Troppi tagli e poca deontologia: quello che resta del diritto alle cure

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Dibi ha detto:

    Credo che anche la causa etica sia riconducibile a quella economica, in quanto chance per risparmiare ulteriori quattrini. Sarebbe certo un’ipocrisia spaventosa, ma purtroppo non sorprenderebbe in una società in cui l’utile ha sostituito il buono. Ora serve una forte riscossa politica. Sento sul web tante voci rispettabili e condivisibili, le sento tuttavia isolate. Occorre un fronte comune, occorre mettere da parte per il momento le divergenze, ora occorre dedicarsi alla pars destruens, poi si penserà a ricostruire. E’ tempo di sacrificare il protagonismo, fondere l’io in noi, come osserva il Prof. D’Andrea in un articolo di qualche giorno fa. La’ si faceva riferimento alla sfera esistenziale, ma il principio è validissimo in sede politica: unificare e non frammentare la protesta, se la si vuole concreta in un mondo in cui la quantità prevale sulla qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.