Caro Saviano, ti sbagli: la responsabilità della crisi è degli euro-estremisti

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. stefano.dandrea ha detto:

    Non mi è chiara la ragione di quel “Caro” all’inizio del titolo :)

  2. Cesco ha detto:

    Le tesi repubblichine sono, in fondo, sempre quelle… Forse, però, il Manifesto è ancora più imbarazzante.

  3. Matteo ha detto:

    Non a caso Saviano è un mito per i grillini.
    Ricordo distintamente quando attribuì la colpa delle condizioni in cui versa la Grecia ai…cravattari di quartiere.
    Viste le sue origini, viene da pensare male, ma come notava un grande politico della prima repubblica, sovente ci si azzecca.

  4. Giampiero Marano ha detto:

    “Viste le sue origini” cosa significa?

  5. Giampiero Marano ha detto:

    Generalizzare è inaccettabile

  6. Matteo ha detto:

    Si rilassi: era una battuta.
    Della appartenenza etnica di Saviano mi interessa più o meno come delle sue abitudini alimentari o i suoi libri.
    Travaglio, per dire, dice le stesse coseeppure credo sia un gentile.

  7. christian ha detto:

    saviano è un idiota messo lì per farsi capire dagli italiani che sono idioti come o più di lui difatti la sua merda sui casalesi ha venduto 10 milioni di copie

    IL PREMIO FLAIANO
    l’ opinione di Christian Rizzi
    il premio flaiano
    a roberto saviano
    che cugino di alfano
    è un prode italiano
    a fargli da spalla
    c’è tonino guerra
    che ormai sotto terra
    parla solo di guerra
    con la giacca in flanella
    ringrazia fellini
    se fosti tra i primi
    poeti cretini
    giorgio diritti
    i fratelli vanzina
    la cultura in cantina
    meglio vender farina

  8. mezzo pensante ha detto:

    Al limite poteva dare la colpa ai nostri genitori per aver “lasciato” che la democrazia si svuotasse e per la spoliticizzazione del paese.

    No….per lo sperpero di denaro pubblico…perchè abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità….Saviano è il peggio del peggio del peggio.

Rispondi a christian Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *