Taggato: democrazia

0

Il mito degli uguali

di ALESSANDRO CASTELLI (FSI Trento) Leggendo Il Mito degli Uguali, un libro del 1996 scritto dal politologo britannico John Dunn, che dallo studio del pensiero di John Locke è passato alla descrizione dei limiti e delle problematiche dei sistemi democratici e della globalizzazione, non ho potuto fare altro che ripensare, per le ragioni che dirò, alle parole dei New Model Army di 51st State: Here in the land of opportunity, watch us revel in our liberty,...

0

Il tramonto della democrazia nell’era della globalizzazione

di DANILO ZOLO Oggi non è chiaro che cosa significhi la parola “democrazia”. Coloro che usano disinvoltamente il termine “democrazia” lo fanno o per pigrizia intellettuale o per scarsa conoscenza dei problemi. Molto spesso si tratta di retorica politica e di presunzione ideologica occidentale. Negli Stati Uniti d’America, in particolare, i leader politici usano il termine democracy per esaltare il proprio regime e per discriminare sul piano internazionale quelli che essi chiamano “Stati canaglia” (rogue states). Non...

0

Sicurezza, libertà, autonomia cognitiva

È scomparso ieri Danilo Zolo, filosofo e fondatore di “Jura gentium”, centro di filosofia del diritto internazionale e della politica globale. Ci lascia una delle poche voci critiche e non omologate al pensiero unico degli ultimi decenni.   di DANILO ZOLO Il trionfo dell’economia di mercato non ha soltanto messo in crisi lo Stato democratico nella sua forma di Welfare state: ha coinvolto l’intera esperienza delle istituzioni liberaldemocratiche occidentali. Il termine “sicurezza” è sempre meno associato ai...

0

Politica e sindacato

di CARLO GALLI   Non basta tenere i fermi i principi fondamentali della Carta costituzionale perché si possa dire che non si cambia la sostanza della Costituzione. Questa è modificata radicalmente anche se si lascia invariata e intatta la lettera dei principi fondamentali. Il principio fondamentale che «l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro» ha di per sé un contenuto decisivo, che è precisamente ciò di cui stiamo parlando: cioè il rapporto fra politica...

0

Alcuni equivoci sull’idea di ordine e sull’egualitarismo democratico

di JULIEN BENDA L’idea di ordine è normalmente oggetto di un equivoco di cui non solo si valgono coloro che l’utilizzano, ma che sembra ammesso da persone oneste in assoluta buona fede. Ricordiamo che l’idea di ordine quale l’hanno concepita [i Greci] è l’idea dell’armonia dell’universo, soprattutto dell’universo inanimato, l’idea di cosmo, di mondo, termine che significa l’ordinato per contrapposizione a l’in-mondo. Per i filosofi ellenici supremo ruolo della divinità e suo onore, era, non di aver creato...

0

Globalisti contro sovranisti

di GEOPOLITICAL CENTER Che brutta parola, sovranità, non più di moda, quasi pericolosa se viene pronunciata. Eppure è un pilastro della nostra costituzione. La sovranità appartiene al popolo, come recita l’art. 1 della Carta costituzionale, e non appartiene all’Unione Europea o ai vertici istituzionali della nostra Repubblica. La sovranità è del popolo ed il popolo deve decidere se cederne una parte o mantenerla tutta per sé. È inutile tornare a parlare di “destra” o di “sinistra”,...

1

Il dubbio

di CLAUDIA VERGELLA (FSI Roma) Le teorie liberiste appaiono in contrasto con elementari principi di buon senso e, quando vengono applicate, la realtà che ne deriva, conferma quanto siano sballate e dannose. Chi si riconosce convintamente in questo giudizio viene spesso assalito da un dubbio: coloro che sostengono tali teorie sono ignoranti in buona fede oppure sono in cattiva fede e le sostengono a vantaggio di una parte ristretta della società? Fa propendere per la prima...

0

Roma: venite a firmare per Riconquistare l’Italia direttamente nei Municipi

Per sottoscrivere la nostra candidatura alle regionali del Lazio potrete recarvi, con un documento di identità valido,  direttamente presso i MUNICIPI del Comune di ROMA, dove troverete i moduli per la raccolta firme da noi depositati. Municipio I Servizi Demografici – Via Petroselli 50 (all’ingresso, a sinistra, Servizi Demografici: ai due sportelli informazioni vi indicheranno dove sono i moduli) riferimento: Dott. Claudio Milardi, tel. 06/69601410 orario: dal lunendì al giovedì 8:30-17:00, il venerdì 8:30-13:00 ld.mun01@comune.roma.it...

0

Stefano Rosati (Fronte Sovranista Italiano): elezioni regionali del Lazio a rischio invalidità

LAZIO: ELEZIONI REGIONALI A RISCHIO INCOSTITUZIONALITÀ DIMEZZARE IL NUMERO DELLE FIRME COME IN LOMBARDIA Le elezioni del 4 marzo 2018 rischiano di passare alla storia come il punto più basso raggiunto dalla nostra già svilita democrazia costituzionale, in quanto si svolgeranno in macroscopica violazione del principio di uguaglianza su cui dovrebbe essere edificata la nostra Repubblica. Da una parte la gestazione delle nuove leggi elettorali (nazionale e regionale), approvate secondo un triste malcostume a fine legislatura, si...

0

Elezioni regionali Lazio e Lombardia del 4 marzo 2018: è ufficialmente iniziata la raccolta firme di Riconquistare l’Italia

Oggi 9 gennaio 2018 sono stati finalmente pubblicati i decreti con cui il Presidente Zingaretti e il Prefetto della Provincia di Milano hanno convocato, per il giorno 4 marzo 2018, i comizi elettorali per la elezione diretta del Consiglio Regionale e del Presidente della Regione Lazio e della Regione Lombardia. Non è ancora dato sapere quando verranno rese disponibili le istruzioni e la modulistica ufficiali. Nonostante i ritardi istituzionali, che ci lasciano meno di 1 mese per...

0

Bonino-Tabacci, la morte della democrazia e la vergogna delle regionali fantasma in Lazio e Lombardia

La Storia insegna come in fase decadente il Potere, alle prese con la crisi del consenso, utilizzi impunemente ogni strumento, più o meno lecito, per arroccarsi nel Palazzo ed impedire l’accesso di forze fresche e popolari. Accade così che, se a livello nazionale le lagne di Emma Bonino ricevano l’indecente soccorso di Tabacci, scongiurando il rischio di tenere, giustamente, fuori dalla competizione una lista che non rappresenta nessuno, a livello regionale le elezioni annunciate in...

6

Mélenchon e Le Pen come Hollande, Tsipras e Trump, ovvero: l’era in cui i programmi elettorali non contano più nulla

di RICCARDO PACCOSI (FSI Bologna) La deriva estremista del liberismo-globalismo, deve portare tutte le persone ragionevoli e moderate a considerare quest’ultimo come male assoluto. Per giungere a tale conclusione, forse sarebbe stato sufficiente il progetto neoliberista – disvelatosi con la fase dell’austerity – di distruggere ogni forma di protezione sociale conquistata nel Novecento e di estinguere progressivamente la classe media. Il fatto, però, che a quanto appena detto si aggiunga oggi anche una “guerra mondiale...