Categoria: Rassegna Stampa

0

Le misure che (non) fermeranno Erdogan in Siria. Parla Marrone (Iai)

di FORMICHE (Stefano Pioppi) Conversazione con il responsabile del programma Difesa dell’Istituto affari internazionali sul dibattito relativo alle misure da imporre alla Turchia per fermare l’iniziativa sui curdi. Lo zampino di Mosca? Nel lungo periodo vuole sganciare Ankara dall’Occidente, e con l’S-400 ci sta riuscendo Lo stop all’export militare non fermerà l’avanzata di Erdogan in Siria. Servono misure condivise con gli Stati Uniti, da inserire in un quadro più ampio che tenga conto anche dell’obiettivo...

0

O la borsa (privata) o la vita

Di SENSO COMUNE (Matteo Bortolon)   Il 24 marzo 2011 una trentina di studenti universitari accompagnati da alcuni docenti, fra cui Antonio Caronia e Franco “ Bifo” Berardi irruppero nel palazzo della Borsa a piazza Affari a Milano come gesto di protesta . Vennero allontanati dalla polizia con energia. A ottobre 2019 spunta la notizia che il CEO di London Stock Exchange sarebbe volato a Roma per una consultazione coi vertici di Borsa italiana, ma anche...

0

Ecco come si informano le Generazioni Z e X

di DIARIO DEL WEB Gli italiani si informano online e lo fanno significativamente più di inglesi e americani, ma ciò che cambia notevolmente tra le varie generazioni è l’approccio MILANO – Si tengono genericamente aggiornati sui social ma quando ricercano attivamente notizie e informazioni sui fatti di cronaca preferiscono i siti di news. Lo fanno soprattutto attraverso lo smartphone ricorrendo principalmente alla navigazione in browsing e alle notizie nativamente presenti sul telefono (aggregatori). Gli italiani, soprattutto...

0

Catalogna: illegittimità e infondatezza di una pretesa

L’autodeterminazione ‘spetta’ ai popoli e non alle etnie. In uno Stato se una parte intende separarsi, può farlo, ma solo alla condizione precisa che tutto lo Stato sia d’accordo, e la Spagna non lo è Qualche tempo fa -oggi sembra un’era fa- un signore discinto, con la camicia stazzonata, urlante, non esattamente raffinato e con seri problemi di congiuntivi, di nome Bossi Umberto, sosteneva, sbracciandosi nella descritta tenuta (oggi usuale a molti altri suoi simili,...

0

«One Nation under God»: la religione civile americana da Rousseau a Trump

Di PANDORA (Gio Maria Tessarolo)     All’inizio del 2009, nell’Inaugural Address che ha rappresentato un momento di svolta e di rinnovamento per la storia degli Stati Uniti, Barack Obama definiva orgogliosamente il suo Paese «a nation of Christians and Muslims, Jews and Hindus, and non-believers»: nel celebrare l’abbattimento definitivo delle barriere di razza, celebrava dunque anche l’idea dell’America come Stato politicamente laico e socialmente multiculturale, capace di fare della tolleranza delle diversità confessionali una risorsa....

0

Il diktat di Renzi & C.: abolire quota 100!

di ARIANNA EDITRICE (Luigi Tedeschi) Qualora, si procedesse alla abolizione immediata di quota 100, si creerebbe una nuova massa di esodati simile a quella prodottasi con la riforma Fornero. Il governo giallofucsia (come definito da Fusaro), è a caccia di coperture dell’ultim’ora per il varo del DEF. Renzi da settimane insiste pervicacemente per l’abolizione di quota 100, che ha definito “un furto alle nuove generazioni”. Tra gli esponenti di Italia Viva che si sono distinti...

0

Teoria e pratica dei Diritti dell’Uomo

di THIERRY MEYSSAN La Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo esprime quell’ideale che ogni individuo responsabile cerca di mettere in pratica. Ma non si possono combattere tutti i mali nello stesso momento. La Dichiarazione stabilisce perciò una gerarchia dei diritti, affinché gli uomini possano migliorare concretamente le cose. Per meglio nascondere i propri crimini, alcune potenze accusano altre di violare i Diritti dell’Uomo: è l’albero che nasconde la foresta. Il 10 dicembre 1948 l’Assemblea Generale dell’ONU, riunita a Parigi a...

0

Ecuador: la dittatura del Fondo Monetario Internazionale e la repressione di un franco tiratore

di LA CITTÀ FUTURA (Federica Zaccagnini) 7 morti, di cui 1 neonato asfissiato dai lacrimogeni 95 feriti gravi Più di 500 feriti lievi 83 dispersi, di cui 47 minori Più di 800 detenuti, 57 giornalisti attaccati dalla polizia 13 giornalisti incarcerati e 9 media chiusi o intervenuti dalla polizia 26 politici arrestati Inoltre, viene segnalata la detenzione arbitraria di 14 cittadini venezuelani che non hanno partecipato alle proteste Questa è la denuncia delle organizzazioni sociali, sugli...

0

Ecco come il Qatar si gaserà con Eni, Shell, Total e non solo

di SEBASTIANO TORRINI Il Qatar ha invitato le maggiori società internazionali di petrolio e gas – tra cui ExxonMobil, Shell, Total ed Eni – a presentare offerte per espandere il più grande giacimento di gas del mondo e la capacità di esportazione di Gnl del paese. Il Qatar ha invitato le maggiori società internazionali di petrolio e gas – tra cui ExxonMobil, ConocoPhillips, Shell, Total, Eni – a presentare offerte per espandere il più grande giacimento...

0

Manovra 2020, tredici “punti di forza” e un vero grande nemico: l’evasione fiscale

di TODAY (Redazione) L’ok all’alba, via libera salvo intese del Consiglio dei ministri alla legge di bilancio per il 2020 e al decreto fiscale collegato alla manovra: tutti i provvedimenti, dalle pensioni al piano cashless passando per la cancellazione del cosiddetto superticket. Conte: “Soddisfatti” La Manovra prende forma. Molte misure erano ampiamente preannunciate, altre contengono dettagli che fino all’ultimo momento non erano ancora noti. Via libera salvo intese del Consiglio dei ministri alla legge di bilancio per...

0

Trump rivoluzionario? Culturalmente, sì

di OLTRE LA LINEA (Stelio Fergola)   La parola “rivoluzionario” oggi forse suona “storta”, come “storto” è il suo accostamento a Donald Trump. La rivoluzione mal si concilia con processi parlamentari, ma ben si sposa con altri di natura repentina, di protesta, che stravolgono qualche aspetto della società o addirittura delle istituzioni. Nel caso di Trump, però, qualcosa sembra smuoversi seguendo i processi ordinari, nonostante la costante presenza del cosiddetto Deep State, nonostante l’opposizione di praticamente...

0

Non c’è Speranza per un servizio sanitario universale

di CONIARE RIVOLTA   Da diversi giorni si dibatte sull’intenzione annunciata dal Ministro della sanità Speranza di modificare il sistema di tasse sulle prestazioni sanitarie, ossia il conosciutissimo ticket. La proposta sembra vertere su una rimodulazione dei ticket in base alle fasce di reddito e sull’abolizione del super-ticket, un obolo di 10 euro che dal 2007 si somma al ticket ordinario su ogni prestazione già gravata dalla tassa. Il cosiddetto ticket sanitario esiste formalmente in Italia dal 1989...