Intanto nell’Eurozona

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Stasi Roberto ha detto:

    Nel mio punto di vista l’errore di chi gestisce i mass-media o la politica e’ quello di non capire il complesso meccanismo della prostituzione che e’ legato al potere delle banche. Oggi, otto nazioni europee accettano la prostituzione legalizzata mentre ventidue nazioni la oppongono. Quando e’ stata instituita la moneta dell’euro non si e’ tenuto conto di fattori importanti e cioè di assicurarsi che delle zone (nazioni), intese come isole per proteggere le prostitute dal crimine, non avessero il potere di invadere nazioni che non accettano la prostituzione legalizzata. L’implementazione di una moneta comune ha immediatamente garantito un potere sulle banche, potere esercitato da nazioni a favore della prostituzione legalizzata che avendo tale potere si sono naturalmente trovate inclinate a convertire altre nazioni alla prostituzione legalizzata mediante una pressione bancaria e legislativa. Queste enormi pressioni economiche e legislative causano enormi conflitti e terribili opposizioni che rispondono con la prostituzione non legalizzata generando maggiore crimine. Si doveva invece pensarci prima per togliere qualsiasi tentazione di invasione mediante la separazione della moneta che doveva garantire una moneta differente per coloro che avrebbero accettato la prostituzione legalizzata. Questo e’ un argomento importantissimo che fa capire i meccanismi sociali ma che nessuno vuole discutere, sia perché si vive nell’ignoranza e sia perché la gente ha imparato a lanciare accuse contro tutti senza avere la minima comprensione dei meccanismi che regolano la società moderna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.