Categoria: Rassegna Stampa

0

Sardine: consigli non richiesti

di ALDO GIANNULI Accade talvolta di dover dare qualche consiglio, in genere quando se ne è richiesti, ma qualche volta può essere utile darne anche di non richiesti. Mi scuseranno i ragazzi del movimento delle sardine se mi permetto di darne, più in ragione della mia età e dell’aver passato questo mezzo secolo ad osservare e commentare la politica (e qualche volta farla) che di chissà quale sapere. D’altra parte, liberissimi di ignorarli e non...

0

Il MES come strumento del Fiscal Compact

di DOMENICO MORO Il Mes (Meccanismo europeo di stabilità) ha lo scopo di provvedere fondi e fornire supporto per la stabilizzazione dei Paesi che ne fanno parte (quelli appartenenti all’area euro) nel caso in cui sperimentino o siano minacciati da gravi problemi finanziari. Per farlo, come viene specificato nella versione “riformata” dello statuto del Mes, “può seguire e valutare la situazione macroeconomica e finanziaria dei suoi membri inclusa la sostenibilità del loro debito pubblico” (Art.3)....

0

Grecia: privatizzazioni e scontri

di VOCIDALLESTERO.IT (Rododak) Non si parla più molto della Grecia, dove è in corso un imponente programma di privatizzazioni. Intervenendo al Forum di Capital Link “Invest in Greece” di New York il ministro dello Sviluppo e degli Investimenti Adonis Georgiadis ha esposto l’intenzione del Governo di procedere sempre più ampiamente e velocemente con le privatizzazioni, rendendo così il Paese “una zona calda per gli investitori”, una sorta di nuovo paradiso per gli investimenti esteri. E mentre...

0

Dall’Europa una spallata alla paralisi del Wto

di FORMICHE (Gianluca Zapponini) La Commissione Ue presenta un regolamento che mira a byapassare l’Organizzazione del commercio in caso di controversie. L’Ue potrà reagire agli attacchi senza il parere del Wto. Von der Leyen: sono in gioco milioni di posti di lavoro in Europa L’Europa prova a uscire dall’angolo nella guerra dei dazi. Obiettivo: dare una spallata al blocco del Wto (World Trade Organization), l’organizzazione mondiale del commercio, messo in atto dal presidente degli Stati...

0

“Basta salari da fame!” di Marta Fana e Simone Fana

Di PANDORA (Salvatore Romeo)   Recensione a: Marta Fana e Simone Fana, Basta salari da fame!, Editori Laterza, Roma-Bari 2019, pp. 192, 15 euro (scheda libro)   Basta salari da fame (Laterza 2019), l’ultimo libro di Marta e Simone Fana, è un contributo fondamentale per la comprensione di un fenomeno – il lavoro precario e povero – che il senso comune considera ormai una condizione naturale. Chi è nato tra la fine degli anni Settanta e la fine...

0

Per Salvini il Mes era una merce di scambio per l’autonomia differenziata

Di COMIDAD Da molti mesi Matteo Salvini è in difficoltà, nonostante abbia al suo attivo un lavoro meticoloso di fagocitazione delle baronie del voto organizzato ed anche l’ostilità di gran parte dell’opinione pubblica ad un governo come quello attuale, in preda al feticismo fiscale. Tutto ciò può procurargli ancora risultati elettorali; d’altro canto il suo mito personale si è molto appannato, sia per come ha malamente provocato e gestito la crisi del precedente governo, sia per...

0

La chiusura della mente americana

Nel corso di un dibattito sui mali della nostra società, al termine dell’intervento di chi scrive, un ascoltatore che aveva dato ampi segni di approvazione delle tesi esposte, non si trattenne e urlò: è tutta colpa dei comunisti. Il riflesso condizionato di chi è di destra è l’attribuzione di ogni male al lupo rosso. Non è così: l’infezione proviene dalle culture di matrice americana. I marxisti hanno fatto la loro parte nell’assecondare il processo di...

0

Auchan-Conad, è scontro: dagli esuberi alla logistica, quali sono i nodi chiave

di TODAY (Andrea Falla) Nell’ultimo incontro il consorzio ha messo sul tavolo 6mila esuberi, ma questo non è l’unico problema che ha indotto i sindacati ad interrompere la trattativa. Dalla riduzione di superficie dei negozi alla questione della sovrapposizione, arrivando fino al destino delle sedi logistiche: ecco la situazione spiegata dai segretari nazionali di Filcams Cgil e Fisascat Cisl Prima l’incontro al Mise il 17 dicembre, poi lo sciopero nazionale il 23. Sono queste le prossime tappe cruciali del complicato passaggio...

0

Il M5S si spacca sul Mes: tre senatori pronti a passare alla Lega

di LETTERA 43 (Redazione) La risoluzione di maggioranza sul fondo salva Stati alla prova di Palazzo Madama. I numeri sono in bilico: almeno quattro pentastellati voteranno contro. A Montecitorio sono mancati 14 voti. Sarebbero tre, forse quattro, i senatori del M5s pronti a lasciare il Movimento in occasione della presentazione della risoluzione di maggioranza sul Mes in vista del Consiglio europeo del 12 e 13 dicembre. Per passare, probabilmente, alla Lega. Le voci su questa possibilità stanno circolando con insistenza in Transatlantico a palazzo Madama dove è...

0

Da Taranto a Rosignano: i veleni capitali

di CONIARE RIVOLTA Nel bel mezzo della Toscana costiera, nel livornese, in località Rosignano marittimo, vi è una spiaggia dai colori caraibici, sabbia bianca e mare cristallino. A chiunque verrebbe voglia di farsi un lungo bagno ristoratore su quei lidi, ma meglio fermarsi prima ancora di arrivare… Quei colori cristallini sono prodotti dai materiali di scarico di una multinazionale chimica, la Solvay, che riversa in mare ogni giorno enormi quantità di sostanze chimiche e scarti di...

0

Le intelligenti riflessioni dell’ex direttore generale della Banca d’Italia sull’Iri

di L’ANTI DIPLOMATICO (Pasquale Cicalese)   Ieri su Milano Finanza l’ex direttore generale della Banca d’Italia, con un passato nel Pci, Angelo De Mattia ha scritto un articolo in merito alla proposta di Tremonti di far diventare la cassa depositi e prestiti una holding di partecipazioni pubbliche rilevando le società pubbliche, e anche quelle private in crisi ma che possono essere rilanciate, per abbattere il debito pubblico e rifondare una sorte di nuova Iri. Non...

0

Mes, chi mesta nel torbido e nel torpido

Di ILSIMPLICISSIMUS L’Italia ancora una volta si è tradita da sola consentendo a una classe dirigente corrotta e incapace di mettere le basi per la rovina del Paese, consentendo all’informazione del padrone di abbindolare con le giravolte di furbini e Fubini, inseguendo le tristi e futili cronache sui figli di papà in piazza sotto la guida della lobby del petrolio , lasciandosi sedurre dall’abitudine al quieto vivere e tranquillizzata dalla propria stessa incredulità. Probabilmente il Mes,...