Ai bimbi mal nati

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. majortom ha detto:

    Dipende da quale servizi per la cittadinanza svolgono questi dipendenti pubblici…Se le loro mansioni non servono, sarebbe meglio spostarli dove servono e smetterla di assumere dipendenti pubblici: piuttosto che assumere un dipendente pubblico che non serve, è più efficiente dargli un sussidio di disoccupazione collegato a dei corsi di formazione…

    • Jacopo D'Alessio ha detto:

      la prego di capire che a noi mancano dipendenti pubblici in quasi ogni settore. Ieri la Nova Artis è stata multata perché vendeva allo stato farmaci a 1000 euro mentre il loro costo originale era solo di 80 euro, speculando sulle casse dello stato.

      cioè, ci preoccupiamo di fare tagli lineari da tutte le parti perché pensiamo che siano gli impiegati pubblici (oltre a medici, poliziotti, pompieri, ecc.) a prosciugare le nostre risorse finanziarie, mentre siamo in carenza di organico, e le imprese private appesantiscono impunemente la spesa pubblica a oltranza per fare profitto.

      Siamo alla follia pura.

      E’ esattamente per questo motivo che facciamo la fila alla posta, dopo che hanno eliminato gli sportelli, e la burocrazia appare sempre più ingolfata. Quando si parla di semplificazione dell’amministrazione si crede ingenuamente che è troppo lenta per l’incompetenza degli operatori, mentre la questione è molto più banale: gli impiegati mancano e perciò le pratiche che potrebbero essere svolte in breve tempo, vengono viceversa completate dopo mesi estenuanti di attesa.

      Si legga per favore questo articolo di Gustavo Piga che offre una panoramica sui dati dell’amministrazione confrontanti tra l’Italia e gli altri paesi UE, per far rientrare il discorso un pochino entro dei parametri di ragionamento che siano più realistici:

      http://www.gustavopiga.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *