‘Desertec’: ci vorrebbe un secondo Mattei

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Erno Ferri ha detto:

    A parte i problemi geopolitici evidenti con le tecnologie attuali il progetto sembrava fatto più per poter raccogliere fondi , con la promessa del miracolo, che per risolvere i problemi energetici. L’enorme investimento e i problemi relativi sia di costruzione dell’impianto che delle reti di trasporto rendevano il Piano simile ad una FAVOLA. Perchè non avevano previsto impianti di infinitamente più limitata capacità per approfondire ricerche e problemi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.