Taggato: sinistra

0

La scomparsa della sinistra e del centrosinistra in Europa e i sovranisti

di STEFANO D’ANDREA Il sostegno elettorale ai partiti di sinistra diminuisce in Europa da anni; e in alcuni Stati, come in Italia, è crollato; né vi sono sacche significative di sinistra extraparlamentare. In grande calo è anche il centro-sinistra, qualsiasi cosa abbia significato negli ultimi venti anni questa espressione: i partiti di Sanchez, di Hollande e la SPD sono ai minimi storici. La scomparsa della sinistra e del centro-sinistra in Europa è una buona notizia...

0

I sovranisti sono avanti di trent'anni

di SIMONE GARILLI (FSI Lombardia) Fino a qualche tempo fa i pochi che osavano dichiarare obsolete le categorie politiche di ‘destra’ e ‘sinistra’ venivano derisi o emarginati. Oggi invece The Economist, bibbia degli entusiasti della globalizzazione, si spinge a sostenere che c’è una nuova divisione politica che attraversa entrambe le categorie. La divisione è tra chi vuole un mondo ‘aperto’ e chi ne vuole uno ‘chiuso’. Naturalmente, sin dall’immagine in cima all’articolo, gli ‘aperti’ sono...

1

Considerazioni a partire da Brexit

di MARINO BADIALE (FSI Liguria)   1.Breve riassunto Il referendum inglese sull’UE rappresenta un punto di svolta, che non poteva non generare un dibattito sostenuto. Abbiamo cercato di documentarlo in questi giorni sul blog. È probabile che il prossimo futuro ci riservi altri mutamenti politici significativi (la decisione di ripetere il ballottaggio per le elezioni presidenziali austriache va in questa direzione). In un momento simile si può forse provare a fare il punto di quanto...

2

È utile comprendere una fase storica con cinque anni di ritardo?

di RICCARDO PACCOSI (FSI Emilia-Romagna) Maurizio Landini afferma che “il più grande errore” della sinistra italiana fu commesso durante la caduta di Berlusconi, allorché venne appoggiato Mario Monti e le sue politiche criminali nei confronti dei diritti del lavoro ed eversive nei confronti dei fondamenti della Costituzione. Ovviamente io sono d’accordo. Anzi, ci aggiungo che quel sostegno può forse essere considerato il più grande errore compiuto dalla sinistra italiana dal Dopoguerra a oggi. Fu quell’appoggio...

11

La mercificazione dell'utero e l'alienazione della partoriente

di LUCA MANCINI (ARS Lazio) A questo articolo va fatta una necessaria e fondamentale premessa. Esso non ha in alcun modo la pretesa di rappresentare la posizione della maggior parte dei soci ARS su un tema alquanto delicato come quello dell’utero in affitto. Esso non ha alcuna pretesa universale, ma vuole semplicemente essere una riflessione su un tema che ultimamente ha animato il dibattito pubblico. Inoltre, questo articolo lo si potrebbe definire filosofico, sia perchè...

1

I misteri della sinistra secondo Jean-Claude Michéa

Intervista a cura di Fabio Gambaro (fonte: Repubblica.it) “La progressione del voto per il Fronte Nazionale tra le classi popolari si spiega innanzitutto con l’incapacità della sinistra di parlare a quella parte della popolazione “. Per Jean-Claude Michéa, infatti, la sinistra contemporanea non ha più nulla a che vedere con la nobile tradizione socialista. Incapace di proporre un’alternativa economica al capitalismo trionfante, ha ripiegato sulle battaglie civili care all’intellighenzia progressista e in sintonia con l’individualismo...

2

La mutabilità di Destra e Sinistra

Tra le innumerevoli pagine che ho letto negli anni del maestro Renzo De Felice, una di quelle che mi ha colpito maggiormente e grazie alla quale ho capito molte cose è la seguente: Il fatto è che certe parole, create per definire delle situazioni o delle idee, continuano ad essere impiegate quando quelle situazioni o quelle idee non esistono più o, ciò che è lo stesso, si sono profondamente trasformate. Il caso di “destra” e...

0

I Cervi – la sinistra e i sovranisti: due opposte commemorazioni

“La storia della mia famiglia non è straordinaria. E’ la storia del popolo italiano, combattente e forte… Da noi trovate famiglie unite come le dita di una mano. E sono unite perché hanno una religione, il rispetto dei padri, l’amore alla vita, al progresso, alla scienza, alla Patria. E noi contadini emiliani amiamo soprattutto la Patria e il progresso, così non si ha paura di morire… Don Pasquino (Borghi: ndr) era un prete giovane, di...

4

Svolta clamorosa del giornale tedesco “Die Zeit”. Dopo il golpe a Kiev, l’Europa abbandoni gli USA e si apra alla Russia

Fonte Sinistra.ch Il settimanale tedesco “Die Zeit” è forse il prodotto giornalistico di più alta reputazione in Germania e notoriamente ha una linea editoriale politicamente liberale, genericamente centrista. Non è insomma da ritenere un organo “anti-imperialista” o ostile agli Stati Uniti. Ecco perché quanto successo il 6 giugno scorso ha dello straordinario. “Die Zeit“ ha infatti aperto il suo portale online con un incredibile attaco frontale alla politica vigente dell’Unione Europea, in riferimento al conflitto in Ucrania. Lo ha...

0

Mimmo Porcaro

I'itervento di Mimmo Porcaro nella tavola rotonda svolta durante la III assemblea nazionale dell'ARS httpv://youtu.be/2qiulBPtIrM

5

Le elezioni ungheresi: note sulla sinistra e sulla destra

Le elezioni ungheresi hanno visto diminuire soltanto del 3% i votanti, che sono stati il 61% dell'elettorato: l'aumento dell'astensione, considerati i tempi, è minimo e non particolarmente rilevante. Le elezioni le ha vinte il partito di Orban, Fidesz, che ha ottenuto il 44,4%. Dicono che Fidesz sia un partito "di destra". Il partito di "sinistra" che è un'alleanza – si chiama appunto "Alleanza" – ha ottenuto soltanto il 25,9% dei consensi. Il 5,2% è andato...

10

La classe media

Segnalo questo articolo di Fiorenzo Fraioli: dopo le prime battute dedicate allo stancante tema della distinzione destra/sinistra, tema che dell'articolo costituisce soltanto l'occasione, sono svolte acute e originali riflessioni sulla classe media, le quali meritano di essere meditate (SD'A) Fiorenzo Fraioli Eco della rete Nel commentare sul blog Sollevazione ho, provocatoriamente, affermato che "Paradossalmente, per indicare la natura della contrapposizione odierna rispetto all'UE, l'espressione 'guelfi/ghibellini' sarebbe più chiara che non 'destra/sinistra'. Pensateci bene: i guelfi...