Taggato: terrorismo

2

Il Sole24ore avvia la campagna di terrore autunnale

di ANDREA ZHOK (FSI Trieste) Questo articolo, che peraltro non dice niente di falso sul piano fattuale, aiuta però bene a comprendere il funzionamento odierno dei rapporti tra economia e politica. Ogni politica (NB: anche quella dei paesi che se la cavano meglio, come la Germania) deve essere sottoposta ad un costante ricatto di fronte alla possibilità di irritare i ‘mercati’. I ‘mercati’, dal canto loro, sono la nuova incarnazione della Natura, cometerremoti o meteoriti;...

0

Sull’altra sponda del Mediterraneo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo contributo del nostro simpatizzante ligure Luigi Rossi.   L’attulale conflitto intestino che sta insanguinando la Libia va sotto il nome di “Seconda guerra civile libica” e convenzionalmente si fa iniziare dal maggio del 2014, quindi due anni e mezzo dopo la morte di Muhammar Gheddafi. L’odierno conflitto oppone due schieramenti principali: un governo la cui sede provvisoria si trova nella città di Tobruk, presieduto dal primo ministro Abdulah Al-Tani e...

0

Normalità del terrorismo e ipocrisia della “guerra al terrorismo”

di STEFANO D’ANDREA In questi giorni, stampa e TV hanno informato l’umanità intera, anche mostrando immagini e foto,  sulla terribile vendetta dello Stato Islamico contro due soldati turchi, che sono stati arsi vivi. Giustamente, ovviamente, naturalmente, ogni spettatore e lettore ha provato un sentimento di disprezzo e anche di odio verso lo Stato Islamico. L’onestà vorrebbe tuttavia, che stampa e TV informassero anche su analoghi crimini, peggiori per quantità di vittime innocenti, e simili per...

5

Italiani terroristi

Ho svolto un sondaggio sulla mia pagina facebook, al quale hanno risposto oltre sessanta persone. Riporto sia la domanda che le risposte, escludendo soltanto quelle di coloro che, in realtà, hanno commentato ma non risposto e hanno, invece, voluto aprire conversazioni, più o meno a tema. La domanda posta aveva dietro di sé, ossia implicava, un’altra domanda, nascosta nella formulazione: bombardare dall’alto un esercito o un popolo o una banda di malviventi o di partigiani,...

0

Parola di Putin

Il concetto stesso della «sovranità nazionale» per la maggioranza degli Stati è diventato un valore relativo. In sostanza, è stata proposta la formula seguente: più forte è la lealtà a un unico centro di influenza nel mondo, più alta è la legittimità del regime governante. Con queste parole il presidente russo Vladimir Putin, in una conferenza dello scorso ventiquattro ottobre, criticava l’operato degli Stati Uniti d’America e della stessa Europa dal punto di vista geopolitico....

4

Sono un patriota: l'Italia e il terrorismo

Chi scrive, per quel che può servire oggi, si ritiene un patriota . Ama profondamente l’Italia e nel contempo sentendosi prima cittadino europeo e poi cittadino del mondo rispetta le patrie altrui, tutte . L’orgoglio di essere italiano è sorto nel tempo, non è stata una semplice infatuazione nata caso mai in occasione della vincita di qualche mondiale di calcio, ma conseguenza dell’analisi ragionata ed approfondita di come sono state affrontate in Italia alcune situazione...

2

Bambini (Universali e Particolari)

  Esiste una significativa distinzione tra chi viene commemorato con nome cognome e chi invece no. Nome e cognome danno un identificativo unico ed inequivocabile, mentre l'anonimato fa scendere l'identità nelle sabbie mobili dell'impersonale che facilmente scivola verso l'ignoto (monumento al milite ignoto, ad es.). Si tratta, insomma, di distinguere tra Universali e Particolari, dove questi ultimi godono di privilegi che all'Universale vengono negati.   Se nomino quindi Martin Richard sto dando un volto ed...

0

Convegno sull’euro a Frosinone: resoconto della giornata e video dell’intervento di Alberto Bagnai

Resoconto della giornata di Fiorenzo Fraioli, organizzatore del convegno Ecodellarete L'aver invitato a parlare di euro relatori appartenenti a tradizioni diverse, dai "comunisti" Pasquinelli e De Santi al "massone progressista" Magaldi, ci esponeva al rischio che l'evento si risolvesse in una disordinata cacofonia. E' stata, invece, una polifonia, che ha addirittura fatto intravedere la possibilità che forze e tradizioni di pensiero politico diverso possano, in circostanze eccezionali, costituire un "fronte ampio" contro un avversario comune:...

0

Victory Day 66 vede la NATO come carnefici di massa

Gli Stati Uniti, l'Unione Europea ed il loro braccio militare (la NATO) sono diventati una puzzolente, sudicia, orrenda giungla di fascisti che causano omicidi di massa ovunque vadano. Leaders occidentali come Obama, Sarkozy, Cameron e Berlusconi sono totalmente incapaci a risolvere i problemi che hanno a casa loro, e provano a compensare tale incapacità impegnandosi in azioni delittuose nei vari luoghi del mondo, l'ultima delle quali è avvenuta in Libia. USA, UE e NATO sono...

0

Intervista a Giuseppe Mazzini

di Giancarlo De Cataldo L’autore di “Romanzo Criminale” ha incontrato a Londra uno dei Padri dell’Unità O meglio, ha immaginato di incontrarlo. Per farsi raccontare un po’ di storia del Paese. Con una domanda finale: ma lei era un terrorista?    Una stanza a Londra, un pomeriggio d’inverno. Mazzini veste di nero e ha un sigaro fra le mani, o fra i denti. E, di tanto in tanto tossisce. Le cronache tramandano che Mazzini aveva...

0

Allarmi terroristici ed elezioni

di Marco Palla fonte INFORMATION IS BEAUTIFUL     Un interessante esperimento di giornalismo visuale da parte di David McCandless, un freelance statunitense specializzato nell'uso di statistica e infografica. La linea rossa visualizza la quantità di allarmi terroristici apparsa sui media statunitensi dal 2004 a oggi, la linea azzurra indica gli appuntamenti elettorali (i due picchi più alti a novembre 2004 e 2008 sono le elezioni presidenziali, il picco intermedio più piccolo rappresenta le Mid...