Categoria: Rassegna Stampa

0

Disoccupazione tecnologica. La Banca d’Inghilterra si arrende a Marx

di CONTROPIANO (Francesco Piccioni – Colin Drury) Non capita spesso che i marxisti si vedano dar ragione da rappresentanti dell’altissima borghesia, ma a volte accade. E la circostanza diventa davvero clamorosa se si pensa che “il borghese” in questione è addirittura il governatore della Banca d’Inghilterra, la più antica banca centrale del mondo capitalistico. […] continua a leggere QUI http://contropiano.org/news/scienza-news/2018/04/21/disoccupazione-tecnologia-la-banca-dinghilterra-si-arrende-a-marx-0103154  

0

Medicina, Goldman Sachs: curare non è redditizio per aziende

di WALL STREET ITALIA Curare i pazienti potrebbe essere un business poco sostenibile per le aziende. Lo dicono gli analisti di Goldman Sachs in un rapporto del 10 aprile intitolato “The Genome Revolution”. Al centro dello studio c’è in particolare la terapia genica, disciplina medica nella quale il DNA è utilizzato come sostanza per prevenire o trattare una malattia, insieme alla terapia cellulare geneticamente modificata e all’editing genico. “Questi trattamenti offrono una prospettiva molto diversa...

0

Macron evoca la guerra civile europea ma in Francia la sicurezza è al tracollo

di GLI OCCHI DELLA GUERRA (Andrea Muratore) Nel suo accorato discorso al Parlamento europeo del 17 aprile scorso, il Presidente francese Emmanuel Macron è intervenuto con toni decisamente perentori. “Non possiamo far finta di essere in un tempo normale, c’è un dubbio che attraversa molti dei nostri paesi europei sull’Europa, una sorta di guerra civile europea sta emergendo: stanno venendo a galla i nostri egoismi nazionali e il fascino illiberale”, queste le parole di Macron,...

0

L’alleanza petrolifera tra Russia e Arabia Saudita che fa arrabbiare Donald Trump

di AGI.IT (Giandomenico Serrao) È cominciato a Gedda il vertice tra i Paesi Opec e non Opec. Il progetto di una ‘Banca Centrale del petrolio’ di cui gli Stati Uniti non farebbero parte, trovandosi nello scomodo ruolo di spettatori  Afp – Il vertice dei Paesi Opec e non Opec di Gedda È cominciato a Gedda in Arabia Saudita il vertice tra i Paesi Opec e non Opec per mettere a punto la strategia in vista del meeting viennese...

0

Costituzione italiana e servizi pubblici essenziali.

di MMT ITALIA (Marco Cavedon) La nostra Carta Costituzionale è stata approvata nel dicembre 1947 alla fine dei lavori dell’Assemblea Costituente, che era stata nominata in occasione del referendum istituzionale nel quale il popolo italiano aveva scelto fra Monarchia e Repubblica. Quali sono i principali ideali politici, sociali ed economici che hanno contribuito a definirne i valori ? Sono 3: –          Pensiero liberale (ispirazione Mazziniana) –          Pensiero cristiano-sociale (ispirazione democristiana) –          Pensiero socialista (ispirazione Marxista) La nostra carta rappresenta...

0

L’illegittimità giuridica dell’attacco missilistico

di IL MEDITERRANEO.ORG (Luigi Savoca) Il fatto che uno storico esponente della sinistra, giudice emerito della corte costituzionale e papabile Presidente della Repubblica nel 2013 si schieri a favore dei missili sulla Siria rappresenta il perfetto esempio del declino di una sinistra ormai totalmente asservita ai grandi poteri economici e militari. In un recente editoriale a commento del raid USA-GB-FR contro la Siria, Sabino Cassese ha illustrato alcune argomentazioni miranti a legittimare “giuridicamente” l’ennesimo bombardamento...

0

L’occidente e le guerre “umanitarie”

di VOCI DALL’ESTERO (Anthony Freda) Riprendiamo un attualissimo articolo pubblicato dal Washington Blog nel 2015, che si occupa delle “guerre umanitarie” intraprese dai governi occidentali. Ogni volta che gli USA vogliono cambiare gli equilibri geopolitici di una regione ne destabilizzano i governi, prendendo a pretesto presunte emergenze umanitarie (che poi si rivelano completamente false o enormemente ingigantite, ex-post) e intervengono militarmente, causando molte più vittime di quelle che a parole volevano evitare. Quindi lasciano le regioni...

0

Più debito per uscire dalla crisi

di MEGACHIP (Andrea Baranes) Il problema dell’Italia è il debito pubblico. Non è nemmeno un argomento su cui discutere, ma un assunto evidente. Posto che il debito pubblico è eccessivo e ci strangola, ragioniamo pure di quali siano le strategie più efficaci per ridurlo il più velocemente possibile. Ma è davvero così, o è forse necessario fare un passo indietro? Più che l’ammontare del debito pubblico, il faro che guida ogni scelta di politica economica...

0

Perché sono veterinaria ma non animalista

di THE VISION (Giulia Corsini)   Il dibattito pubblico sulla questione animale spesso tocca la professione veterinaria. Può un veterinario essere a favore della sperimentazione animale? Può un veterinario andare allo zoo o al circo e, più in generale, essere favorevole all’intrattenimento con gli animali? Può un veterinario mangiare carne e altri prodotti di origine animale come latte e uova? Può un veterinario indossare pellicce e scarpe di cuoio? Personalmente, in quanto medico veterinario, ho...

0

Debito pubblico e povertà privata

di L’INTELLETTUALE DISSIDENTE (Francesco Casalena)   A distanza di anni si continua ad additare il debito pubblico come peccato originale e causa di tutti i mali dell’economia italiana. Il prossimo governo dovrà prendere una decisione cruciale su questo punto: proseguire sulla scia di distruzione tracciata dall’ultima legislatura oppure invertire questa sanguinaria tendenza. Uno dei leitmotiv che hanno scandito i tempi di questa campagna elettorale è stato quello della necessità di ridurre il debito pubblico. Secondo molti,...

0

“40 km in bici per 4 euro a pizza”, la mia vita da rider

di ADNKRONOS Il cellulare non smette di squillare. “Ora siamo diventati famosi” dice all’Adnkronos con un sorriso amaro l’ex rider di Foodora, il 26enne Riccardo che con altri 5 suoi colleghi ha fatto causa alla startup tedesca, contestando l’interruzione improvvisa del rapporto di lavoro, dopo la mobilitazione del 2016. Il tribunale di Torino ha dato ragione, però, all’azienda sostenendo che i fattorini sono autonomi a tutti gli effetti, riconoscendo come dice Foodora in una nota...

0

L’autorevolezza della democrazia

di GUSTAVO PIGA «La risposta non è la democrazia autoritaria, ma l’autorità della democrazia». Macron. “Autore”, etimologia: che accresce, che fa prosperare. * Sarebbe meglio parlare piuttosto di autorevolezza della nostra democrazia. Ecco cosa ha reso in Italia poco autorevole la nostra democrazia: la mancanza di crescita (grafici dal discorso del Governatore Visco per il trentennale della Facoltà di Economia all’Università di Roma Tor Vergata) . Impressionante come l’Italia abbia smesso dal 2008 di crescere...