Taggato: liberalismo

0

La verità sul neoliberalismo

Traduzione a cura di Alessandro Castelli (FSI Trento) È la paura dello Stato nazione come forza democratica che sta alla base del progetto neoliberale. Questo è il secondo saggio di una serie in due parti di Phil Mullan che esplora il credo politico ed economico del globalismo. La prima parte, che esplora l’ideologia del globalismo, è pubblicata qui. ‘Neoliberalismo’ è una parola oggi spesso usata come un insulto rivolto contro qualsiasi cosa che alla sinistra...

0

Globalismo: un mondo in catene

Traduzione a cura di Alessandro Castelli (FSI Trento) La peggior paura dei globalisti non è lo Stato – è il popolo Questo è il primo saggio di una serie in due parti di Phil Mullan che esplora il credo politico ed economico del globalismo. La seconda parte, sulla genesi e la politica del neoliberalismo, sarà pubblicata tra due settimane. Siamo entrati in uno di quei periodi della storia in cui l’ordine mondiale può essere definito...

0

“L’inferno dell’uguale” – Intervista al filosofo sudcoreano Byung-Chul Han

Traduzione a cura di Antonio Marrapodi (FSI Roma) “Oggigiorno le persone si consumano mentre pensano di starsi realizzando”. Il filosofo sudcoreano Byung-Chul Han, illustre sostenitore della società dell’iperconsumismo, spiega a Barcellona le sue critiche a quello che definisce “inferno dell’uguale”. Si pensi alle Torri Gemelle: grattacieli uguali tra di loro e che si riflettevano vicendevolmente in un sistema chiuso in sé stesso che imponeva l’uguale escludendo le differenze e che furono bersaglio di un attentato...

0

Liberate il Leviathan!

di Luca Mancini (FSI Roma) Il liberalismo può essere definito come una competizione eterna tra tutti gli individui in nome di una libertà assoluta. A ben guardare, esso ha esattamente le stesse caratteristiche che il filosofo inglese Thomas Hobbes aveva individuato per lo stato di natura degli uomini: un luogo privo di leggi, dove gli uomini vivevano separati e in continua lotta fra loro per la sopravvivenza. In tale condizione, ovviamente, essi erano estremamente liberi,...

1

Un’arte vuota per una cultura vuota

di Luca Mancini (FSI Roma) Già immagino uno stuolo di critici, o presunti tali, che soltanto leggendo il titolo inorridiscono e leggono l’articolo scuotendo la testa e considerando me, e tutti quelli come me, dei bifolchi ignoranti e volgari che non comprendono la bellezza dell’arte elitaria di cui siamo circondati. D’altronde, nella mia stupidità, devo aver perso il momento in cui il temine “volgare” è diventato un insulto, perchè ho sempre saputo che etimologicamente il...

0

La grande recessione in 10 anni

di RAMIN MAZAHERI (Blog di Saker) Traduzione a cura di Emilio di Somma (FSI Torino) Dieci anni fa la mia vita è stata completamente rovinata da una crisi economica con cui non avevo nulla a che fare. Nell’Agosto del 2008, AFP (Agence France Presse) disse che se avessi imparato il francese, mi avrebbero dato un lavoro. Ho traslocato dai miei genitori ed ho studiato 5 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, per 5...

0

Sovranismo vs. globalismo capitalista

di Luca Mancini (FSI Roma) Il sovranismo è indubbiamente destinato ad essere una grande ideologia socio-economica, che giocherà un ruolo importante nella storia del XXI secolo. Essa è basata su due concetti molto semplici: libertà per la propria patria e giustizia sociale per il proprio popolo. Tuttavia, a questo punto, noi del FSI che siamo stati i primi ad utilizzare questo termine in questo senso, dobbiamo porci una questione cruciale: esso è esportabile? La risposta...

0

Sovranità, democrazia e socialismo

di Manolo Monereo, Héctor Illueca e Julio Anguita Traduzione a cura di Federico Musso (FSI Roma)   Da quando Bodin ha scritto “I sei libri della Repubblica” nel 1576, il concetto di sovranità ha percorso un lungo cammino. In principio si associava allo Stato Assoluto e implicava la potestà di sanzionare e derogare leggi e ottenere l’obbedienza dei sudditi senza la necessità di un suo consenso. Tuttavia, una volta che il secolo XVIII irrompe nella...

0

No alle battaglie consumistiche, si alla guerra politica!

di Luca Mancini (FSI Roma) È necessario rigettare con forza le battaglie consumistiche, poiché queste ultime sono soltanto funzionali al sistema economico vigente e sono per i consumatori che lo hanno supinamente accettato e non vogliono cambiare la loro condizione. In realtà loro credono di poterla cambiare smettendo di acquistare un determinato prodotto ed ecco che la rivoluzione, secondo costoro, passa per il boicottaggio di una determinata marca, azienda o multinazionale, la quale in realtà...

0

Per una nuova etica della storiografia

di LUCA MANCINI (FSI Roma) La storiografia corre oggi un pericolo mortale! Da magistra vitae è stata ormai ridotta ad ancella delle scienze esatte, le quali nella società odierna sembrano essere le uniche degne di considerazione. Va rifiutato e ripudiato con fermezza lo scientismo moderno, che pervade ogni angolo della nostra società con le sue pretese assolutistiche! La storia, come ogni altra materia umanistica, subisce l’influenza ideologica del dominante sistema liberale, il quale, per la...

0

L’immigrazione non è il problema

di LUCA MANCINI (FSI Roma) Intorno alla scottante tematica dell’immigrazione c’è un gran trambusto e un’enorme confusione, probabilmente voluta da chi ogni giorno strumentalizza questo dibattito per i propri scopi elettorali. Salvini, dapprima ha eliminato la lotta all’euro dal suo programma, perché troppo rivoluzionaria per un uomo del sistema, un lupo travestito da agnello, e successivamente si è gettato a capofitto nell’unica battaglia che l’establishment euroliberale gli avrebbe parzialmente permesso, ossia proprio l’immigrazione. Per gli...

0

Liberalismo vs. socialismo

di LUCA MANCINI (FSI Roma) La storia dell’età contemporanea è caratterizzata dallo scontro tra due ideologie socio-economiche: liberalismo e socialismo. Il primo glorifica il mercato e vive nella ferrea convinzione che esso si autoregoli e goda di un equilibrio intrinseco. Se ciò non avviene è colpa dello Stato e dell’intervento pubblico in economia, il quale non fa altro che distorcere le forze produttive. Perciò il liberalismo mira all’eliminazione dello Stato o a ridurlo al ruolo...