Taggato: BCE

1

L’Eurogruppo decisivo

di SIMONE GARILLI (FSI-Riconquistare l’Italia Mantova) La sostanza è chiara: stanno apparecchiando il MES per l’Italia, adescandola con una linea di credito sanitaria senza condizioni. La trappola è prima di tutto mentale: “come potete rifiutare 37 miliardi per la nostra martoriata sanità pubblica, a tassi di interesse bassissimi, irresponsabili!” A parte il fatto che questa propaganda emozionale proviene proprio da coloro che la sanità pubblica l’hanno massacrata di tagli nell’ultimo decennio (ironicamente: proprio 37 miliardi...

0

Le vie del mercato sono finite

di STEFANO ROSATI (FSI Riconquistare l’Italia Rieti) Si parla oggi di “Recovery Fund per diverse migliaia di miliardi” per salvare l’Eurozona. Tutte le misure annunciate prevedono il ricorso al mercato del debito pubblico. Durante la crisi del 2011, preso atto che i prestiti bilaterali e del FMI concessi alla Grecia (per 110 miliardi) non erano sufficienti per salvare l’euro, si annunciò un piano di potenziamento dell’ESFS (il papà del MES) che sarebbe stato portato a...

0

Cronache dall’Unione Europea – capitolo 4: Cosa interessa davvero alla Germania?

di SIMONE GARILLI (FSI Mantova) Cerchiamo di capire quali sono i reali interessi in gioco ai tavoli europei, ragionando sui tre strumenti anti-crisi astrattamente possibili: – Il Meccanismo Europeo di Stabilità Il MES con condizionalità, l’unico esistente trattati alla mano, funziona così: i singoli Stati nazionali immettono nel fondo capitale (in parte versandolo e in parte impegnandosi a versarlo se richiesto); facendo leva su questo capitale (per l’Italia 14 miliardi già versati) il fondo emette...

2

Cronache dall’Unione Europea – Capitolo 3: Il dilemma francese

di SIMONE GARILLI (FSI Mantova) L’Unione Europea venne concepita a Germania divisa: non è e non poteva essere il progetto di uno Stato sconfitto nella Seconda Guerra Mondiale. Non serve nemmeno la storiografia, basta la logica per capirlo. Si trattò di un progetto francese inserito nel più ampio interesse strategico americano, laddove gli Stati Uniti, insieme all’Urss, sono stati i soli vincitori del conflitto mondiale. Una comunità europea guidata dal necessario alleato francese doveva servire...

13

Emergenza coronavirus e crisi economica: come uscirne

AI CITTADINI ITALIANI Indice del documento 1. Sulla necessità di un dibattito sul fine, sui mezzi e sugli scenari ipotizzabili 2. I due possibili fini 3. Non si può fare come la Cina 4. Il paternalismo della classe politica è deprecabile e può essere disastroso 5. Le nostre osservazioni sui dati attualmente disponibili e una critica metodologica al Governo, all’ISS e alla Protezione Civile 6. Quali misure ulteriori e diverse di politica sanitaria in vista...

2

Governi nazionali ed Europa

di MARCO TROMBINO (FSI Genova) Durante l’aspro dibattito fra paesi dell’Unione Europea a proposito di come affrontare, dal punto di vista finanziario, l’attuale crisi economica indotta dall’emergenza Covid-19, ossia se dare vita agli eurobond (opzione sostenuta dai paesi mediterranei) o se fare ricorso al MES (variante preferita dai paesi nordeuropei), ha fatto capolino un’affermazione pubblica di David Sassoli, il presidente del Parlamento Europeo, il quale ha esternato: “I governi nazionali non sono l’Europa”. Tale posizione...

0

Quaranta giorni che hanno già cambiato la Storia, l’Italia e gli Italiani

di STEFANO D’ANDREA (Presidente FSI Riconquistare l’Italia) Per fortuna, almeno al livello di post Facebook, Covid 19 è “passato”. Dal 100% dei post siamo già a una percentuale relativamente modesta, almeno tra i miei contatti, anche se molti post hanno ad oggetto le conseguenze economiche e in generale il futuro determinato da Covid 19. In questi quaranta giorni, tutti hanno indagato, tutti hanno approfondito, tutti hanno letto notizie italiane e straniere e tutti si sono...

1

Cronache dall’Unione europea – Capitolo 2: il problema monetario e gli Eurobond

di SIMONE GARILLI (FSI Mantova) Cerchiamo di ripulire la cronaca europea degli ultimi giorni da fastidiosi tecnicismi, che rischiano di farci perdere di vista la semplicità delle questioni fondamentali. Prima una parentesi a proposito di questi tecnicismi: il compito supremo di chi viene dal popolo e parla al popolo, oggi, è diventato riportare il dibattito politico alla sua dimensione sostanziale, liberandolo da quella tendenza tecnocratica che ha percorso tutta la Seconda Repubblica, secondo la quale...

0

Simone Garilli (FSI Mantova) all’evento “Basta salari da fame!” con Simone Fana

Sabato scorso, in una saletta della Biblioteca Gino Baratta di Mantova, si è svolto un bell’evento organizzato dagli amici di eQual – Potere al Popolo, nel quale Simone Fana ha presentato il libro scritto a quattro mani con la sorella Marta Fana, dal titolo Basta salari da fame! (edizione Laterza).  Il FSI Mantova ha partecipato con una sua delegazione e dopo aver ascoltato con attenzione la presentazione, moderata da Emanuele Bellintani (candidato Sindaco con Mantova...

2

La mia adesione al Fronte Sovranista Italiano (parte I)

di L’ÉTRANGER   11 settembre 2019 Cari amici e followers di Twitter, venerdì ho aderito formalmente al Fronte Sovranista Italiano (FSI). Questa scelta, meditata da mesi e maturata gradualmente, sopraggiunge, peraltro, contestualmente ad un cambio di fase nella politica italiana. Ieri il Movimento 5 Stelle ha gettato definitivamente la maschera, scegliendo l’asservimento all’Unione europea e l’alleanza coi collaborazionisti di lunga data del Partito Democratico (una denominazione a dir poco orwelliana, considerata la loro viscerale avversione...

0

L’Unione europea è una fiction di quarta serie

di Simone Garilli (FSI Mantova) La principale dimostrazione che l’Unione Europea è solo un dispositivo di limitazione delle sovranità nazionali altrui, governato più o meno conflittualmente da due potenze regionali (Francia e Germania) e dalla superpotenza globale (Stati Uniti), sta nella qualità media miserrima del personale politico chiamato a gestirla. Come afferma Stefano Rosati, in effetti, “Il livello dei politici espressi dall’unione europea è di una penosa mediocrità. Di quattordici presidenti della commissione solo Delors ha...

0

Un tranquillo colpo di Stato

di FRANCESCO CARRARO   Possiamo andare a votare per il Parlamento europeo con le idee un po’ più chiare su ciò che l’Unione Europea rappresenta? Forse sì. E non serve neppure scomodare il “piccolo complottista” che, per fortuna, vigila su di noi, come un provvidenziale angioletto, e ci sveglia quando ci appisoliamo davanti al quella bella fiaba per adulti che inizia, più o meno, così: “C’era una volta il Sogno europeo e c’erano i padri...