Questione nazionale: il punto debole della sinistra italiana

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Lorenzo ha detto:

    All’anima del superamento della dicotomia destra-sinistra!

    All’articolista potrebbe interessare l’idea che essendo i rapporti di sopraffazione (l’imperialismo) insuperabili perché iscritti nella natura umana, la relazione fra le varie sinistre e l’imperialismo stesso non vada letta nei termini di una tentazione a cui si finisce per soggiacere troppo spesso, ma come un dato strutturale iscritto nella dialettica fra enunciazione del principio mitico-religioso (l’amore fra gli uomini) e la sua presentificazione intraterrena.

    Finché è esistita una società sana, cioè dominata da rapporti polemologici, la sinistra ha utilizzato tale religione come terminus ad quem per infiammare la guerra reale. Nell’attuale contesto di decadenza utilizza la religione umanista come sic stantibus per giustificare la sua sudditanza ai poteri forti.

    E voi continuate a parlare di sinistre come se fossero tutte uguali. Come intuiva Feuerbach e ben sapeva Spengler, quando cambia l’umanità cambiano anche le sue proiezioni mitogeniche e i suoi processi di autocomprensione. “Chiunque voglia idealizzare la sua vita non deve vederla con troppa precisione”.

  2. Giampiero Marano ha detto:

    Dove ha letto, di grazia, che il FSI è per il superamento della dicotomia destra-sinistra? Questi semmai sono De Benoist e Tarchi. Non ci interessa auto definirci se non come sovranisti.

  3. Stefano D'Andrea ha detto:

    Quasi tutte cose vere. Ma la sinistra è morta. E non può resuscitare, per fortuna.
    Non capisco per quale ragione ci sia ancora qualcuno che va in cerca di “sovranisti di sinistra” o promuove il sovranismo “a sinistra”. Il programma economico costituzionale sta scritto nella Costituzione. Esso è in radicale contrasto con i Trattati europei. Chiunqe accetti quel programma e quindi la democrazia e la Costituzione è un sovranista. La provenienza è irrilevante. Lasciamo la duscussioni sulla resurrezione della sinistra a coloro che sono incapaci di capire che coloro che provengono dal centrosinistra o dal centro o dal centrodestra o dalla destra o dal qualunquismo o dal disinteresse e approdano al sovranismo costituzionale non sono più stupidi più disonesti meno seri meno disciplinati meno coraggiosi meno validi di coloro che provengono da sinistra. Sicché è un atto puramente masochista e irrazionale continuare a rivolgersi esclusivamente alla morta sinistra. Per far cosa poi: per rivitalizzare e riciclare disastrose e ipocrite classi dirigenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *