La Rivista di Riconquistare l'Italia

0

Io sono

di ALESSANDRO APE (RI Reggio Calabria) Io sono sovranista, neosocialista, porto avanti l’istanza di riconquista della sovranità dei popoli e degli stati, annullata dalla vittoria delle grandi élite e corporazioni internazionali che non dipendono da nessuno Stato, non rispondono a nessun governo e non sono sottoposte al controllo di nessun Parlamento. Esse hanno nell’Unione Europea il loro feudo ideologico-politico-economico. Unione Europea che ha svuotato le democrazie nazionali della loro sostanza, che ha annullato l’azione dei...

0

Quelli che hanno fretta e quelli che non hanno fretta

di ANDREA D’AGOSTO (RI Bari) In politica esistono due categorie di presunti “rivoluzionari”: quelli che affermano che il tempo manca e sono guidati da una sola preoccupazione: mettere la causa politica al proprio servizio, senza curarsi in alcun modo che le condizioni siano possibili e ciò produce solo eventuali vantaggi personali e grandi disastri collettivi; quelli che affermano, invece, che il tempo è l’unica cosa che non manca mai, sono al contrario guidati dalla preoccupazione...

0

Non è vero ma ci credo

di CLAUDIA VERGELLA (RI Roma) Questa è l’epoca in cui, mentre a parole si esalta la scienza, trionfano i pregiudizi. La paura blocca la capacità di ragionare, di analizzare la realtà sgombrando la mente da fuorvianti emozioni e credenze irrazionali. Prendiamo come esempio la mascherina. Più volte ci sono state smentite scientifiche sulla sua efficacia e sulla sua utilità all’aperto. La legge stessa, all’aperto, la impone solo quando non si possano rispettare le distanze di...

0

La fede nel Mercato

di ANDREA D’AGOSTO (RI Bari) I liberali sono i perfetti nemici dello Stato, quindi della comunità sociale. Infatti, l’UE non è altro che lo strumento per distruggere lo Stato o, meglio, per indebolire gli Stati periferici a favore degli Stati centrali più forti. È un sistema perfetto per aumentare le diseguaglianze all’interno degli Stati periferici attraverso la distruzione dell’apparato pubblico ed è congegnato in modo tale da far apparire coloro che li indeboliscono e distruggono...

0

Intanto in Italia

di GILBERTO TROMBETTA (RI Roma; candidato sindaco 2021) Negli ultimi 4 mesi, a fronte di una richiesta di quasi 400 miliardi (398 miliardi per la precisione), abbiamo emesso solo 45,5 miliardi di titoli. Vale a dire appena l’11,4% della richiesta totale. Altro che cambio di passo. D’altronde, anche il Governo Draghi, come quello Conte, non vuole salvare il Paese: vuole solamente stringere ancora di più il cappio del vincolo esterno. Non è un caso se...

0

Resistere alla “resilienza”: come il neoliberismo ha creato la narrazione della complessità e della resilienza, e come combatterla (parte I)

di GIACOMO BAGGIO Il termine “resilienza” era originariamente usato nell’ambito della tecnologia dei materiali e descriveva una specifica proprietà degli stessi, segnatamente quella della resistenza alle sollecitazioni esterne. Fu all’inizio degli anni ’70 che esso venne applicato anche ad altri ambiti: da un lato se ne servì la psicologia infantile per designare la capacità dei bambini di crescere e condurre una vita normale nonostante i traumi subiti in tenera età; dall’altro venne adottato dalla scienza...

1

“C’erano quelli di Casa Pound”: ovvero, quando si disvela il benessere piccolo-borghese

di RICCARDO PACCOSI (RI Bologna) Bisogna davvero avere il culo al caldo a livello reddituale per anteporre, sul piano dell’importanza, la presenza di qualche esponente di Casa Pound in piazza, alla sostanza di una mobilitazione autonoma di lavoratori. Dire “c’erano quelli di Casa Pound”, è un modo come un altro di esprimere la sempiterna ostilità dei piccolo-borghesi nei confronti del conflitto sociale in quanto tale. Casa Pound e le formazioni neofasciste, certamente, hanno in questi...

2

Profili di incostituzionalità dell’obbligo vaccinale contro il virus SARS CoV-2

1. Nell’area politica che considera gravemente inopportuna l’introduzione dell’obbligo del vaccino anti SARS CoV-2, alla quale l’autore di queste note fieramente appartiene, si vanno diffondendo pareri estemporanei e improvvisati relativi alla incostituzionalità, data per certa, della disciplina che ha introdotto l’obbligo vaccinale per alcune categorie di soggetti. Più che di pareri, in realtà, si tratta di declamazioni o di osservazioni superficiali, talvolta esternate appena conosciuto il testo legislativo, senza aver prima svolto una riflessione sufficientemente...

0

Psicopatologia del liberale

di FRANCESCO CARPAGNANO (RI Siracusa) A sentire certa gente, i dipendenti pubblici sarebbero dei privilegiati, gente che gode di trattamento e diritti che i lavoratori privati si sognano. E in fondo, a paragone del privato dove regnano dinamiche di sfruttamento ottocentesco che al confronto la Londra della rivoluzione industriale sembra la Svezia di oggi, è davvero così. I dipendenti pubblici se la passano in media meglio dei privati, è un fatto (1). Quello che mi...

0

Sistema liberale ed autoritarismo

di ALESSANDRO APE (RI Reggio Calabria) Il sistema liberale vira sempre verso l’autoritarismo. D’altronde i liberali hanno sempre appoggiato le peggiori dittature. La distruzione del welfare e il taglio della spesa pubblica, il vincolo esterno e lo strozzinaggio dei “Mercati”, la cessione definitiva della “sovranità”, il disfacimento dello Stato in favore delle “autonomie”, cioè di parti di esso in concorrenza tra loro, tutti questi dogmi liberali che si traducono in meccanismi ben precisi, non consentono...

1

Immunità di gregge: sì, ma quale?

di DAVIDE VISIGALLI (RI Genova) Il prof. J. Ioannidis di Stanford, uno tra i più grandi epidemiologi viventi, ha appena pubblicato (26 marzo) uno studio di revisione sulla letteratura riguardante i dati di sieroprevalenza di SARS-COV-2 nel mondo (più precisamente i dati arrivano in larga parte da Europa ed America). Nello studio si vogliono comparare i diversi risultati dell’Infection Fatality Rate (IFR), ossia la proporzione tra decessi e contagi in un determinato periodo come misura...

0

DOCUMENTO SUI DIRITTI CIVILI BIOETICI

La categoria dei diritti civili bioetici è una delle più ideologiche che esistano. Essa tende a scindere la comunità in due fazioni: da un lato coloro che sono favorevoli al riconoscimento di tali diritti, dall’altro coloro che sono contrari. È appena il caso di osservare che non alludiamo ai diritti previsti nella Costituzione: libertà fondamentali (artt.13-28); diritto sociali (artt. 29-34); diritti economici (artt. 34-47); diritti politici (artt.48-54); o altri diritti risultanti dai principi fondamentali (artt....