Taggato: Fronte Sovranista Italiano

0

La nostra richiesta di rettifica al Secolo d’Italia sul caso Fusaro

Gent.mo Direttore del Secolo d’Italia, in data 22 giugno 2017 è apparso sul quotidiano online da Lei diretto l’articolo, a firma di Annalista Terranova, dal titolo “Il caso Fusaro, così un marxista diventò maestro per la destra radicale“. Il predetto articolo contiene affermazioni non veritiere e diffamatorie sul nostro conto, in quanto lesive della nostra immagine, delle quali chiediamo l’immediata rettifica ed in merito alle quali ci riserviamo di intraprendere ogni più opportuna azione. Nell’articolo,...

0

Qualche effetto dell’invasione giornalistica della scuola pubblica italiana

di PAOLO DI REMIGIO (FSI Teramo) Il lamento che in Italia si leggono poco i giornali trascura che i loro articoli sono una merce tra le altre e che la scarsa domanda può essere indice di cattiva qualità dell’offerta. In effetti gli articoli dovrebbero dare notizie, in realtà si sforzano di diffondere ideologia, quella che protegge gli interessi degli editori. Per questa pesante ipoteca da cui essi sono gravati, la diffusione dei giornali a scuola...

1

“Ok, ma nel frattempo che si fa?!”

di MARTINA CARLETTI (FSI Umbria) Una risposta ai “FATE PRESHTOOOO!“, da parte di una operaia emigrata frontaliera per 8 mesi l’anno. La vera risposta a questa domanda, quella vera, è “NEL FRATTEMPO SI SOPRAVVIVE“. Servono anni per creare un partito Sovranista popolare. Nel frattempo, come è ovvio che sia, ognuno di noi si organizza (come fa dalla nascita…) per non morire di fame. È inevitabile che, prima di migliorare, le cose peggioreranno ancora di molto....

0

Cum panis

di LORENZO D’ONOFRIO (FSI Pescara) Riflettevo con gli amici sul fatto che molti (perlopiù in rete, perché la conoscenza di persona fa tutt’altro effetto) considerano noi del FSI settari. Sono gli stessi che hanno fretta, incapaci di impegnarsi in un progetto a lungo termine e che si perdono nel web alla continua ricerca di salvapopolo con la soluzione immediata. Mi rendo conto che concetti come disciplina, fratellanza, comunanza di visione della vita e della società, predisposizione...

0

L’azione

di STEFANO D’ANDREA Azione non è il semplice voto; non è esibizione e non è divulgazione. L’azione è organizzata. È attività di organizzazione e azione dell’organizzazione. L’azione è prolungata, duratura, costante, continua, intelligente. L’azione forma l’uomo nel senso che lo fa.

5

Lettera aperta a Diego Fusaro

di MARCELLO VEZZOLI (FSI Brescia) Buongiorno Professore. Ieri l’altro, parlando con un mio carissimo amico, ho appreso di un’infruttuosa iniziativa, recentemente intrapresa dal medesimo e diretta, nello specifico, ad organizzare un convegno vertente su contenuti filosofici e connotato da valenza precipuamente politico rivoluzionaria, la cui impostazione organizzativa avrebbe dovuto polarizzarsi sulla prestigiosa presenza del Professor Diego Fusaro, ospite d’eccezione e relatore dell’evento. L’amico, un operaio metalmeccanico (al pari dello scrivente) rispondente al nome di Antonio Percoco,...

0

Politica e tempo

di JACOPO D’ALESSIO (FSI Siena) Ancora oggi molti attivisti considerano il tempo una sorta di mostro mitologico: una categoria priva di controllo di fronte alla quale rimangono terrorizzati e si arrendono. Oppure vediamo altri che per lo stesso motivo decidono di scendere verso inutili compromessi che rischiano di mettere a repentaglio i loro obiettivi e la fatica di anni. Perciò, invece di utilizzare il tempo in qualità di soggetti capaci di costruire un progetto grazie...

1

Gli obiettivi che abbiamo raggiunto e un ringraziamento agli elettori

La lista Riconquistare Avezzano, il Fronte Sovranista Italiano, sezione di Avezzano, che l’ha promossa e il candidato sindaco Stefano D’Andrea ringraziano gli avezzanesi che hanno votato la lista o il candidato sindaco. L’unico obiettivo immediato astrattamente conseguibile, l’elezione di un consigliere comunale di opposizione, non è stato raggiunto per poche centinaia di voti, che sono mancati alla lista (non al candidato sindaco). Tutti gli altri obiettivi che ci prefiggevamo, strumentali al prossimo nostro impegno elettorale,...

0

Elezioni Amministrative 2017: il nostro in bocca al lupo

Il nostro progetto ha un sapore ANTICO o attinge all’ETERNO? Stiamo tentando qualcosa che sembra appartenere a un altro tempo, qualcosa che sembra antico, per la forma, i tempi, gli scopi, la nobiltà, la comunità. Ma lo stiamo facendo con un vessillo – la riconquista della sovranità – che è un’idea che ha il polso del tempo. Chi sa, forse il vecchio che stiamo riesumando, riempito del moderno contenuto, è in realtà l’eterno. Stefano D’Andrea,...

7

Cinque buoni motivi per odiare l’ideologia leghista

di FEDERICO MONEGAGLIA (FSI Trento) 1) La Lega è ANTI-ITALIANA nella misura in cui si è costituita con lo scopo (come titola lo stesso Statuto del movimento politico confederale) di attentare all’unità politica del Paese, come riporta l’articolo 1 dello Statuto della Lega Nord (http://www.leganord.org/phocadown…/ilmovimento/…/Statuto.pdf). Secondo l’Art. 52 della Costituzione la difesa della Patria è sacro dovere del cittadino, dunque i tentativi di secessione vanno eradicati (finanche, se necessario, con le armi). 2) È intrinsecamente RAZZISTA,...

0

Il ‘triangolo magico’, i sistemi elettorali e l’accountability

di STEFANO ROSATI (FSI Rieti) Negli ultimi giorni la questione della legge elettorale è tornata di stretta attualità. È bene però essere chiari: le dispute sui sistemi elettorali sono aria fritta. Il sistema elettorale maggioritario, uninominale o a doppio turno, o quello proporzionale con sbarramento (al 5%!) o con premi di maggioranza – ossia i sistemi elettorali di cui si parla da anni in Italia – sono gli unici ammissibili in quanto funzionali alla sola forma...

0

La militanza non è un’opinione

di ANDREA FRANCESCHELLI (FSI Pescara) L’atomizzazione sociale si rivela anche dal consumo della propria opinione per l’argomento del giorno – che siano gli immigrati, i vaccini, Riina o il virus Ebola – in assenza di una visione storica e collettiva della società in cui si vive e senza spendersi in azioni concrete. L’attivismo opinionista fine a se stesso è la più grande malattia sociale del nostro tempo, che ci rende inermi di fronte alle decisioni...