Categoria: Dall’estero

0

Appunti su crisi ucraina e propaganda mediatica italiana (2a parte)

di ALBERTO SAGGIO Sugli sforzi diplomatici europei e americani con la Russia negli ultimi 30 anni Qui sarò estremamente conciso, perché lo concepisco come addendum al punto precedente ma con una grande differenza: è opportuno che ognuno si faccia una sua opinione in merito. Nessuno può, infatti, a mio parere, essere giudice oggettivo di cosa sia giusto o sbagliato quando si parla di interessi dei singoli stati; quelle che seguono sono proprio le lamentele (odio...

1

Appunti su crisi ucraina e propaganda mediatica italiana (1a parte)

di ALBERTO SAGGIO Qualche mese fa mi è capitato di leggere un libro scritto da un cavaliere templare per narrare le sue vicissitudini durante la settima crociata di re Luigi IX. Finito questo libro e dopo aver contestualizzato meglio il relativo periodo storico grazie a diversi articoli, mi trovai a riflettere su come oggi possa risultare paradossale condurre una guerra spietata in nome di una fede religiosa che esplicitamente incoraggia l’essere umano ad essere misericordioso...

0

Delocalizzazione, dopo la classe operaia, i colletti bianchi?

di OLIVIER LLUANSI e JEAN-PHILIPPE COLLIN Articolo comparso sul quotidiano francese «Les Échos» a proposito della delocalizzazione dei processi ingegneristici che interessa il tessuto industriale del Paese d’Oltralpe. Il fenomeno aumenterà ancora di più con lo smartworking. Urge una riflessione sui pericoli del lavoro a distanza e delle nuove forme di delocalizzazione anche nel nostro Paese. Ringraziamo Olivier Crouzier per la traduzione. (LA REDAZIONE)   Dopo le fabbriche, ora sono ingegneri e tecnici ad andarsene...

0

Coronavirus in Germania: intervista a Schäuble

di ROBERT BIRNBAUM e GEORG ISMAR (traduzione di MASSIMILIANO SIST – FSI Latina) Signor Schäuble, nella gestione politica della crisi da Corona virus ci sono persone caute e persone invece più rilassate – in quale gruppo si annovera? Non credo che questi due gruppi strettamente opposti esistano davvero tra i decisori politici. Dopo tutto, nessuno di noi sa esattamente come continuerà la pandemia. Anche gli scienziati hanno sviluppato le loro opinioni nelle discussioni delle ultime...

2

La scuola tedesca non è per poveri

di ALESSANDRO BORSCIA Uno degli argomenti delle numerose posizioni critiche verso il “triplice sistema” su cui si fonda la scuola tedesca si basa sul fatto che già a dieci anni i bambini sono costretti a intraprendere percorsi scolastici che non lasciano spazio, o poco, a ripensamenti. Una selezione precoce che non favorisce certamente l’inclusione e marca le differenze socioeconomiche e culturali fra la popolazione. Hans-Werner Sinn, uno dei più importanti economisti tedeschi, scrive: “Il ‘triplice...

0

Dichiarazione congiunta USA-Turchia sul nordest della Siria

Traduzione a cura di Antonio Marrapodi (FSI Roma)   Gli Usa e la Turchia riconfermano le loro relazioni come onorevoli membri della NATO. Gli USA comprendono le preoccupazioni turche relative alla propria sicurezza al confine meridionale con la Siria. La Turchia e gli Usa concordano che le condizioni sul campo, in particolare nel Nordest della Siria, necessitano di una stretta coordinazione sulla base di interessi comuni. La Turchia e gli Usa rimangono fedeli al loro impegno...

0

La continua ricerca dello uebermensch: dall’umanesimo rinascimentale al post-umanesimo della Silicon Valley

Traduzione a cura di Emilio di Somma (FSI Torino) Articolo di Amir Nour per il Blog di TheSaker Recentemente (Nt l’articolo è del 31 Gennaio), la rivista di fama mondiale, The Economist, ha ricevuto un bel po’ di attenzione da parte dei media internazionali; e comprensibilmente. Infatti, verso la fine di ogni anno, da decenni, pubblica un’edizione speciale molto attesa, che prevede le principali tendenze politiche ed economiche e gli eventi dell’anno prossimo. Ma a differenza...

1

Una élite liberale che ancora ci conduce verso l’abisso

Traduzione a cura di Emilio di Somma (FSI Torino) Un gruppo di 30 rispettati intellettuali, scrittori e storici ha pubblicato un manifesto lamentando l’imminente collasso dell’Europa e dei suoi presunti valori illuministici di liberalismo e razionalismo. L’idea di Europa, avvertono, “sta cadendo a pezzi davanti ai nostri occhi”, mentre la Gran Bretagna si prepara alla Brexit e i partiti “populisti e nazionalisti” sembrano pronti a ottenere ampi successi nelle elezioni in tutto il continente. (nt....

0

Intervista del presidente Putin con l’editore Lionel Barber del “Financial times”

Traduzione a cura di Emilio di Somma (FSI Torino) NdR: l’intervista risale al 27 giugno 2019 Lionel Barber: Signor Presidente, lei si sta dirigendo ad Osaka come statista di alto livello al G20. Nessun’altro è stato in così tanti incontri internazionali di questo gruppo e del G7 negli ultimi 20 anni mentre lei era a capo della Russia. Prima di parlare del programma del G20 e di ciò che spera di ottenere, sappiamo che ci...

0

Siria, allora e ora: liberata dal terrorismo sostenuto dall’Occidente

Traduzione a cura di Silvia Bertini (FSI Roma) In un sorprendente insieme di eventi, lo scorso mese il presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump ha annunciato bruscamente e unilateralmente che le truppe americane avrebbero iniziato a ritirarsi dalla Siria. La decisione inaspettata ha provocato l’ira dell’establishment bipartisan in politica estera e nel “partito della guerra” a Washington, che l’ha denunciata immediatamente come una mossa prematura e avventata che avrebbe portato a una rinascita dell’ISIS....

0

La verità sul neoliberalismo

Traduzione a cura di Alessandro Castelli (FSI Trento) È la paura dello Stato nazione come forza democratica che sta alla base del progetto neoliberale. Questo è il secondo saggio di una serie in due parti di Phil Mullan che esplora il credo politico ed economico del globalismo. La prima parte, che esplora l’ideologia del globalismo, è pubblicata qui. ‘Neoliberalismo’ è una parola oggi spesso usata come un insulto rivolto contro qualsiasi cosa che alla sinistra...

0

Globalismo: un mondo in catene

Traduzione a cura di Alessandro Castelli (FSI Trento) La peggior paura dei globalisti non è lo Stato – è il popolo Questo è il primo saggio di una serie in due parti di Phil Mullan che esplora il credo politico ed economico del globalismo. La seconda parte, sulla genesi e la politica del neoliberalismo, sarà pubblicata tra due settimane. Siamo entrati in uno di quei periodi della storia in cui l’ordine mondiale può essere definito...