La scuola tedesca non è per poveri

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Andreas ha detto:

    Il liceo rimane la scuola migliore ed ogni persona ha il diritto fondamentale di decidere in maniera sovrana,anche contro la volontà della famiglia o delle istitizioni classiste,la propria formazione,di coltivare i propri interessi e di scegliere la propria scuola e,soprattutto di studiare all’Università. Soprattutto bisogna chiedersi ai bambini “figli di chi” gli insegnati consiglierebbero il liceo sin da subito. La plutocrazia in Italia vorrebbe ritornare ad una condizione post-unitaria della scuola,anche peggiore del fascismo,abbattendo gli studi umanistici,prediligendo l’ambito tecnico,gli studi professionali,ricalcando le disuguaglianze secondo una prospettiva classista.

  2. Andreas ha detto:

    Di sicuro non vorrei vedere un calo progressivo di studenti liceali,negando alle persone “meno importanti” di poter studiare al Liceo(al fine di serrare i ranghi alle famiglie più agiate di liberi professionisti della casta e delle caste) o addirittura abolirlo,proprio come voleva tempo fa Sua Eminenza Laura Boldrini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *