Taggato: Intellettuali

1

Una élite liberale che ancora ci conduce verso l’abisso

Traduzione a cura di Emilio di Somma (FSI Torino) Un gruppo di 30 rispettati intellettuali, scrittori e storici ha pubblicato un manifesto lamentando l’imminente collasso dell’Europa e dei suoi presunti valori illuministici di liberalismo e razionalismo. L’idea di Europa, avvertono, “sta cadendo a pezzi davanti ai nostri occhi”, mentre la Gran Bretagna si prepara alla Brexit e i partiti “populisti e nazionalisti” sembrano pronti a ottenere ampi successi nelle elezioni in tutto il continente. (nt....

0

Il mito di Narciso, paradigma dell’era post-moderna

di FEDERICA FRANCESCONI Se c’è un mito che rappresenta bene la deriva autarchica dell’età post-moderna, questo è quello di Narciso, l’eterno giovane che vive della sua sola immagine riflessa, senza curarsi di ciò che gli sta attorno. Ogni aspetto dell’attuale vita politica, sociale e culturale ha un qualcosa che richiama il narcisismo patologico, dallo scollamento di gran parte della classe dei governanti dai reali bisogni della gente, spregiativamente chiamato il popolino fannullone, alla una figura...

2

La prostituzione cosmopolita degli inellettuali italiani, la Patria e la disgregazione

di FEDERICO MONEGAGLIA (FSI Trento) La funzione cosmopolita degli intellettuali italiani è il sintomo più evidente dello stato di disgregazione del Popolo Italiano. La funzione cosmopolita degli intellettuali, che si sviluppò a partire dal ‘400 e fu riassorbita nel processo del Risorgimento, trovava al tempo di quest’ultimo uno dei suoi ultimi esponenti in Pellegrino Rossi, il quale non a caso divenne Ministro dell’Interno del Governo Pontificio nel 1848, dopo un passato di mercenario intellettuale alla...

0

Intellettuali conservatori: segui il denaro

Un articolo di qualche giorno fa di Krugman denuncia la corruzione profonda della cultura neoliberale: i suoi intellettuali cessano lo sforzo di comprendere la realtà e scrivono per compiacere i gruppi di interesse che li hanno reclutati; i gruppi di interesse cessano di apparire come tali, e aromatizzano i loro piani con il pathos di universalità: agli intellettuali comprati dagli affaristi fanno riscontro gli affaristi paludati da intellettuali che spacciano per destino del mondo i...

1

Considerazioni a partire da Brexit

di MARINO BADIALE (FSI Liguria)   1.Breve riassunto Il referendum inglese sull’UE rappresenta un punto di svolta, che non poteva non generare un dibattito sostenuto. Abbiamo cercato di documentarlo in questi giorni sul blog. È probabile che il prossimo futuro ci riservi altri mutamenti politici significativi (la decisione di ripetere il ballottaggio per le elezioni presidenziali austriache va in questa direzione). In un momento simile si può forse provare a fare il punto di quanto...

2

La frizione feconda tra Costanzo Preve e Gianfranco La Grassa

di SIMONE GARILLI (ARS Lombardia) Preve è stato un intellettuale, nel senso nobile del termine, cioè critico sistemico del proprio tempo, che non si limita a scoperte analitiche su un tema specifico, ma costruisce un edificio originale complessivo e in qualche misura profetico, anche se il suo essere profetico non è il fine (che è invece l’analisi di qualità a supporto di un’azione politica), ma uno dei sintomi. La Grassa, invece, è un intellettuale a...

0

I veri demolitori della scuola pubblica

Gli Stati generali della conoscenza della CGIL e il ruolo degli intellettuali – Le analisi e le proposte di Alternativa di Massimo Bontempelli e Fabio Bentivoglio – Alternativa. fonte megachip La Federazione Lavoratori della Conoscenza – CGIL ha lanciato un appello al mondo della cultura per aderire e partecipare ai cosiddetti Stati generali della conoscenza. L’appello, si legge nel documento, è rivolto “a tutti coloro che credono occorra innovare l’istruzione, la formazione e la ricerca”...