Taggato: guerra

2

Surrealismo o Futurismo?-2

Se per Benedetto Croce "per chi abbia il senso delle connessioni storiche, l'origine ideale del fascismo si ritrova nel futurismo", per Antonio Gramsci "I futuristi hanno svolto questo compito nella cultura borghese: hanno distrutto, distrutto, distrutto; hanno avuto la concezione nettamente rivoluzionaria, assolutamente marxista, quando i socialisti non si occupavano neppure lontanamente di simile questione". [1] I futuristi dovettero decidere quale atteggiamento politico prendere davanti alla “concezione rivoluzionaria” di cui parlava Gramsci. Ci ritroviamo ancora...

1

Guerra, commissariamento, depressione e seconda morte della patria (6)

Sesta parte del   Documento di Analisi e Proposte politiche dell'Associazione Riconquistare la Sovranità: §9 L'ìtalia deve tornare ad essere una nazione pacifica; §10 La deriva della nazione; §11 Il commissariamento politico dell'Italia e la seconda morte della patria; §12 La depressione economica.   9. L’Italia deve tornare ad essere una nazione pacifica. Nell’ultimo quindicennio, l’Italia ha partecipato a innumerevoli guerre di aggressione, sempre come ruota di scorta degli Stati Uniti, ora sotto l’ombrello della...

2

L’Imperialismo, la Democrazia, la Verità ed i Sofisti

Forse non tutti sanno che la democrazia fin dalla nascita ama coniugarsi con l'imperialismo. Intanto chiariamo ancora una volta un fatto storico: nella tanto acclamata democrazia ateniese del periodo classico (V-IV sec AC) solo i padroni potevano partecipare attivamente alla ecclesia (l’assemblea con poteri legislativi e giudiziari). Erano escluse le donne, i meteci (gli stranieri residenti) e, ovviamente, gli schiavi. In quel periodo la popolazione di Atene si aggirava intorno alle 500.000 persone; di queste...

0

Dipendenza dell'Italia e 'nodo' sull'evasione/elusione fiscale

Italia, paese servo di primaria importanza nelle strategie geopolitiche USA. Lo aveva fatto trasparire l'ambasciatore USA in Italia, David Thorne, sostenendo che l'intervista rilasciata da Obama a "La Stampa" «mostra l'importanza della visita di Monti negli USA». Monti e Obama si sono incontrati ieri per discutere dei «passi complessivi che il governo italiano sta compiendo per riconquistare a fiducia dei mercati e per rafforzare la crescita attraverso le riforme strutturali». La Casa Bianca «apprezza l'importante...

0

La quarta guerra mondiale è cominciata

pubblicato nel giugno 1997, su "Le Monde Diplomatique" di Marcos La guerra è una questione fondamentale per lo Stato, è la provincia della vita e della morte, la via che conduce alla sopravvivenza o all'annichilimento. È indispensabile studiarla a fondo  ("Arte della guerra". Sun Tzu) La globalizzazione moderna, il neoliberismo come sistema mondiale, deve essere intesa come una nuova guerra di conquista di territori. La fine della III Guerra Mondiale, o "Guerra Fredda", non significa che...

0

Lettera di Gheddafi del 12 Settembre 2011

di Muammar Gheddafi "La realtà della situazione ha iniziato a chiarirsi; è in atto una rivolta contro la rivoluzione di Al-Fatah e contro il potere dei Comitati del Popolo. Questo sforzo riconosciuto è il tentativo di far precipitare la Libia nello stato in cui era prima della Rivoluzione (la rivoluzione di Al-Fatah) ovvero una proprietà delle multinazionali occidentali ma non del popolo Libico, con lo scopo di farlo tornare in schiavitù dopo che era stato...

0

Drastico taglio alle spese militari? No: sono un socialista antimperialista.

di Stefano D'Andrea Recentemente ho sottoscritto un appello che aveva ad oggetto cinque slogan. Uno dei cinque slogan era questo: “Drastico taglio alle spese militari e cessazione di ogni missione di guerra” (1). Un appello si sottoscrive perché se ne condivide lo spirito di fondo e si conviene sull’utilità dell’iniziativa. Dissensi sui dettagli e magari anche su uno dei punti oggetto dell’appello non possono indurre ad astenersi dall’adesione; salvo assumere l’atteggiamento del fariseo che è...

0

Libia: aggiornamenti – Discorso di Gheddafi del I settembre 2011

Aggiornamento del 5 settembre Articoli, notizie, commenti su false notizie e immagini relative alla guerra contro la Libia ci accompagneranno per un bel po' di tempo. Perciò ho deciso di aprire un post, destinato ad essere aggiornato e che sarà collocato nella home in una posizione di evidenza. Queste poche frasi di spiegazione resteranno in testa al post. Mentre i successivi aggiornamenti saranno collocati sopra quelli precedenti, i quali scivoleranno in basso. Invito gli amici che hanno...

0

Sette punti sulla guerra contro la Libia

di Domenico Losurdo  Domenico Losurdo  Segue Libia sotto le bombe, racconto di testimoni italiani Ormai persino i ciechi possono essere in grado di vedere e di capire quello che sta avvenendo in Libia: E’ in atto una guerra promossa e scatenata dalla Nato. Tale verità finisce col filtrare sugli stessi organi di «informazione» borghesi. Su «La Stampa» del 25 agosto Lucia Annunziata scrive: è una guerra «tutta “esterna”, cioè fatta dalle forze Nato»; è il...

0

Il terrorismo dei formatori e istupiditori dell'opinione pubblica nazionale

    Il primo agosto, ho pubblicato un articolo dal titolo: Libia: la disfatta dei ribelli e della NATO. L'articolo era basato su alcune fonti, tutte rigorosamente citate e tuttavia temevo che le mie valutazioni dei fatti fossero troppo ottimistiche. Le fonti smentivano il silenzio della stampa ufficiale (La Repubblica, Corriere della Sera, La stampa, ecc.) sulla guerra di Libia e davano, invece, rilevanza a fatti che potevano risultare decisivi per l’esito della guerra.   Nel...

0

Le guerre asimmetriche, Breivik ed i Valsusini

Provate ad immaginare un soldato armato di tutto punto che affronta in una battaglia dagli esiti incerti un altro soldato equipaggiato in modo simile. Adesso immaginate lo stesso soldato che affronta un bambino disarmato. Potete così comprendere cosa significhi guerra simmetrica e guerra asimmetrica. La guerra simmetrica presuppone che i due contendenti abbiano uguali possibilità e risorse, quella asimmetrica presuppone invece che uno dei due sia ampiamente favorito per qualità, quantità di armamenti e preparazione....

0

L'ottimismo della volontà

di Luciano Fuschini Il giornale del ribelle Proseguono i tentativi di definire un programma che qualifichi Uniti & Diversi come soggetto politico autonomo. Dopo le assemblee fondative, il seminario di Torino ha discusso e approvato un documento sulla Decrescita e il seminario di Roma ha discusso i temi della politica internazionale. Il tutto procede con molta lentezza e con crescente stanchezza, diciamocelo francamente. Il fatto è che cerchiamo di delineare in positivo una via d’uscita...