Categoria: Rassegna Stampa

0

Quando la politica diventa tifo calcistico

di L’INTELLETTUALE DISSIDENTE (Pietro Catalano)   Più che analizzare oggettivamente le diverse proposte politiche, all’italiano interessa solo difendere a priori il proprio partito, quasi come fosse un tifoso, e perdersi nelle velleità degli scandali mediatici. Evviva il colpo di scena mediatico! Evviva la teoria dello scandalo che innesca l’indignazione d’occasione, toccando sapientemente le suscettibili corde della malandata morale borghese. Il mondo come volontà e cattiva rappresentazione verrebbe da dire, citando il buon Schopenhauer… Volontà eccessiva...

0

1917-2017: effetti della guerra, effetti del neoliberismo

di LO SGUARDO (Augusto Illuminati) Il 1917 di Martov fu singolare e ne derivò una lettura minoritaria, complessivamente erronea, ma a tratti acuta e presaga della rivoluzione. Martov (Julij Osipovič Cederbaum, Costantinopoli 1873-Schönberg 1923), dopo essere passato da Odessa a Pietroburgo per sfuggire ai pogrom, si era avvicinati al marxismo e fu arrestato per la prima volta nel 1892, esiliato a Vilna, in Lituania, dove contribuisce alla costituzione del Bund (Unione generale dei lavoratori ebrei)....

0

I 110 anni dell’Olivetti alla Gnam

di ADNKRONOS Olivetti si mette in mostra alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma. ‘Looking Forward. Olivetti: 110 anni di immaginazione’, aperta al pubblico dal 20 febbraio al primo maggio, presenta oltre 300 pezzi unici tra oggetti, manifesti e fotografie d’epoca, per raccontare una marca che ha segnato la storia del design, della grafica, dell’innovazione tecnologica e della comunicazione in Italia. A cura di Ilaria Bussoni, Manolo De Giorgi e Nicolas Martino,...

0

Populismo e crisi del sociale

di CARLO FORMENTI «Alla concentrazione del potere economico in poche mani fa riscontro il progressivo svuotamento degli istituti tradizionali della democrazia rappresentativa, ridotti a camere di compensazione di interessi lobbistici. I cittadini sono consapevoli che le loro scelte elettorali non hanno più alcun peso nel determinare le proprie condizioni di vita per cui tendono a rifiutare in blocco la politica» Le due prospettive contraddittorie che animarono il movimento del ’68 – la “critica sociale” e...

0

Lavorare non è più condizione sufficiente per non essere poveri. In Europa

di ECONOPOLY (Maurizio Sgroi) Un’analisi recente svolta da Ref Ricerche ci consente di fare un altro passo in avanti nella comprensione del mercato del lavoro dell’eurozona. Abbiamo già osservato in un post precedente alcune peculiarità bene illustrate nell’ultimo bollettino della Bce, e in particolare il rilevante contributo offerto alla crescita dell’occupazione da parte della classe più attempata di lavoratori (55-74enni). Adesso può essere utile spostare il focus su un’altra caratteristica messa in evidenza da Ref Ricerche,...

0

Cyber security: la strategia cinese

di OLTRE FRONTIERA (Priscilla Inzerilli)   Il 19° Congresso del partito Comunista cinese dello scorso ottobre ha messo esplicitamente in luce una realtà che appariva già chiara alla maggior parte degli osservatori: ogni aspetto riguardante la politica, l’economia, la difesa e persino la cultura della Repubblica Popolare Cinese deve essere in qualche modo ricondotto alla protezione e all’espansione degli interessi nazionali. Tale approccio coinvolge, di conseguenza, anche il piano nazionale di cyber security, il cui...

0

La particolare gestione dei fatti di Macerata

di ITALIA E IL MONDO (Giuseppe Germinario) C’ è un limite alla capacità di orientamento dell’opinione pubblica per quanto sofisticate possano essere le tecniche di comunicazione e di manipolazione delle informazioni; è il crescente e reiterato stridore tra la rappresentazione offerta e il concreto evolversi degli eventi e delle situazioni. Lo si è visto durante le elezioni presidenziali americane e, nel nostro piccolo, nella rapida parabola che sta segnando i destini di tanti uomini politici...

0

Dipendenti pubblici? Pochissimi e vecchissimi.

di GUSTAVO PIGA Ringrazio Maria Luisa Bianco e Guido Ortona dell’Università del Piemonte Orientale nonché Daniele Ciravegna, Bruno Contini, Nicola Negri, Francesco Scacciati, Pietro Terna e Dario Togati dell’Università di Torino per aver acconsentito alla pubblicazione di questo estratto del loro documento “Appello per un piano straordinario di assunzioni nella Pubblica Amministrazione”, particolarmente significativo e vicino alla visione di questo blog sulla questione della Pubblica Amministrazione in Italia.  * In Italia vi sono 3.055.000 dipendenti...

0

Funziona così

di RETE MMT  di Mike Norman Il Governo non può rimanere a corto di moneta. Il Governo emette la sua valuta. Quando dicono di essere a corto di moneta, o mentono o sono semplicemente stupidi. Come spende il Governo? Il Congresso decide il livello di spesa, la destinazione della spesa ed è fatta. Per decreto. Puoi spendere in carri armati o puoi spendere in assistenza sanitaria per tutti. O puoi spendere in entrambe le cose....

0

L’Italia nel ciclo politico reazionario

di SINISTRA IN RETE (Alberto De Nicola) Il cosiddetto “ritorno del fascismo” in Italia fa parte di un fenomeno di dimensioni globali. La sua origine va ricercata nella crisi di egemonia del neoliberalismo e nell’impasse dei movimenti sociali. Per contrastare la torsione autoritaria è necessario mettere in discussione alcuni luoghi comuni che animano il dibattito in rete dopo i fatti di Macerata «La verità è che non si può scegliere la forma di guerra che...

0

George Soros non è affatto un benefattore, cara Emma Bonino

di OLTRE LA LINEA (Davide Pellegrino) George Soros, ispirandosi alla filosofia di Karl Popper, persegue la mondializzazione coatta e la messa sotto tutela, o più esattamente sotto condizione, degli affari interni degli Stati, il tutto per poi speculare a danno della loro economia. Mediante organizzazioni quali Otpor (Отпор) e la Open Society Foundation ha contribuito alla balcanizzazione della Jugoslavia, mediante il sostegno, in Serbia, a quelle frange socialdemocratiche sovversive che, nel giro di due anni, dal...