Bullismo sui prof, perché il rapporto alunni-docenti si è ribaltato

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Paolo Di Remigio ha detto:

    Le statistiche regionali più che la litigiosità, sembrano rilevare l’omertà. – Dopo aver distinto invano tra punizione in sé e funzione educativa della punizione (come se la punizione in sé, se giusta, non fosse in ogni caso educativa), la sindacalista non riesce a dare una spiegazione decente del degrado della professione dell’insegnante. Eppure non è difficile: gli istituti sono ossessionati dal calo delle iscrizioni, un po’ perché temono la chiusura, un po’ perché hanno incentivi finanziari secondo il numero dei loro ‘clienti’. Lo studente è diventato una merce così rara che gli si perdona tutto, non solo la distrazione, i compiti ineseguiti, lo studio disatteso, ma anche le aggressioni. La reazione minimizzante del Dirigente Scolastico è rivelatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.