nostro. Noi abbiamo un progetto e lavoriamo per quello. Tu lavora per un altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *