Il mio punto di vista sulle scie chimiche

Potrebbero interessarti anche...

39 risposte

  1. mirko ha detto:

    E perché dannarsi l'anima per il Nuovo Ordine Mondiale? Perché patire per la prematura dipartita di migliaia di specie viventi? Perché preoccuparsi del futuro climatico del pianeta? Perché non abbracciare finalmente la tesi che siamo troppi e nove su dieci dovrebbero carinamente farsi ammazzare? Perché opporre, o anche solo immaginare, resistenza? Ovvia, ma è intuitivo: per dar noia a quegli ottantacinque stronzi che controllano la metà della ricchezza del pianeta. Certo, non è gran cosa, ma almeno la soddisfazione di illudersi di essere ancora svegli…

  2. Fiorenzo Fraioli ha detto:

    Lamentarsi non serve a niente. Occorre battersi per prendere il potere politico, non accontentarsi di frignare perché la maestra è cattiva. Ebbene, battersi per prendere il potere politico significa concentrarsi sulle cause dell'oppressione, non sulle conseguenze: siano esse le scie chimiche, il cibo adulterato, la salute monetizzata o qualsiasi altra porcheria vera o immaginata.

    Le cause dell'oppressione risiedono sempre nel fatto che le classi subalterne non sono capaci di organizzarsi politicamente. Per questo sono subalterne. E poiché le classi subalterne costituiscono la maggioranza delle persone, ne segue che la democrazia è possibile solo e soltanto quando queste riescono ad organizzarsi e a prendere il potere politico. La democrazia "è" il potere nelle mani delle classi subalterne, cioè del Popolo. Che può impossessarsene a patto che sia capace di organizzarsi. Ne segue anche che la democrazia oggi non esiste, è una finzione. Dunque, perché frignare? Le scie chimiche? Ma è poco! Possono farci (e forse ci fanno) di peggio!

    In sintesi: lottiamo, e (forse) ci libereremo!

  3. Zamjatin ha detto:

    Vorrei tanto sapere come si fa a dare noia a questi 85 stronzi se poi essi sono talmente potenti da controllare il mondo intero (BRICS compresi, e magari se avessimo già le colonie spaziali pure Marte???). Valli a capire, vogliono la resistenza e poi "sò troppo forti, er popolo è gnurante, bla bla bla, ecc…ecc….

     

  4. Aliasmary ha detto:

    Ma certo! come rigirare la piramide delle priorità! ma tu, D'Andrea, con questi toni sprezzanti, ti sei documentato su quest'argomento? non mi pare che abbia espresso un "punto di vista", ma solo, come sempre, sparato a zero contro il "popolo", rozzo, ignorante, credulone. Prima di tacciare di complottismo "l'uomo non coraggioso, senza senso del dovere, sradicato, pigro, senza amore per la terra, la storia, le glorie del passato, presuntuoso, lagnoso, narcotizzato", dimostra almeno di aver letto qualcosa e di avere un'opinione a riguardo, opportunamente suffragata da analisi convincenti. Altrimenti, faresti bene a non parlarne affatto. Ci faresti una figura migliore… mai come in questo momento, la tua immagine soffre di poca credibilità

    • Tonino B. ha detto:

      Ho letto il post e poi il primo commento di Aliasmary.

      Mi chiedo come si giustifica la risposta data da Aliasmary al post di D'andrea? Ha senso compiuto ciò che è stato scritto? Ma poi se uno è convinto che altri scriva solo " sparate a zero" perchè dovrebbe poi andare a commentare? Ma quanto tempo avete a disposizione per cazzeggiare?

       

    • Tonino B. ha detto:

      Ho letto il post e poi il primo commento di Aliasmary.

      Mi chiedo come si giustifica la risposta data da Aliasmary al post di D'andrea? Ha senso compiuto ciò che è stato scritto? Ma poi se uno è convinto che altri scriva solo " sparate a zero" perchè dovrebbe poi andare a commentare? Ma quanto tempo avete a disposizione per cazzeggiare?

      Tonino Bianchi

    • fabio ha detto:

      Bisognerebbe meglio osservare la natura e i suoi cicli guardare con piu’attenzione le anomalie gravi che sono sotto gli occhi di tutti ,non vederle e documentarsi e incuriosirsi delinea una insensibilita ‘ al ciclo vitale .

  5. stefano.dandrea ha detto:

    Aliasmary,  hai cambiato già 5 pseudonimi,

    guarda qua: https://www.facebook.com/stefano.dandrea.10/posts/635586116532136

    ci sono 53 "mi piace", 7 condivisioni e commenti positivi ("grande!!!, ottima analisi, bravo) molto più numerosi di quelli negativi o scettici, che comunque non arrivano mai a leggere nelle mie parole "toni sprezzanti". Loro sono il popolo. Tu sei un escremento umano, già soltanto per il fatto che senza vergogna alla tua età continui a cambiare pseudonimo, un contegno vomitevole e da campo di rieducazione. E se il tuo problema fossi tu? Se tu fossi la feccia sempre risentita, sempre e solo tu, ogni volta che scrivo, perché in realtà ti fai schifo ma non vuoi ammetterlo e fingi di essere come il popolo quando invece sei un aborto? Nella mia vita con la tua cattiveria uterina ho incontrato soltanto alcuni omosessuali prima che si dichiarassero. Pensaci.

  6. Aliasmary ha detto:

    Vomito, ormai quando leggo ciò che scrivi vomito e, con me, tanta di quella gente che nemmeno immagini. Quando ne diventerai consapevole?

    Per tua conoscenza, e per l'onestà che sempre mi contraddistingue, ho cambiato QUESTA UNICA VOLTA pseudonimo semplicemente perchè non ricordavo il precedente! Certo che sei davvero ignobile, D'Andrea. La feccia sei tu, e tra le peggiori che abbia conosciuto

     

  7. Aliasmary ha detto:

    E ti consiglio di farti vedere da uno bravo, anche se dubito che ormai qualcuno possa aiutarti…sei un bugiardo seriale, nella migliore delle ipotesi, quando non inventi di sana pianta le situazioni, le distorci con una tale protervia, da lasciare chi ti legge e ti ascolta con la sgradevole sensazione di avere di fronte un borderline. Dove sta la cattiveria del mio intervento? ora rileggi la serie di offese di cui hai condito la tua risposta: "feccia", "aborto", e anche un'allusione alla mia identità sessuale…e quest'ultima è davvero una ciliegina per chi da tempo dubita della tua "cultura" di sinistra. Sei il peggiore dei reazionari, ormai è tutto alla luce del sole, e questo grazie alla tua folle mania di esprimere "i tuoi punti di vista", pensando di sapere tutto di tutto, senza un briciolo di umiltà e di rispetto per gli altri. Gli "altri", il popolo rozzo al quale pensi di rivolgerti, dispone di risorse culturali (e umane) che tu purtroppo non gli riconosci, ha opinioni personali che sente di condividere, anche su argomenti poco ortodossi come quello su cui hai scelto di "esprimerti"…chi sei tu per deciderne la censura?

  8. stefano.dandrea ha detto:

    Ma ilpopolo sono anche le oltre 60 persone che hanno apprezzatoo moltoapprezzato.ma chi ha detto che il popolo è costituito soltanto da coloro che danno importanza alle scie chimiche? E chi ha censurato chi? Ho espresso un mio giudizio sull'ordine gerarchico dei problemi.Non ho nemmeno negato che le scie chimiche siano un problema. Se, come hai ammesso, non vomitassi ogni volta che scrivo, se non falsificassi, non cambiassi pseudonimo (anche su CDC ne hai usato più di uno e comunque ti ho beccato, perché ti riconosci fra tutti), se dialogassi correttamente, onestamente, parlerei anche con te,come faccio con tutti. E' soltanto con te che sono sprezzante, perché te lo meriti. E ora vai a vomitare.

  9. Aliasmary ha detto:

    Mai scritto su CDC…mi dispiace tanto per te (e per chi ti segue), hai proprio sbagliato persona. My God

  10. stefano.dandrea ha detto:

    Quindi siete due identici? Due che agiscono sotto pseudonimi e li cambiano, pseudonimi in quantità tale da non ricordare quale è stato usato in precedenza? Due in difesa del popolo, buonisti senza dirlo, contrari alla morale del dovere (ma una morale non del dovere cosa è)? Due, gli unici due, che vanno scrivendo della mia immagine poco credibile, di me che non ho immagine personale perché ho fatto di tutto, da sempre, per far scrivere su questo blog una quarantina di persone e per spingere gli amici dell'ARS a scrivere e parlare in pubblico, l'unico che attribuisce totalmente all'associazione quelle che forse, almeno in parte, sono le sue idee? Gli unici due che mi accusano pubblicamente di essere un grande reazionario? Lui che mi viene a parlare dei "froci" (parola usata da lui e mai uscita dalla mia bocca o penna) e tu che scegli per pseudonimo Aliasmary?

    Comunque, se siete due, il problema resta psicologico non diventa sociologico. Hai notato che il  caso dell'omicidio della ragazzina tredicenne è stato risolto scoprendo un figlio illegittimo? Tu potresti avere un gemello dal quale sei stato separato in tenera età. Ti consiglio di indagare.

  11. mirko ha detto:

    Be'… problema risolto: non si va da nessuna parte.

    Le "scie chimiche" non sono l'obiettivo, sono d'accordo, ma per concentrare l'attenzione e stimolare quella giusta reazione possono essere utili bersagli. Da qualche parte si deve pur cominciare. Certo sarebbe stato meglio partire da una robusta, capillare e lunga campagna di informazione, sensibilizzazione e istruzione (nell'ordine più opportuno) delle masse, cosa che le sinistre hanno accuratamente evitato (qui in Italia di sicuro). Basta questo per definire il vero problema: non c'è un partito, un movimnto, una ideologia di riferimento: si parte da zero. Attenzione e sensibilità a macchia di leopardo (sia sul "territorio" sia fra gli argomenti), nervosismi e incomprensioni a palate (basti l'esempio del dialogo tra Aliasmary e stefano.dandrea, che comunque non è certo dei peggiori), progetti nebulosi e strategie assenti. Non c'è di che stare allegri e, in effetti, "dar noia" pare già essere un progetto ben più che ambizioso! Eppure qualcosa si dovrà pur fare… anzi: qualcosa si farà. Spero non sia solo una lenta (?) agonia nel nulla.  Zamjatin : non ho ricette. Spero (e un po' ci credo) che già discutere e far circolare notizie sia "fastidioso" per un certo potere (magari anche per quegli 85, chissà) e spero che, un po' alla volta, si diffonda la necessaria consapevolezza e volontà di detrminare ciascuno il proprio destino senza più delegare ad altri tale privilegio. Poi, magari un asteroide risolve tutto…

  12. stefano.dandrea ha detto:

    Un asteroide no. Bastano tra le 3000 e le 10000 persone organizzate in un vero partito. Persone che ovviamente siano di tempra, idee e livello morale e intellettuale diversi da quelli di chi è stato nei partiti della sinistra radicale, altrimenti non si capirebbe perché questi ultimi abbiano fallito. Cosa difficile indubbiamente da realizzare ma non impossibile. Poi serve di sfondare il video. Ma questa è una cosa molto più facile della prima.

  13. RobaDaMatti ha detto:

    D'Andrea, stai fuori con l'accuso.

    Quella persona che scrive su CDC e che nel tuo delirio definisci escremento umano sono io (anche Mincuo lo chiamavi "merda umana", sempre con quella roba in bocca di trovo) e NON C'ENTRO NIENTE CON ALIASMARY che per di più non conosco.

    Ho visto di persona una riunione di ARS e ho visto quello che dovevo vedere per potermi fare un'opinione fondata quindi non ho nessuna intenzione di venire altre volte a scrivere sul tuo sito.

    Per cui:

    A) faccio questo intervento solo per evitare che Aliasmary si addossi le mie gravissime colpe (cioè pensare che ARS non ha la minima possibilità di concludere nulla)

     

    B) se in futuro, qui o altrove, troverai voci critiche su ARS non sarò io perché quello che dovevo dire l'ho ampiamente detto di conseguenza rilassati che non ho nulla di personale contro la tua associazione se non il fatto di considerarla destinata rapidamente e meritatamente all'oblio più assoluto.

     

     

     

  14. stefano.dandrea ha detto:

    Vi credo sulla parola: siete due gemelli (ennesimo pseudonmo eh?).

     

  15. stefano.dandrea ha detto:

    Comunque, solo per riportare la eventuale discussione sui giusti binari, osservo:

    che nel post non c'è alcuna accusa di complottismo mossa a coloro che si interessano delle scie chimiche;

    che nel post non c'è alcun tono sprezzante nei confronti di chicchessia: c'è una domanda rivolta a coloro che curano questo tema (non certo a chi un paio di volte ha sbirciato articoli);

    che coloro che prestano particolare attenzione a questo tema sono una modestissima minoranza della minoranza che ha scelto di informarsi criticamente sul web; perciò non si capisce come mi si possa accusare di aver "sparato a zero contro il "popolo", rozzo, ignorante, credulone": il popolo non è l'1% del'5% dei cittadini ( a parte che non ho assolutamente sparato a zero verso nessuno);

    che il "mio punto di vista", chiaramente espresso, è che esista una gerarchia di importanza tra il problema delle scie chimiche e quelli segnalati o altri non citati (potere del grande capitale di conformare l'opinione pubblica, per esempio), e che i secondi stanno molto più in alto nella scala gerarchica.

    Non ha senso, quindi, discutere con gente che interviene in questo modo: o la si banna o la si offende. Lo spirito che anima queste persone è chiaramente rivelato dalla frase "mai come in questo momento, la tua immagine soffre di poca credibilità", successivamente confermata dall'affermazione che la lettura dei miei post fa vomitare la persona in questione.

    Che si fa dunque con questa gente che ogni tanto si incontra in rete? La si banna? Io preferisco offenderla. In fondo ne capitano un paio l'anno, forse tre. In cinque anni di rete mi sono imbattuto in  una quindicina circa di questi esamplari tutti riconducibili ad un unico tipo sociale  e quasi sempre usano pseudonimi.

  16. franco ha detto:

    Caro Stefano D'andrea,

    la NOSTRA schiavitù è a prescindere, ti posso solo promettere che, quando capirai un terzo di quello che "loro" stanno combinando con quei caxo di aerei, frignerai molto molto più forte di me.

  17. Giorgio ha detto:

    SOVRANITA' DEL CIELIO

    Premetto che non seguo costantemente gli avvistamenti di scie chimiche, 

    ritengo però opportuno informarsi anche su questo fenomeno in quanto riguarda la SALUTE e direi anche la SOVRANITA', visto che i cittadini dovrebbero essere informati su quali attività di aerosol vengano fatte sulle proprie teste.

    Per la cometenza scientifica. se fosse necessaria allora non dovrei neanche informarmi di economia non essendo un economista.

  18. stefano.dandrea ha detto:

    Caro Franco (e caro Giorgio),

    non è che io voglia assolutamente disinteressarmi al fenomeno; né suggerisco ad altri di farlo. Semplicemente non lo inserirei in un programma politico. Salvo sostenere con certezza che vogliono uccidere un paio di miliardi di persone in tutto il mondo, non vedo come, se anche ne derivasse la possibile morte di un milione di italiani, il problema possa essere lontanamente paragonabile, per importanza, all'insieme dei problemi segnalati nel post e in un precedente commento. Né vedo quale rischio correremmo una volta riconquistata la sovranità e esercitata quest'ultima in modo indipendente.

    Però qualche punto fermo lo si può forse  fissare: "loro" che tu metti tra virgolette, chi sono? Una organizzazione di uomini? Una organizzazione di stati? Più organizzazioni di uomini o stati del tutto indipendenti? Più organizzazioni di uomini o di stati tra loro in contrasto?

    Secondo punto: convieni che, come in tutte le cose, non c'è alcuna ragione di pensare che ci sia qualcuno che voglia far male agli altri ma che si tratti di azioni che vogliono fare del "bene" a chi le compie, eventualmente nell'irrilevanza del male che possano arrecare ad altri?

    Dunque, "loro" che utilità vogliono arrecare a se stessi?

    Questo mi sembra il punto da cui partire, direi l'impostazione metodologica razionale. Dimmi dunque, alla stregua delle tue conoscenze, visto che mostri equilibrio nel dialogo: 1) chi sono loro? e 2) quale utilità vogliono provocare a se stessi?

    • Giorgio ha detto:

      Sono d'accordo che su una scala di priorità non sia troppo in alto il problema delle cosiddette scie chimiche.
      Personalmente penso che la sovranità sia nelle mani dei privati emettono la moneta, nella finanza con i suoi giochi di prestigio, e in coloro che possono fare le guerre.
      Ma non posso pretendere che tutti si informino solo su questo, esiste una scala di importanza dei problemi e penso abbia una qualche importanza diversa da zero il fenomeno delle scie chimiche.

      Detto ciò, la geo-ingegneria esiste e come, perfino il mainstream ne parla: http://http://www.theguardian.com/environment/graphic/2012/jul/17/geoengineering-world-map?fb=native

      Non so che cosa ci guadagna chi fa queste cose, ma visto che vige il segreto di stato sugli accordi fra Italia e USA (stipulati nel 2002 e 2003) per la ricerca climatica,  vorrei  almeno sapere se fanno male alla salute.

      Mi sembra di capire che la mia personale scala di priorità dei problemi, ha dei punti in comune con il vostro manifesto, ma non ho capito come vorreste gestire l'emissione monetaria. 
      Dove trovo delucidazioni in merito?

    • franco ha detto:

      Ho messo "loro" tra virgolette per indicarli come li indicava Hèctor Oesterheld, fumettista argentino e desaparecido, cioè fantasmi inafferrabili di cui non comprenderemo mai le motivazioni, e di cui non le dobbiamo cercare, dobbiamo occuparci, come dici tu, di quello che ci tocca più da vicino, una crisi economica che non finisce più, una disparità sociale sempre più marcata, ecc ecc…

      Ora il motivo (semi)ufficiale di quelle irrorazioni sembra essere la manipolazione del clima, noi in Italia stiamo a chiederci se è plausibile che a metà giugno la condensa ghiacciata possa galleggiare per ore a 2000 metri di quota, negli Stati Uniti invece si insegna geoingegneria nelle scuole, in borsa si scommette con le quote assicurative sull'esito delle coltivazioni, all'ONU gentilmente comunicano che le operazioni di irrorazione hanno coperto la luce del sole più di quanto previsto e potrebbero esserci problemi.

      I documenti, sempre (semi)ufficiali che "loro" lasciano filtrare, lasciano intuire che non si tratta solo di manipolazione del clima, ma di continuare ad emettere gas serra infischiandosene delle conseguenze, di far funzionare le tecnologie di guerra M.U.O.S e droni in primis, di alterare il comportamento umano tramite la risonanza con onde radio.

      Ma quanto costerà questa operazione in termini di denaro e di risorse? Quegli aerei sono speciali e vanno fabbricati, quelle sostanze vanno prodotte, serve il carburante, serve il personale, servono le strutture aeroportuali, e qui viene la risposta ad una famosa domanda negazionista: "com'è possibile mettere in piedi una operazione così vasta mantenendo il segreto?", risposta: "Semplice! Nello stesso modo con cui la mafia tiene in piedi il traffico di droga, ogni elemento della filiera, dal contadino che la coltiva allo spacciatore di strada, ha il suo guadagno".

      L'industria fabbrica gli aerei e prende i soldi, la ditta manutentrice li tiene in ordine e piglia i soldi, lo stabilimento produce le sostanze e piglia i soldi ….ma i soldi da dove vengono?

      Come è iniziata la crisi economica? E' stata la Goldman Sachs (di cui Mario Monti ne è simpaticamente l'Investor Advisor) attraverso il crack Lemann Brothers che ha provocato un buco di 650 miliardi di dollari e poi a catena tantissime altre banche senza lasciare immune l'Italia dove in MPS erano coinvolti gli stessi banchieri (JP Morgan, Goldman Sachs) per un ammanco totale di trilioni di dollari e sempre si parla di buco di tot miliardi e bruciati tot miliardi …alzi la mano chi mette i miliardi in un buco e li brucia …nessuno?

      Quei soldi da qualche parte son finiti, e qui c'è qualcuno che sorvola continuamente due terzi del pianeta con dei grossi aerei gettando sostanze.

      E allora hai ragione i nostri problemi sono la crisi economica, un paese comandato a bacchetta dagli stranieri, la mancanza di lavoro ecc ecc… , e quindi dritto al punto, fermare quegli aerei, se fermiamo quelli allora affrontiamo il vero problema, il delirio mentale di chi si ritiene fautore del destino della razza umana, l'arroganza di chi adopera l'intero pianeta come fosse una biglia da flipper, fermare gli aerei per mettere i bastoni tra le ruote a "loro", fare questo aprirà le porte al riacquistare la sovranità, ignorare la questione invece non ci lascierà mai alcuna possibilità.

      • stefano.dandrea ha detto:

        Sele scie vengono lasciate in tutti gli stati occidentali e non solo in quelli occidentali, se vengono lasciate sia da aerei delle varie compagnia di bandiera, che da aerei delle varie compagnie low cost che da aerei militari, direi che non c'è da preoccuparsi.

        • franco ha detto:

          Che risposta sarebbe? Questa sinceramente non l'ho capita ….

          • stefano.dandrea ha detto:

            Nel senso che, ricorrendo l'ipotesi formulata, ci può essere e sicuramente ci sarà un problema di inquinamento (uso di un certo tipo di carburante o altro) ma è assurdo pensare che ci sia un unico centro decisionale che abbia infiltrato tutte le compagnie di bandiera,coinvolgendo gli amministratori delegati, o inserendo uomini che raggirano gli amministratori delegati, idem per tutte le compagnie low cost e idem con i vertici dell'areonautica di tutti gli stati, anche quelli geopoliticamente avversari o militarmente nemici. E' assurdo anche solo pensarlo.Vi è unapossibilità su mille miliardi, si e no..

            Insomma, il fenomeno si ridurrebbe certamente a qualcosa di molto più semplice, anche per combatterlo, eventuamente, una volta che ci fosse al potere una forza sovranista.

          • franco ha detto:

            @stefanodandrea (non mi metteva il tasto reply)

            Il traffico aereo sempre sotto il controllo dell'areonautica è, che dovrebbero infiltrare?

            Non hanno bisogno d'infiltrare un bel niente, son loro a farlo e bon.

            Comunque il problema è sempre quello, e cioè che quegli aerei si vede ad occhio nudo quello che fanno e si vede davvero molto bene.

            E non è qualcosa nel carburante, sono proprio tonnellate di schiumone….

  19. aaron ha detto:

    Pazzesco, 18 commenti per le scie chimiche, poi postiamo roba utile e interessante e nessuno alimenta la discussione, è questo il vero problema !!!!

    Il problema delle scie chimiche sapete come lo risolviamo, con la Sovranità e con un calcio in culo a tutti i soldati americani presi nelle loro basi sul nostro suolo e mandati in America a ricordare che loro sono ( come  mi diceva mio nonno, un pastore sardo ) " i figli di puttana dei figli di puttana di noi europei".

    Poi se fare una critica al movimento No Scie ( che non esiste se non in pagine web e ha una "storia" di 10 anni senza aver mai creato niente se non moltiplicare pagine web ) spiegando che forse se otteniamo il controllo del nostro spazio aereo e se i nostri militari si rifiutano di farsi installare il MUOS con la scusa che ci sono " gli arabi cattivi che ci bombardano", forse sto problema delle scie chimiche non ci riguarderà più. Poi poveri presuntuosi che pensate che per  il semplice fatto di essere attenti alla tematica, se realmente credete che ci comandano facendoci inalare gas nocivi,  chi vi garantisce di sentirvi assolti ? vi ponete sul piedistallo di coloro che hanno capito e sono immuni…però poi state a farvi le seghe davanti al pc.

    Cancellate sto articolo ,Appello al Popolo è un Manifesto Culturale non una pagina fb dove lagnarsi delle scie chimiche, perche come al solito un sacco di ANONIMI vengono qui a dire a noi che il nostro progetto non è sensato se non parla dei temi che interessano ai singoli, frustrati e anonimi individualisti che non sono buoni neanche a mettere insieme 4 persone.

    ve la dico in un modo molto meno gentile di stefano…

     

    andate a cagare, perche se noi spariamo nell'oblio della vita reale a voi basta un black out e il vostro piccolo mondo digitale è morto, come la vostra esistenza !

    …e vi disperderete nell'etere come le scie che vi danno tante preoccupazioni !

     

    Aaron..

    ..che rimpiange i bei tempi di quando se uno aveva qualcosa da dirti veniva a dirtelo in faccia

     

    • Grassi F. ha detto:

      Aaron la tua risposta mi è piaciuta . Ma la tua denigrazione di internet non la trovo molto coerente . Senza internet probabilmente voi di ARS non vi sareste conosciuti , non avreste potuto e non potreste convincere altre persone ad associarsi , non potreste far circolare le vostre idee ecc..

      • Luigi ha detto:

        Suvvia, non perdiamoci in fraintendimenti. Ho letto il commento di Aaron e non mi pare affatto che abbia attaccato la rete, ha semplicemente criticato un certo uso che se ne fà. Apro comunque una piccola parentesi, la rete è un grande strumento ma non è la panecea di tutti i mali, anzi, si dice che sia neutrale ma non lo è per niente. Chi ha studiato un pò o chi consulta i siti che si occupano di internet (mi riferisco a quelli gestiti da veri esperti del settore, non ciarlatani) sa bene che anche internet è una colonia. Una colonia USA per la precisione, e anche questo è un tema che rientra nel nucleo della sovranità e del sovranismo in generale.

  20. Grassi F. ha detto:

    Comunque il complotto delle scie chimiche sembra una scemenza . Scienziati e metereologi lo smontano facilmente su questo sito :

    http://sciechimicheinfo.blogspot.it/

    • Alba Canelli ha detto:

      @Grassi F.

      Paolo Attivissimo sarebbe uno scienziato????
      Non ho mai letto tante fesserie come al link da te segnalato….
      Tra l'altro alla sx della pagina ci sono 8 domande IDIOTE a cui anche un bambino dell'asilo potrebbe rispondere…però stranamente nessuno può controbattere perché i commenti pubblici non sono graditi….visto che i "complottisti" sono una massa di pazzi incontrollabili che aggredirebbero questo "grande scienziato" (attivissimo…appunto!)

      C'è persino un articolo che dice che le scie chimiche chimiche sono scie di condensazione, quando oramai anche all'asilo sanno la differenza!

       

      • Grassi F. ha detto:

        Ma chi è Attivissimo ?

        A me le domande non sembravano affatto "idiote" , e le risposte  molto pertinenti .

        Sopra Stefano D'Andrea pone secondo me delle domande giuste : chi è che vuole avvelenare l'atmosfera ? A quale scopo ? E aggiungo : lo stesso architetto di questo grande complotto , una volta avvelenata l'atmosfera , dopo dove andrebbe a vivere ?

        • Alba Canelli ha detto:

          1) Attivissimo è il proprietario del link che hai postato TU

          2)…sempre al link che hai postato TU, ci sono delle domande perfettamente idiote, ti faccio un esempio concreto…con la domanda n°6: 

          Se davvero le “scie chimiche” sopra le loro teste sono così pericolose, perché i sostenitori della loro esistenza non vanno a vivere altrove, magari in qualche paese dove le “scie chimiche” non ci sono?

           

          Se per TE questa non è una domanda (soluzione) idiota, di conseguenza non lo è nemmeno questa:

          Se davvero la “sovranità è così importante” e i trattati europei sono la rovina del paese" e sono così pericolosi, perché i sostenitori di questa tesi, non vanno a vivere altrove, magari in qualche paese dove i “Trattati europei” non ci sono e dove vige la Sovranità?

           

           

  21. pantos ha detto:

    d'andrea, se pretendi di accreditarti presso il cicap con questi escrementi di articoli, ospitati da siti di disinformazione pilotata, cercati altro lavoro. magari meno indecoroso. siete in troppi. il cicap non può pagarvi tutti.

  22. Nogeo ha detto:

    Salve,

    vorrei sottolineare che la geoingegneria è molto piu' vasta della parola scie chimiche.

    Date una lettura:

    http://www.nogeoingegneria.com

    grazie

  23. Paolo ha detto:

    Ma a nessuno è mai venuto in mente che magari queste scie chimiche servano a proteggere la terra da qualcosa di peggiore, peggiore dell'avvelentamento che alla fine causano? Sinceramente non penso che quelli che tirano i fili, pur avendo sicuramente le migliori cure (quelle vere) e il miglior cibo disponibile, siano così stupidi da volersi distruggere insieme al pianeta… e forse tutte queste teorie, complottistiche o meno, servono solo a nascondere la vera verità, verità che forse non sapremo mai e che forse è meglio non sapere, perché chissà se saremmo in grado di sopportarla.

  24. Luigi ha detto:

    Visto che il tema ha attirato parecchie attenzioni un pò di musica potrebbe far bene per rilassare gli animi ;-)

    http://www.youtube.com/watch?v=RGMbjQBaAH0&list=UU0Phk_3qUbIPdHmVDYUHVeg

Rispondi a Alba Canelli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.