M5S: il partito più antidemocratico, dopo Forza Italia

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. ndr60 ha detto:

    Che il M5S sia un partito (o movimento) non democratico può interessare i suoi iscritti e chi si vuole candidare nelle sue liste. Agli elettori interessa di più che cosa vuole fare, in Italia e in Europa. Certo, in prospettiva il fatto che Casaleggio sia un imprenditore con conflitti d’interesse presenti e potenziali deve indurre tutti alla massima attenzione, esattamente come nel caso di B. D’altra parte, se un partito (a parole) così democratico che si è autodefinito tale ci ha portati con entusiasmo in questa situazione, forse la democrazia, dopotutto, non è così importante… 

  2. Gianluigi ha detto:

    In generale si può apprezzare o meno il tasso di democrazia interna in un movimento politico. Ma se parliamo del Movimento 5 Stelle il punto è un altro.
    Se nel M5S è così evidente l’assenza di sistemi credibili di feedback democratico, che senso ha ripetere ipocritamente che “uno vale uno” e che è nata la “democrazia diretta”?
    Si sente spesso “Non credo in Grillo e Casaleggio ma sto con il movimento perché ho fiducia nella base”. La frase presuppone proprio l’esistenza di quella democrazia interna che ora manca, oppure presuppone l’esistenza di uno scontro tra vertice e base. Ma, a ben vedere, non può esistere neanche detto scontro. Infatti chi si scontra con il vertice viene epurato. Il vertice non ha fiducia nella base, ma si pretende che la base abbia sempre fiducia nel vertice, nonostante l’esclusione.
    In realtà la maggior parte della base è allineata con i due capi. La minoranza sovranista fuori luogo e fuori contesto farebbe bene a non ripetere gli errori di chi per anni ha alimentato un sistema marcio “per mancanza di alternative”.
    Quando tutti i sovranisti del Movimento decideranno finalmente di cambiare campo e di unirsi agli altri che già lavorano per costruire il partito sovranista, l’alternativa sarà pronta.

  3. stefano.dandrea ha detto:

    ndr60 ti assicuro che molti (credo ex) votanti avrebbero scelto il m5s in ragione della presunta democraticità di quel partito.

  4. gios ha detto:

    Ma è ovvio che il Movimento è autoritario, deve esserlo in questo momento, ve lo immaginate Churchill che democraticamente lascia decidere alle truppe se sbarcare in Normandia o attraverso il Passo di Calais.

    Ciò che abbiamo visto da Grillo sono solo simulazioni di democrazia, per avere quella vera prima bisogna vincere la guerra. 

  5. stefano.dandrea ha detto:

    Certo GIOS, io dico soltanto che quando incontriamo un pentastellato che si mette ad esaltare la democrazia diretta delM5S bisogna offenderlo a sangue, perché la presunzione dei più stolti del mondo è intollerabile. Poi se uno vuole votare ugualmente il M5S lo voti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *