Categoria: Rivista

0

La disgregazione dello stato nazionale

di ROSSANO FERRAZZANO (FSI-Riconquistare l’Italia Varese) Le Regioni in quanto istituzioni (da non confondere con gli uomini e i singoli gruppi di potere, partiti o altri soggetti, che le occupano nel tempo) non solo non stanno rischiando la distruzione, ma al contrario stanno lavorando loro, con chiaro disegno strategico, alla disgregazione dello stato nazionale (anche questa volta come istituzione stabile nel tempo, e non come gruppi di potere transitori che ne prendono il controllo). Questo...

0

L’UE sopravvivrà finché manterrà sospese le sue regole fondanti

di ANTONIO MARRAPODI (FSI-Riconquistare l’Italia Reggio Calabria) L’esperienza del secondo dopoguerra ci insegna che solo un regime di repressione finanziaria permette di ridurre il rapporto debito/Pil mantenendo i tassi di interesse al di sotto del tasso di crescita dell’economia. È evidente quindi che né il tasso di interesse né il tasso di crescita del Pil possono essere guidati dai meccanismi di libero mercato ma devono diventare variabili POLITICHE. E, in un certo senso, lo sono...

0

Il sovranismo filosofico di Costanzo Preve

Pubblico un breve saggio che avevo scritto qualche anno fa in occasione di un progetto editoriale poi abortito di SIMONE GARILLI (FSI-Riconquistare l’Italia Mantova) Questo saggio non ambisce ad una ricostruzione dell’articolata filosofia di Costanzo Preve.  L’opera del professore torinese sarà filtrata in modo da restituire un contributo filosofico di prim’ordine sul tema della sovranità nazionale e della sua legittimità come principio ispiratore dell’azione politica, oggi. Chiariamo prima di tutto i termini della questione, a...

0

La lettera di mia figlia Francesca al presidente Conte (l’ho appena inviata davvero via PEC)

di GIANLUCA BALDINI (FSI-Riconquistare l’Italia Pescara) Caro Presidente Conte, mi chiamo Francesca Baldini, abito a Pescara, ho 3 anni e mezzo e frequento la Scuola dell’Infanzia. Spero che leggi la mia letterina e che rispondi come hai fatto con Tommaso. Ho sentito in televisione una signora francese con i capelli bianchi che ha detto che il suo negozio non può chiudere mai perché lei fa i i soldini che usiamo tutti e li può fare...

0

Morra e le regioni

di STEFANO ROSATI (FSI-Riconquistare l’Italia Rieti) La forma di governo delle Regioni fatta con le riforme del 1999 e 2003 è un unicum a livello mondiale. Tre elementi notevoli: 1) il Presidente della Giunta (cd. governatore), capo dell’esecutivo, viene eletto contestualmente al consiglio regionale, che è l’organo assembleare (le elezioni devono tenersi lo stesso giorno); 2) è previsto un rilevantissimo premio di maggioranza (20% dei seggi) per la lista collegata al candidato presidente vincitore. Il...

0

Il popolo muove e vince in quattro mosse

di NINO DI CICCO (FSI-Riconquistare l’Italia Roma) 1) ANALISI: QUAL È IL PROBLEMA? Il problema è che abbiamo abbandonato i principi socialdemocratici della nostra Costituzione, sostituendoli con quelli neoliberali dei Trattati europei. 2) TESI: COSA BISOGNA FARE? Esercitare il recesso dai Trattati europei, per tornare ad attuare la Costituzione del ’48. 3) STRATEGIA: COME RIUSCIRCI? Sostituendo l’attuale classe dirigente neo-liberale, incapace e corrotta, con una nuova classe dirigente neo-socialista, competente e onesta selezionata e formata...

2

La morte

di STEFANO D’ANDREA (Presidente del FSI-Riconquistare l’Italia) Non ho paura della morte. Sono stato morto per miliardi e miliardi di anni prima di nascere, e ciò non mi ha causato il benché minimo disturbo. (Mark Twain) In qualunque luogo ci sorprenda la morte in battaglia, che sia la benvenuta. (Che Guevara) Quand’ero ragazzo era un fatto corale. Moriva un vicino di casa e tutti assistevano, aiutavano. La morte veniva mostrata. Si apriva la casa, il...

0

Non può fallire

di GILBERTO TROMBETTA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma; candidato sindaco Roma 2021) «La Banca Centrale Europea non potrebbe né andare in bancarotta né rimanere senza soldi anche se dovesse subire perdite per quanto riguarda la montagna di obbligazioni da molti miliardi di euro che ha acquistato nell’ambito dei suoi programmi di stimolo. In qualità di unico emittente dell’euro, l’Eurosistema sarà sempre in grado di generare liquidità aggiuntiva se necessario. Quindi, per definizione, la BCE non può fallire...

0

I Wu Ming e la “caccia al negazionista”

di RICCARDO PACCOSI (FSI-Riconquistare l’Italia Bologna) Ad aprile, scrissi un intervento intitolato “A rischio sono le libertà collettive, non quelle individuali”. Spiegando come stia venendo meno, fisicamente e tecnicamente, la possibilità per i movimenti di assembrarsi, per i lavoratori di fare assemblee e indire scioperi, intendevo allora denunciare come falsa dall’A alla Z l’obiezione della sinistra secondo cui chi è contro il distanziamento difenderebbe l’individualismo mentre chi lo sostiene avrebbe a cuore il bene comune....

2

La funzione del secondo lockdown “politico”

di GIANLUCA BALDINI (FSI-Riconquistare l’Italia Pescara) Ormai siamo vicinissimi al picco, come dichiara lo stesso Ministro della salute rassicurato da tutti gli epidemiologi. E allora che senso ha chiudere tutto il paese proprio quando la curva sta raggiungendo il plateau e inizierà a scendere? Un senso a mio avviso ce l’ha e io sostengo l’evidenza di una funzione politica del secondo lockdown da tempo. Chiuderanno tutto proprio in concomitanza del raggiungimento del plateau, in modo...

0

C’è del ridicolo nel nostro mondo

di STEFANO D’ANDREA (Presidente del FSI-Riconquistare l’Italia) Un giornalista serio dovrebbe sollevare ai politici queste domande: “Professor Conte, le decisioni del governo quali categorie di persone faranno morire, e in che misura? Chi faranno emigrare e in che misura? chi danneggeranno e in che misura? quali rischi creeranno e per chi?”. La stessa domanda andrebbe posta a Salvini: “Salvini le proposte dell’opposizione quali categorie di persone farebbero morire, e in che misura? Chi farebbero emigrare...

0

La lacrimuccia

di CLAUDIA VERGELLA (FSI-Riconquistare l’Italia Roma) Tra le famose 10 regole attribuite a Noam Chomsky ce n’è una che mi ha sempre lasciata perplessa. Mi sembrava quella meno efficace e anche meno utilizzata. È la n. 5 che suggerisce di parlare al pubblico come si parla ad un bambino, con lo scopo di ottenere una reazione da bambino, priva di senso critico. Adesso è stata utilizzata. Da Conte, nella spettacolarizzazione dello scambio di corrispondenza con...