La Rivista di Riconquistare l'Italia

0

Il disastro che verrà

di DIEGO MUNEGHINA (RI Pisa) Non si può uscire dalla crisi continuando a seguire le stesse ricette che l’hanno prodotta. La principale attività dei giornali in questo periodo è quella di spargere ottimismo: Recovery Fund, PIL in crescita, soldi a go-go per tutti. Questo pare promettere il futuro degli italiani. Al contrario, quello che dovremo affrontare nei prossimi mesi è probabilmente la peggiore crisi dal dopo guerra, i cui effetti saranno ancora più devastanti anche...

1

ll grande PERÒ

di CLAUDIA VERGELLA (RI Roma) Mi è capitato recentemente di vedere su La 7, nel programma “L’aria che tira”, la conduttrice che dà voce alle proteste dei ristoratori. È un atto che può sembrare di buona volontà e buon senso, ma per il modo in cui avviene non è così. Dopo le parole dei ristoratori si prosegue mostrando la faccia costernata della conduttrice e degli ospiti in studio. Dopodiché seguono le parole degli ospiti stessi...

0

La propaganda unica liberal-unionista

di GILBERTO TROMBETTA (RI Roma; candidato sindaco Roma 2021) Sono almeno 30 anni che ci bombardano con la propaganda a senso unico liberal-unionista. O europeista, se preferite. Dai mitici 70 anni di pace (e la Jugoslavia?), passando per il dividendo dell’euro fino ad arrivare alla pioggia di miliardi del Recovery Fund. Decenni di propaganda a senso unico scollegata dalla realtà e dai dati. Scollegata dalla vita reale dei comuni cittadini. Quelli che grazie all’appartenenza all’Unione...

0

BCE e titoli di Stato

di STEFANO D’ANDREA (Presidente RI) La BCE non può acquistare direttamente titoli di Stato degli Stati europei ma, secondo la tesi che si è affermata, potrebbe acquistarli sul mercato secondario e ne ha acquistati in quantità immense. Ma quando si troverà dinanzi alla scelta se rinnovare o estinguere i titoli, se deciderà di rinnovarli, non starà acquistando titoli direttamente? Ed è ovvio che lo farà, se non vorrà compiere l’atto di suicidio dell’Europa. L’Europa muore...

0

Vivere in un mondo di sinistra

di RICCARDO PACCOSI (RI Bologna) Quel pensiero che contestava il mondo, oggi coincide con il mondo. Quel pensiero che criticava il capitalismo, oggi è alla guida di quest’ultimo. Quel pensiero che manifestava per la pace, oggi appoggia qualsiasi colpo di stato o bombardamento dell’Occidente ai danni di altri paesi. Quel pensiero che difendeva la Costituzione, oggi definisce fascisti coloro che invocano il principio di sovranità popolare. Quel pensiero che promuoveva la solidarietà, oggi elogia il...

0

La scienza ci dà ragione: le misure restrittive non servono quasi a nulla

di STEFANO D’ANDREA (Presidente di RI) La foto rappresenta l’andamento dei ricoveri nei 25 stati USA con più restrizioni e nei 25 con meno restrizioni. “Mi pare che la bilancia penda in favore dell’ipotesi che l’epidemia ha una sua dinamica “naturale”, su cui le restrizioni hanno effetti molto limitati se non trascurabili. Il prof. Ioannidis ha sempre più ragione. La ricerca vera e di qualità alla fine trionfa. Per lo meno nella scienza.” (Emilio Martines,...

0

Se non ci fosse stata l’Unione Europea

di GILBERTO TROMBETTA (RI Roma; candidato sindaco Roma 2021) Il PD, il “partito dello straniero”, ci chiede cosa sarebbe cambiato se non ci fosse stata l’Unione Europea. E risponde con la solita sequela di luoghi comuni slegati dalla storia e dai dati. Guardando invece alla storia e ai dati, se non ci fosse stata la UE non avremmo svenduto l’IRI, per esempio. Non avremmo il 10% di disoccupazione imposta. Non avremmo l’elusione fiscale dei ricchi....

0

Sicurezza vs produttività tra teoria e realtà

Anno 2021, ennesima morte bianca, un’altra vita spezzata sul posto di lavoro. Nonostante tutti gli sforzi prodotti in questi ultimi anni in materia di sicurezza sul lavoro, i casi come quest’ultimo non si arrestano, e lasciano rabbia, sgomento ed incredulità. Va ricordato, infatti, che il decreto legge 81 del 2008, con le sue successive implementazioni, non ultima quella dell’anno scorso, causa covid, è un documento esaustivo ed importante che norma sapientemente tutte le attività lavorative;...

1

Intanto a Roma, Italia, Unione Europea…

di GILBERTO TROMBETTA (RI Roma; candidato sindaco Roma 2021) In Giappone voragini stradali grandi una trentina di metri e profonde più di 15, vengono chiuse in 48 ore. A Roma quella che si era aperta a viale dei Colli Portuensi il 15 aprile scorso sta ancora là (nella Capitale se ne aprono in media 90 l’anno negli ultimi 10 anni). L’Italia investe per le infrastrutture stradali appena il 21,8% di quanto faccia il Giappone (6.555.000.000...

2

Sfogliando il PNRR

di STEFANO ROSATI (RI Rieti) Sfogliando il PNRR si ha quasi l’impressione che sia stato scritto dalla stessa mano che scrisse la lettera della BCE al Governo italiano nel 2011 (che, però, se non altro, si lasciava apprezzare per la sintesi rispetto a questo malloppone immondo di 300 pagine). Detto altrimenti: il PNRR non è altro che una manifestazione e anzi un rafforzamento del vincolo esterno. E infatti la parola “concorrenza” compare 42 volte, “competizione”...

0

Morire di lavoro

Non si può morire di lavoro… se sei bella, hai 22 anni e una figlia a casa che ti aspetterà invano. Non si può morire di lavoro… anche se sei uno sgradevole troglodita che nessuno aspetterà mai. Non si può morire di lavoro… anche se hai 60-70 anni e alle spalle una vita di fatica. Non si può morire neanche per mancanza di lavoro, a dire la verità… Eppur succede, perché le persone di cui...

0

Solidarietà per i lavoratori e difesa del lavoro?

di ANDREA D’AGOSTO (RI Bari) Oggi gli appelli in favore dei lavoratori, del lavoro e la solidarietà a favore di coloro che non riescono a lavorare si sprecheranno. La cosa più curiosa è che questi appelli provengono in buona parte dalla “sinistra” libertaria, quella per intenderci, che sostiene il governo di Mario Draghi, che sostiene l’UE, l’EURO e la BCE. Allora, un cittadino politicamente consapevole dovrebbe comprendere che chi fa questo tipo di appelli, sostenendo...