La Rivista del FSI

0

Nazionalizzare

di SIMONE GARILLI (FSI Mantova) Il punto è molto semplice: uno Stato sovrano può nazionalizzare qualunque settore ritenga senza nessun bisogno dell’intervento della Magistratura. Nazionalizzare è una scelta politica e ci mancherebbe altro che non lo fosse. Questo è vero per tutti gli Stati, ma lo è in particolare per lo Stato Italiano laddove si decida di rimettere al vertice dell’ordinamento la Costituzione del 1948. Nel caso specifico di Autostrade per l’Italia, però, il governo...

0

Sicurezza, libertà, autonomia cognitiva

È scomparso ieri Danilo Zolo, filosofo e fondatore di “Jura gentium”, centro di filosofia del diritto internazionale e della politica globale. Ci lascia una delle poche voci critiche e non omologate al pensiero unico degli ultimi decenni.   di DANILO ZOLO Il trionfo dell’economia di mercato non ha soltanto messo in crisi lo Stato democratico nella sua forma di Welfare state: ha coinvolto l’intera esperienza delle istituzioni liberaldemocratiche occidentali. Il termine “sicurezza” è sempre meno associato ai...

0

Il mito di Narciso, paradigma dell’era post-moderna

di FEDERICA FRANCESCONI Se c’è un mito che rappresenta bene la deriva autarchica dell’età post-moderna, questo è quello di Narciso, l’eterno giovane che vive della sua sola immagine riflessa, senza curarsi di ciò che gli sta attorno. Ogni aspetto dell’attuale vita politica, sociale e culturale ha un qualcosa che richiama il narcisismo patologico, dallo scollamento di gran parte della classe dei governanti dai reali bisogni della gente, spregiativamente chiamato il popolino fannullone, alla una figura...

0

Il Decreto Di Maio diventa legge

di GIANVITTORIO DOMINI (FSI Genova) Il Decreto Dignità diventa legge. Con 155 voti favorevoli, 125 contrari (e un solo astenuto) l’Aula del Senato ha definitivamente approvato il decreto «Dignità». Nella giornata di ieri, il Senato ha dato così l’ok al testo del D.L. 87/2018. Il testo non ha subito correzioni in commissione rispetto a quello licenziato dalla Camera il 2 agosto; il Senato ha infatti approvato senza modifiche il testo che era stato approvato dalla...

0

Il carattere degli Italiani

di WALTER BARBERIS Cosa sia la nazione italiana, chi sia l’italiano, se vi sia un carattere italiano sono interrogativi che forse è bene lasciare alla molta letteratura che si è esercitata sul tema. Tutt’al più, vale la pena ricordare che quando si trattò di disegnarne un profilo unitario, quando tra la fine del Settecento e il corso dell’Ottocento si avviò il gran movimento che doveva portare gli italiani all’unità politica e istituzionale, molti uomini di...

0

Sogno di una bomba di mezza estate

Die Welt riapre il dibattito, in realtà mai chiuso, sulla necessità di dotare la Germania di una propria bomba atomica. Per ora sembra piu’ che altro una discussione buona per le pagine estive dei quotidiani, ma in futuro potrebbe trasformarsi in qualcosa di molto piu’ concreto, soprattutto se i francesi fossero d’accordo. La campagna per una bomba atomica tedesca va avanti da anni, ne avevamo parlato qui e anche qui, e sicuramente la cosiddetta “stampa di qualità” tornerà a...

3

Il totalitarismo ‘soft’ di Bruxelles

di HANS MAGNUS ENZENSBERGER L’esecutivo dell’Unione, che per di più detiene il diritto esclusivo di iniziativa legislativa in quasi tutti i settori e, in quanto ‘custode dei Trattati’, vigila sull’osservanza della legislazione europea da parte degli stati membri, è formato non da ministri ma da commissari. C’è da ritenere che gli inventori di questo concetto non abbiano rilevato le associazioni che in Europa sono a esso ricollegabili. A parte il fatto che in non pochi...

0

Ad Albertine Thévenon sulla condizione operaia

di SIMONE WEIL Cara Albertine, mi ha fatto bene ricevere un rigo da te. Ci sono cose, mi pare, che comprendiamo solo tu e io. Tu vivi ancora; ecco, non puoi sapere come ne sia felice … La vita li vende cari i progressi che fa compiere. Quasi sempre a prezzo di dolori intollerabili… Quel che mi scrivi della fabbrica m’è andato dritto al cuore. E’ quel che sentivo io fin da quando ero piccola. Per questo...

0

Federico Caffè: “La sfida della disoccupazione giovanile”

Alcuni atteggiamenti che hanno avuto occasione di manifestarsi, a seguito della pubblicazione delle cifre del primo elenco dei giovani alla ricerca di lavoro, non possono non destare un certo stupore. Indubbiamente i dati ora disponibili accrescono i «dettagli» delle nostre conoscenze e non sono privi di utilità. Sarebbe, peraltro, mera ipocrisia dare a intendere che la gravità del fenomeno non fosse già nota, anche nelle sue connotazioni inerenti alla rilevanza della componente femminile e alla distribuzione...

0

Sei poesie sui padri e sulla patria

di ROCCO SCOTELLARO OLIMPIADI I nostri padri furono fanciulli lesti e furiosi e giganti nei giuochi. Dettero mano alle roccie, lassù nell’aria la terra com’era fredda e lontana. Li misero caterve sulle chiatte, loro, di sdegno spaccarono l’oceano. Affilaste le pietre nelle terre. Padri, desti al rantolo degli animali, provando i denti alla scorza degli alberi. I nostri padri furono fanciulli che vennero a stare ai lidi, sui monti e si misero a cantare. In...

0

Αγαπητή μου Ευρώπη (Mia cara Europa)

di ANDREA ZHOK (FSI Trieste) In Grecia un incendio nella zona est dell’Attica, ai confini di Atene, ha fatto almeno 79 morti e 550 feriti. Una disgrazia, naturalmente. Fino a un certo punto. — Dal primo intervento della Trojka ad oggi la Grecia ha ridotto drasticamente il perimetro dello Stato: privatizzazioni di aziende pubbliche a parte, la spesa pubblica è passata da 12.600 milioni di euro nel 2010 a 9.263 milioni di euro nel primo...