Taggato: antieuropeismo

17

O la Costituzione della Repubblica Italiana o l’Unione Europea

di Stefano D'Andrea* 1. Breve premessa. L’Unione Europea è una organizzazione internazionale. Ad essa si è dato vita mediante la stipulazione di Trattati internazionali. I Trattati prevedono materie di competenza della UE e organi destinati ad emanare norme vincolanti ora per gli Stati ora per i cittadini degli Stati membri. Le materie di competenze della UE sono in espansione continua, man mano che i Trattati sono modificati. Al di là delle precise previsioni dei Trattati,...

0

Germania PIIGS 1 – 0

L’eccezione tedesca nel collocamento dei titoli di stato (titolo originale) Manfredi De Leo – 07 Dicembre 2011 Economiaepolitica 1. L’esito della recente asta dei titoli pubblici tedeschi ha sollevato un interessante dibattito intorno alle specificità del meccanismo di collocamento dei titoli pubblici che sembrano distinguere la Germania dagli altri paesi dell’eurozona. Il dibattito prende spunto dai dettagli presenti nel resoconto ufficiale della procedura d’asta, laddove si comunica che sono stati emessi tutti i 6 miliardi...

2

Euro: una catastrofe annunciata

di Alberto Bagnai Alberto Bagnai Quando vengo chiamato a esprimermi in pubblico sul tema dell’euro, comincio citando un brano del Diario notturno di Flaiano:   “Illustre professore, in questa lettera troverà accluso un assegno di lire 50.000, che mi permetto di inviarLe a saldo del Suo onorario. Mentre La ringrazio per le Sue attente cure, che mi hanno grandemente giovato a superare il mio deplorevole esaurimento psichico, La prego di credermi, per sempre, il Suo...

0

Governo Monti: l’ultimo atto della lenta agonia della politica sovrana. La tecnocrazia come esito inevitabile dell’Unione Europea.

di Lorenzo Dorato Comunismo e Comunità Che lo Stato capitalistico, fintanto che è capitalistico, sia nelle mani delle classi dominanti capitalistiche, è cosa ovvia e scontata. Che tale dominio sia assoluto, privo di mediazioni, spogliato di una dialettica politica ed etica conflittuale interna ad uno spazio più o meno sovrano, è cosa meno scontata. Da circa vent’anni anche questo secondo passaggio sembra invece qualcosa di ovvio. I residui di dialettica politica e di decisione sovrana...

0

Comunisti italiani, smettetela di essere idioti, vili e ipocriti!

L'economista Pedro Montes inaugura il seminario dell'Accademia del Pensiero Critico di Socialismo21 e aderisce completamente alle nostre idee. Commento introduttivo di Stefano D’Andrea Mi ha suscitato un lampo di felicità la lettura, su Comedonchisciotte,  dell’articolo di  Enric Llopis (traduzione per CDC a cura di Vincenzo Laporta), intitolato L’euro è uno strumento per schiacciare la classe operaia. Sia l’autore dell’articolo, sia l’economista Pedro Montes del quale Enric Llopis riassume e riporta il pensiero, non negano che l’euro...

0

La conquista nordica

di Andy Worthington http://www.uruknet.info/?p=m82883&hd=&size=1&l=e traduzione di Claudio Martini L'inchiostro con cui era scritto l'accordo sui nuovi prestiti alla Grecia non si era ancora asciugato quando il primo ministro Papandreou ha sconvolto l'agenda del g20 di Cannes annunciando un referendum proprio su quell'accordo. Per tutta risposta le borse sono crollate, i leader del g20 hanno cominciato a correre qua e la come polli decapitati mentre Papandreou continuava la sua lotta mortale contro il rivale Evangelos Venizelos,...

0

Resoconto sull'Assemblea di Chianciano – l'Ordine del giorno conclusivo

di Stefano D'Andrea   L'assemblea di Chianciano del 22 e 23 ottobre ha riscosso un grande successo.   Intanto, hanno partecipato circa 150 persone. Un numero non irrilevante, se consideriamo che l'Assemblea era stata copromossa da Rivoluzione Democratica, per mezzo del sito Sollevazione, nonché dal nostro sito. E' stato un tentativo di "uscire dal web" che ha avuto senza dubbio successo.

0

Se cade il muro dell'euro

di Alberto Bagnai Sbilanciamoci – Alberto Bagnai sarà uno dei relatori nell'Assemblea di Chianciano del 22 e 23 ottobre La crisi fa emergere il problema originario dell'euro, da sempre ignorato dai politici: una moneta unica nello spazio economico europeo è insostenibile La levata di scudi dei politici europei contro i “mercati” è prova di ingenuità o di ipocrisia. La crisi dell’euro non dipende tanto dai “mercati”, quanto dal fatto che adottando l’euro la classe politica ha...

0

Fuori dal debito, fuori dall’euro o fuori dall’Unione europea? – a proposito di un articolo di Vladimiro Giacché

di Stefano D’Andrea Vladimiro Giacché ha scritto un articolo nel quale, in diciassette brevi paragrafetti, ricostruisce in modo persuasivo l’itinerario della crisi economica, considerata esattamente come un complesso di fenomeni causalmente collegati, iniziati nel 2007 (1). Giunto alla situazione italiana attuale, alla quale dedica il diciottesimo paragrafetto, Giacché si sofferma sulle conseguenze che avrebbero le politiche di austerità: “Se prevarranno i pasdaran del pareggio di bilancio e della riduzione del debito a ogni costo, che hanno...

0

Lettera a tutti gli Italiani: riprendiamo in mano la nostra vita e il nostro Paese

Riceviamo e pubblichiamo di Francesco Mazzuoli La lettera di Draghi e Trichet al Governo italiano altro non è che un ricatto. Il ricatto è molto semplice: o accetti le condizioni che ti dettiamo noi (BCE), o noi (BCE) non ti compriamo i buoni del tesoro e ti facciamo fallire. Facciamo un passo indietro e le cose saranno ancora più chiare. Come è stato anche pubblicamente sottolineato (ad esempio, da Bersani), i fondamentali dell'Italia non sono...

0

Costanzo Preve interviene sull'Assemblea nazionale "Fuori dall'euro! Fuori dal debito!"

Costanzo Preve, con un articolo che pubblichiamo, intitolato "De-globalizzazione" e recupero della sovranità nazionale, è intervenuto a proposito dell'assemblea nazionale convocata a Chianciano sul tema Fuori dall'euro! Fuori dal debito! Sono stato tra i copromotori dell'iniziativa – ma soltanto sotto il profilo delle idee; l'organizzazione è merito escusivo degli amici di Rivoluzione Democratica; perciò mi sento toccato in prima persona dalle osservazioni che il filosofo torinese ha svolto, sia pure riferendosi esclusivamente ad altri promotori....

0

La scelta strategica è l’uscita dall’euro o il default?

Riflessioni in forma di lettera agli iscritti e ai simpatizzanti di Alternativa nonché ai sostenitori dell’appello “Dobbiamo fermarli” di Stefano D’Andrea Cari amici, ho letto la bozza del programma di Alternativa, nella quale si propone una “ristrutturazione del debito” , con garanzia di pagamento integrale soltanto del debito detenuto dalle famiglie (1). E so che, come ho fatto io, molti iscritti ad Alternativa hanno sottoscritto l’appello “Dobbiamo fermarli”, contenente cinque proposte per un fronte comune...