Taggato: valore

3

Giacometti a Bhopal

Confesso di non avere mai sentito parlare di Alberto Giacometti fino a quando non ho cercato su internet “Van Gogh asta record”. Sapevo di un'asta record di un dipinto del celeberrimo pittore fiammingo e volevo conoscerne i dettagli. Con mia grande sorpresa tale asta (valore attorno ai 90 milioni di dollari) era stata superata da altre due strepitose vendite: un Picasso del periodo rosa (circa 100 milioni di dollari) e "L' Homme qui marche, I"...

0

Fantastilioni

Esiste un problema di veridicità fattuale in matematica. Da bravo epicureo dico che tutto ciò che cade nel mondo sensoriale è verificato, il resto è verificabile. Forse. Diciamo da verificare. E sempre che si possa. Popper la metteva diversamente ma non ho qui intenzione di iniziare un lungo contenzioso sui significati delle varie forme di verifica, magari tirando in ballo il Circolo di Vienna o Lakatos. Quel vaso di Pandora lo voglio tenere chiuso, per...

0

Rucola

 Noi umani immersi nel flusso della Modernità abbiamo la necessità di dividere le cose in base alla utilità sociale che ricoprono. Ovviamente è tutta una questione di cultura che, come dicevo nel mio precedente articolo, è quel mezzo che sceglie e sostiene ciò che interpreta con successo le relazioni di un'etnia o gruppo sociale con la Realtà (qualsiasi cosa ciò voglia dire). Siamo votati all'efficienza, all'elaborazione di tassonomie sempre più sofisticate che ci permettono di...

0

Banca dello Spirito Santo

di Tino Di Cicco Banca dello Spirito Santo sembra solo una locuzione, uno dei tanti nomi del Potere Temporalizzato;  invece è l’archetipo che ha originato la storia della civiltà Occidentale. Si parte dal Vangelo secondo Giovanni, quello che ha testimoniato che solo nello spirito è  il regno di Dio, per approdare ai Rothschild,  ai “banchieri di Dio”; fino all’attuale crisi economica mondiale generata dalle cartolarizzazioni e dai subprime americani.   Dovendo scegliere tra Cesare e...

0

L'ideologia della condivisione

di Alessandro Bolzonello Bisogna condividere. E' un imperativo, un assoluto.   Questo concetto ha avuto fortuna nell'ambito del cattolicesimo, in particolare del cosiddetto catto-comunismo – pensiamo alla fortunata frase di Tonino Bello 'convivialità delle differenze' – per arrivare poi a permeare il gergo quotidiano, anche quello professionale e istituzionale.   Il significato etimologico rinvia alla "adesione, partecipazione a idee o sentimenti altrui". Insomma, allo stare e al sentire in profondità l'altro per quello che è;...

0

Narcisi-2

Esistono due tipi di Narcisi: quelli che si mettono alla prova in privato, e quelli che ostentano pubblicamente. I bambini (o i cuccioli, più generalmente) allo specchio hanno il carattere deciso del primo tipo. L'immagine riflessa offre quegli occhi “diversi” che ancora non possiedono: è lo Specchio di Alice che “riflette” e fa riflettere. Thanatos non è ancora presente, per quella semplice ma essenziale regola che vuole i bambini ancora in grado di giocare con...

0

I Derivati.

Di Mensa Andrea Con l’ultima crisi economico/finanziaria, questa parola è stata scritta più volte, ed a ciò che descrive è stata sovente imputata la causa della crisi stessa. Ed a ragione. Ma vorrei descrivere che cosa si intende per quel prodotto finanziario denominato in questo modo. Un derivato è un contratto col quale un acquirente acquisisce il titolo di proprietà di valori, o una parte di essi, detti sottostanti. Ho usato il termine di “valori”...

0

Ma mi

Negli anni ’50 Ornella Vanoni inizia a cantare in teatro (nelle pause tra gli atti teatrali) le canzoni della Rivoluzione Francese. Testi che parlano quindi di Libertè, Egalitè, Fraternitè. In quegli anni Dario Fo, Giorgio Strehler, Fiorenzo Carpi, Gino Negri e Fausto Amodei scrivono, basandosi su vecchie canzoni popolari, le Canzoni della Mala che traggono ispirazione da Brecht-Weill e dal cabaret francese. La Ligera (nome dialettale della mala milanese) indicava la malavita “romantica” nata nella...

0

Teo

Era da moltissimo tempo che volevo un cane. Quando stavo in appartamento per tutta una serie di motivi non mi fu possibile prendermene uno. Ma appena mi traseferii sulla mia attuale dimora (una casetta singola con qualche metro di giardino) decisi che era arrivato il grande momento: iniziare la mia avventura con il migliore amico dell'uomo. Me ne andai così in un canile, e tra decine di sguardi interessati che mi chiedevano "prendi me?" con...

0

Investimenti . Parte prima

Di Mensa Andrea Dal Devoto /Oli ricavo la definizione di questa parola. Investimento = impiego di una somma di denaro in un’impresa o nell’acquisto di valori (immobiliari, azionari, ecc…). Come ho già illustrato in precedenti scritti sul denaro, se si considerassero sistemi aurei, o con riserva al 100%, il discorso terminerebbe qui, in quanto , essendo il denaro stesso già un valore, il suo solo possesso rappresenterebbe un investimento. Quindi qui parliamo sempre di sistemi...

0

Signoraggio

Di Andrea Mensa Con questo mio vorrei demolire una volta per tutte le storie , o meglio bufale, che per ragioni varie e non sempre comprensibili circolano a riguardo del signoraggio sulle banconote circolanti. Ricordo che il signoraggio è definito come quella differenza tra valore facciale e valore in metallo delle monete, che compensava il “signore” per la sua attività di coniatore e gestore della moneta circolante. Lo compensava inoltre della sua lotta alla contraffazione...

0

Cambi

Di Andrea Mensa In questo mio cercherò di dare un senso al rapporto di cambio tra diverse monete. È necessario ripartire dal mio precedente, quello sulla formazione dei prezzi, ricordando come ho teso ad evidenziare che i prezzi e il valore della moneta hanno un rapporto dialettico tra loro. Infatti se è vero che i prezzi sono espressi con l’unità monetaria, unità di misura del valore, lo stesso valore della moneta è una funzione dei...