Categoria: Rivista

0

Politici e non “venditori di pentole”…

di NINO DI CICCO (FSI Roma)   Oggi ricorre il ventennale della morte di Amintore Fanfani, scomparso a Roma il 20 novembre 1999. Senza dubbio uno dei giganti della Prima Repubblica, Padre Costituente, 5 volte presidente del Consiglio dei ministri, tre volte presidente del Senato, due volte segretario della Democrazia Cristiana e anche presidente del partito, Ministro degli affari esteri, dell’interno, del bilancio e della programmazione economica, unico italiano presidente dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite....

0

Quando l’Italia era un punto di riferimento mondiale

di GIANLUCA BALDINI (FSI Pescara) L’11 novembre 1911 nasceva a Mestre Luigi Broglio. Istituì la Scuola di Ingegneria Aerospaziale dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza” e fu ideatore del Progetto San Marco, il primo satellite italiano, lanciato in orbita nel 1964. Il San Marco 1 fu il primo satellite al mondo lanciato nello spazio da un paese che non fosse una superpotenza. Prima di allora solo USA e URSS si erano spinte a tale...

0

L’europeismo è un imperialismo disumano

1)LA RIFORMA DEL MES: UNA BOMBA A OROLOGERIA “Rischio enorme” di “terribili conseguenze”. “Un colpo di pistola a sangue freddo alla tempia di milioni di risparmiatori italiani”.   Sono le parole che Ignazio Visco* e Giampaolo Galli**, rispettivamente governatore di Bankitalia e vice direttore dell’Osservatorio dei Conti Pubblici di Cottarelli, hanno usato per descrivere la riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità. Facciamo un passo indietro. Tra gennaio e giugno dello scorso anno, il Presidente del...

0

L’incubo delle privatizzazioni

1)IL GIUDIZIO DELLE PROSSIME GENERAZIONI SULLA NOSTRA RESPONSABILITÀ ODIERNA Piano piano, senza far troppo rumore con meccanismi non cruenti e lastricati di finte buone intenzioni, si muovono i primi passi nella privatizzazione della SANITÀ, in un contesto di ignavia generale e di ricercato caos mediatico, tra questione ex-Ilva, Venezia allagata e paura dei cambiamenti climatici, il tema “sempreverde” dei migranti, qualche caso giudiziario scottante risolto e la solita manfrina calcistica massmediatica italiana che tiene a...

0

Cerchiamo di essere onesti

di MARCO TROMBINO (FSI Genova) Un partito non è populista nel momento stesso in cui non dice al popolo quello che comunemente la gente vuole udire, ma quello che è giusto fare. Il tema principale in cui è bene essere chiari riguarda l’onestà in politica. C’è la diffusa opinione che la nostra economia vada male perché la classe politica è corrotta, perché i parlamentari “mangiano”, ed ecco che riforme che di fatto limitano la rappresentatività...

1

Noi vogliamo l’uguaglianza (parte II)

di MARINO BADIALE (FSI Genova) Alcune obiezioni   I figli non sono pacchi Con questo si intendeva sostenere l’idea che i tempi paritari comportino gravi disagi per i figli, costretti a spostarsi continuamente, appunto come pacchi, fra le case dei genitori. Ora, questa obiezione tocca corde profonde nell’animo di un padre separato, e occorre una buona dose di calma per rispondere in maniera serena. Si potrebbe osservare che è vero, i figli non sono pacchi....

2

Più Stato meno mercato

1)CHI È, OGGI, IL NOSTRO NEMICO? Fino a qualche secolo fa era semplice individuare il nemico del popolo. Esso era il nobile di ogni villaggio, colui che viveva di rendita e che non era quindi costretto a lavorare. Colui che riscuoteva le tasse ma che non le pagava, colui che girava a cavallo per il villaggio e ti guardava dall’alto in basso, colui che spesso aveva anche funzione di giudice. Oggi non è così semplice...

0

Nuove frontiere della Propaganda

1)L’IMPORTANTE È POLARIZZARE Questo è il mio ultimo post su Salvini. Le ultime due vaccate (quella sulla sentenza Cucchi e quella sugli ospedali di notte) mi hanno definitivamente confermato che parlare di Salvini è assolutamente controproducente. La tecnica (non sua, ma affinata da tanti in almeno un trentennio e che lui, o meglio chi lo guida, sfrutta egregiamente) è questa: dare in pasto alla gente e agli oppositori ciò che ognuno vuole sentirsi dire e...

0

Lo Stato

di STEFANO D’ANDREA (Presidente FSI) Il lavoro lo crea lo Stato. Quindi la quantità di occupati e disoccupati dipende dallo Stato. Il cittadino lo forma lo Stato. L’uomo lo forma anche lo Stato. la nazione la fa lo Stato. Il livello generale di ricchezza dipende dallo Stato. Il livello generale di giustizia redistributiva dipende dallo Stato. La quantità generale di depressione, di narcisismo, di debolezza psicologica dipende dallo Stato. La situazione demografica dipende dallo Stato....

0

Comunicato sul caso ILVA del FSI-Riconquistare l’Italia sezione ligure

Il giorno 5 Novembre 2019 la multinazionale ArcelorMittal ha receduto dal contratto di cessione dell’ILVA rinunciandone alla gestione. Tale situazione, causata dal pronunciamento della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, che sulla base di un esposto di 180 cittadini di Taranto ha condannato l’Italia per non aver tutelato la salute della popolazione intorno allo stabilimento pugliese, provoca di fatto la più grande crisi industriale dell’anno e mette a rischio l’occupazione di migliaia di dipendenti dell’azienda e...

0

Il Partito Unico Liberale fa affondare Venezia e l’Italia

1)SOLUZIONI SEMPLICISTICHE PER PROBLEMI COMPLESSI La disastrosa alta marea di ieri notte a Venezia è l’occasione per molti di ribadire come il Mose sia stata un’occasione di malaffare e ruberie. Questo è vero, ma il problema è in realtà più profondo. Il Mose è paradigmatico di un approccio violento e semplicistico alla gestione dei rapporti tra uomo e ambiente. All’epoca del dibattito sulla necessità del Mose si erano levate anche altre voci, ispirate da una...