La prostituzione cosmopolita degli inellettuali italiani, la Patria e la disgregazione

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Vittorio ha detto:

    Gli intellettuali apolidi e prostituti non sono, a mio avviso, i giovani neolaureati costretti a scappare, ma la moltitudine di propagandisti (giornalisti?) dell’ordoliberismo che imperversano quotidianamente su ogni canale televisivo e su ogni giornalaccio di questo paese.

    • Federico Monegaglia ha detto:

      Caro Vittorio,
      io infatti non ho citato i giovani costretti a scappare per mancanza di lavoro. Ne conosco molti e nei confronti di molti di essi nutro pure stima. Ho parlato invece di pellegrinaggio verso i templi europei, riferendomi a chi, per esempio, si reca in stage formativi presso le istituzioni europee. Certo anche una certa frazione di giornalisti nostrani potrebbero essere inclusi nella categoria, forse non tutti. Se dovessi trovare per essi un termine di paragone lo vedrei forse più azzeccato nei cortigiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *