Autore: Redazione

0

Agli Italiani la scelta!

di GERARDA MONACO Votare centrodestra: austerità, privatizzazioni, freddo, guerra, ricatti e discriminazioni, ma coi decreti sicurezza. Votare centrosinistra: austerità, privatizzazioni, freddo, guerra, ricatti e discriminazioni, ma col matrimonio gay. Votare i cinque stelle: austerità, privatizzazioni, freddo, guerra, ricatti e discriminazioni, ma con onestà. Votare Italia Sovrana e Popolare: tutto il deficit necessario per creare piena occupazione, economia mista, energia al giusto prezzo, dialogo internazionale, abolizione di qualsiasi restrizione vessatoria. Agli Italiani la scelta!

0

Io non ci sto

di ANDREA ALQUATI Io non ci sto ad accettare che chi è ricco lo diventi sempre di più gestendo servizi pubblici essenziali, che chi è povero lo diventi sempre di più e il ceto medio sparisca impoverendosi a sua volta, che il lavoro – autonomo o dipendente che sia – venga tartassato e i capitali siano liberi di scorrazzare dove pagano meno la manodopera e le tasse, mentre lo Stato è ridotto al pari di...

0

“Siete di destra o di sinistra?”

di MICAELA SALOMONE MEGNA ITALIA SOVRANA E POPOLARE è un’alleanza politica formatasi il 25 Luglio scorso in vista delle elezioni politiche 2022 dall’unione di diverse realtà portate avanti da Marco Rizzo, Antonio Ingroia, Stefano D’Andrea, Francesco Toscano e Adriano Duina. Ecco, dopo che ho spiegato questo, mi viene chiesto :”Si ma allora siete di destra o di sinistra?”. Oggi ragionare secondo questo schema è, per me, anacronistico. Inoltre, non funziona perché se guardiamo lo stato attuale...

1

Bonus=tagli

di EMILIO MARTINES Tajani propone il bonus per le scuole private. Chi conosce un minimo la società americana sapeva da tempo che saremmo arrivati qui. La logica dei bonus altro non è che la più subdola via per smantellare i servizi pubblici. La logica è manageriale, come tutte quelle aziende che hanno chiuso le mense e le hanno sostituite con un ticket restaurant. La mensa mi costa 100, vi do bonus per 70, andate dove...

0

“Ora volete la poltrona, ma dove siete stati in questi anni?”

di LORENZO D’ONOFRIO Eravamo umilmente a costruire l’alternativa ai partiti che votavate turandovi il naso o facendovi prendere in giro. Eravamo a studiare, a fare esperienza e a sudarci i nostri zerovirgola. Eravamo a prenderci i vostri insulti mentre cercavamo di aprirvi gli occhi, spiegandovi perché i partiti che votavate vi stavano prendendo in giro. Nessuno ci ha mai regalato nulla e mai lo farà, ma ora siamo DIVENTATI GRANDI e siamo pronti a conquistarci...

1

Morire per Maastricht (e per Washington)

di GILBERTO TROMBETTA Su ordine di Unione Europea e USA, l’attuale classe politica italiana, la peggiore della nostra storia, ci sta mandando a schiantare a 300 chilometri all’ora contro un muro. I fattori che ci hanno portati a questa disastrosa situazione non sono colpa del destino cinico e baro. Sono tutti causati da precise scelte politiche. E dipendono tutte, nessuna esclusa, da imposizioni provenienti da Unione Europea e USA. La liberalizzazione del mercato energetico dipende...

0

“Costi” e “utili”

di ANNA PAOLA USAI ENI registra nell’ultimo semestre un utile di 7,8 miliardi. Se il costo del gas fosse aumentato veramente anche per ENI, quest’utile sarebbe ingiustificato, non potrebbe esistere. Invece c’è e c’è la truffa ai nostri danni. ENI non paga il gas al prezzo che quei criminali di giornalai stravenduti, ci fanno capire che paghi. Ossia il prezzo del TTF, la Borsa di Amsterdam. ENI paga il gas, o almeno il 95% del...

1

Italia Sovrana e Popolare

di SALVATORE SCRASCIA Italia Sovrana e Popolare introdurrà nell’agone politico argomenti inconciliabili e nuovi rispetto a quelli proposti e ripetuti da trent’anni dal partito unico. Saranno contrapposte due “civiltà”, diverse ed in opposizione tra loro. Gli attuali occupanti del Parlamento sono portavoce di una società “mercatocentrica”, in cui il diritto viene scritto per le società e i diritti sociali sono elemosina o pezze per rendere il sistema digeribile ed evitare rivolte sociali. Italia Sovrana e...

1

Come stavamo trent’anni fa, come stiamo oggi?

di ANDREA CORRITORE PARTE 1: IL SISTEMA BANCARIO Fino al 1992 il sistema bancario italiano era uno dei più solidi e stabili al mondo grazie a due fattori: 1) una fortissima, spesso esclusiva, presenza di capitale pubblico nella proprietà delle principali banche italiane; 2) un regime di repressione finanziaria che teneva a bada le rendite e le speculazioni, con l’effetto di garantire stabilità e scongiurare bolle e crisi bancarie. Dopo la serie di devastanti controriforme...

0

Realtà vs propaganda

di GILBERTO TROMBETTA La Commissione europea ha pubblicato un report sugli effetti delle sanzioni alla Russia. Impressionante il confronto tra le previsioni e i dati reali. In sintesi, secondo la propaganda dell’Unione Europea dettata da Washington la Russia sarebbe dovuta fallire per merito delle sanzioni. Cioè, secondo loro uno Stato pieno zeppo di materie prime, con un rapporto debito/PIL ridicolo e detenuto prevalentemente internamente e che continuava a fare affari con la stragrande maggioranza dei...

0

La sovranità popolare è prima di tutto sinonimo di democrazia

di NINO DI CICCO Quando si parla di riacquisire una moneta nazionale, quasi tutti si preoccupano delle conseguenze economiche: “come compreremmo le materie prime?”, “che fine farebbero i miei risparmi?”, “potrò continuare a viaggiare all’estero o ad acquistare prodotti importati?” ecc. Tutte domande legittime, alle quali è possibile dare precise risposte, ma che fanno perdere di vista il punto fondamentale: il principale motivo per il quale ci converrebbe riconquistare la sovranità monetaria è quello di...

1

Mercato, transizione energetica e sanzioni

di GILBERTO TROMBETTA Questa è la bolletta che si è ritrovato un imprenditore italiano per il mese di luglio: 978.000 euro contro i 120.000 dello scorso anno. Un aumento del 712% in appena 12 mesi. Mercato dell’energia, “transizione verde” e sanzioni alla Russia. Sono queste le tre principali cause del vertiginoso aumento dei prezzi che si sta abbattendo con violenza inaudita sui cittadini e sulle imprese italiane. Quando si parla di energia, si parla di...