Autore: Stefano D'Andrea

0

Sull’unificazione politica e movimentistica del fronte del dissenso

di STEFANO D’ANDREA Ieri, assieme a una quindicina di militanti romani, nonché a tre salentini, noi di Riconquistare l’Italia abbiamo partecipato all’ “Assemblea nazionale del Fronte del dissenso”. A differenza della manifestazione del 10 ottobre 2020, questa volta la gestione della pandemia era il tema unico, o quasi, come risulta dagli 8 punti dell’appello, nessuno dei quali toccava i temi dell’antieuropeismo, del neosocialismo, della piena occupazione, delle prossime elezioni politiche, ecc.. Lo scopo era di...

0

Perché il 25 aprile è una festa di tutti gli Italiani

di STEFANO D’ANDREA La storia delle nazioni è fatta anche di guerre civili. Negli Stati Uniti, dopo la guerra di secessione, fu istituita la giornata del ricordo dei caduti del nord nella guerra di secessione, giornata che soltanto dopo la guerra mondiale, ossia 54 anni dopo, diventerà giornata dei caduti americani nelle guerre (ma non anche dei caduti del sud nella guerra di secessione: i fanatici svolgono ancora rare e non partecipate manifestazioni separate). In...

0

Per l’alleanza (1)

di STEFANO D’ANDREA Ieri sera, in qualità di Presidente di Riconquistare l’Italia, ho incontrato il Segretario di Ancora Italia, l’avvocato Mario Gallo. Gli ho esposto, in sintesi, il contenuto della mozione strategica sull’alleanza approvata dal Congresso di Riconquistare l’Italia il 28 marzo. In particolare, ho riferito che abbiamo creduto che, sedersi subito in tanti allo stesso tavolo, come rappresentanti di tutti i diversi soggetti, più o meno grandi, o se si vuole più o meno...

2

Profili di incostituzionalità dell’obbligo vaccinale contro il virus SARS CoV-2

1. Nell’area politica che considera gravemente inopportuna l’introduzione dell’obbligo del vaccino anti SARS CoV-2, alla quale l’autore di queste note fieramente appartiene, si vanno diffondendo pareri estemporanei e improvvisati relativi alla incostituzionalità, data per certa, della disciplina che ha introdotto l’obbligo vaccinale per alcune categorie di soggetti. Più che di pareri, in realtà, si tratta di declamazioni o di osservazioni superficiali, talvolta esternate appena conosciuto il testo legislativo, senza aver prima svolto una riflessione sufficientemente...

2

Byoblu: solidarietà, ringraziamenti e auguri

Il Comitato Direttivo di Riconquistare l’Italia esprime sconcerto, vicinanza e solidarietà a Claudio Messora, per la meschina, ingiusta e insensata censura subita da Byoblu, a cui è stato cancellato il canale youtube, che raccoglieva un grande patrimonio di interviste originali, non conformi e non di rado importanti. Ringraziamo Claudio Messora per il lavoro svolto in questi anni e ci auguriamo che il progetto di Davvero TV vada in porto il più presto possibile, per garantire...

2

Non c’è ancora prova che il vaccino sia efficace

di Stefano D’Andrea Lo Stato che ha vaccinato di gran lunga più degli altri è lo Stato di Israele. In Israele, il 9 marzo, quasi la metà della popolazione ha ricevuto due dosi: su 8.547.100 abitanti, sono state vaccinate con due dosi 3.859.111 persone (il 45,15%). Dunque questo Stato va preso come punto di riferimento per verificare l’efficacia della doppia dose. Non disponendo dei dati relativi alla curva delle ospedalizzazioni gravi (che comunque sono meno...

0

La terza ondata: cosa possiamo fare e cosa è ineluttabile

di Stefano D’Andrea  La terza ondata (la seconda della stagione 2020-2021) ci sarà comunque e inizierà tra gennaio e i primi di febbraio. La curva salirà e in marzo, al massimo nei primi di aprile, inizierà la discesa. Un altro paio di milioni di italiani si infetteranno. La terza ondata ci sarà in Italia come in ogni altro Stato del mondo, compresi gli stati con popoli ligi alle regole, come Austria Svizzera e Olanda. Avremo...

2

In Italia siamo milioni di immuni e non abbiamo bisogno del vaccino.

di Stefano D’Andrea I casi totali di Covid accertati in Italia sono 1.560.000. Il 31 luglio 2020 – data convenzionalmente scelta come conclusione dell’ondata iniziata a marzo – avevamo, invece, poco più di 245.000 casi accertati. Tolti i 35.000 deceduti, restavano 210.000 casi dei quali 199.999 risultavano guariti o negativi già il 31 luglio. E’ noto che gli infettati sono stati molto di più (se la letalità è generalmente intorno allo 0,6%, come si afferma...

0

Covid 19 e altre pandemie: bloccare la vita sociale o accettare un maggior numero di morti?

Il problema filosofico o etico posto da covid 19 e da eventuali altre pandemie è se si debba accettare che la vita sociale sia interrotta o bloccata per anni, nel senso che innnumerevoli e anzi quasi tutti i settori della società non funzionino o funzionino in percentuale estremamente ridotta – dal 20 al 50% – o se la vita sociale non vada paralizzata, a costo di sopportare un maggior numero di morti. Da mesi, infatti...

0

Sistema elettorale e partiti politici*

di Stefano D’Andrea Il titolo della mia relazione allude soltanto parzialmente al contenuto, perché in realtà vorrei – ovviamente soltanto con brevi notazioni, per esigenze di tempo – trattare due aspetti, non soltanto quello accennato nel titolo. In primo luogo, vorrei sollevare la domanda sul rapporto che corre tra le possibilità del sistema proporzionale di esplicare le sue potenzialità – potenzialità che considero acclarate e che sono state esposte dalla relazione del professor Canfora –...

0

Concorrenza e competizione

di STEFANO D’ANDREA (Presidente FSI-Riconquistare l’Italia) Così come della parola “merito” anche della parola “concorrenza”, fino a trenta anni fa, le civiltà secolari o millenarie ne avevano fatto a meno, salvo l’uso decisivo, tra la fine del settecento l’ottocento e i primi del novecento, nell’economia politica con riguardo alle imprese (e ai lavoratori). La vita non era caratterizzata dalla concorrenza ma (anche) dalla competizione. Esiste la competizione, che è un fatto normale della vita. La...

1

Volete il merito? Avrete Palamara!

di STEFANO D’ANDREA (Presidente FSI-Riconquistare l’Italia) Fino a un certo punto – mi dicono fino al 2006, a un certa riforma del leghista Castelli – le carriere in magistratura erano piuttosto automatiche. L’anzianità di servizio contava al 90%. Se non eri stato valutato inidoneo per qualche ragione diventavi presidente di Tribunale. Introdotto il merito, quindi la valutazione assolutamente discrezionale di partecipazioni a convegni o pseudo-convegni, corsi di formazione, la scrittura di note a sentenza o...