Unione Europea e mafie

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. TheTruthSeeker ha detto:

    C’è però un “piccolo particolare” per usare un eufemismo che sfugge a Gratteri, eccolo arriva!

    Maggio 2014

    “Istat, cambia il sistema dei conti nazionali, anche «le attività illegali» nel calcolo del Pil da ottobre 2014″

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-05-22/istat-cambia-sistema-conti-nazionali-anche-droga-e-prostituzione-calcolo-pil-ottobre-2014-133407.shtml?uuid=ABDWMIKB

    Diciamo che la UE con una misura indecente del genere ha preso due piccioni con una fava:

    consentire legalmente agli stati membri un maquillage ai conti tramite taroccamento legale del PIL e inoltre siccome all’interno della UE è tutto un fiorire di paradisi/semiparadisi fiscali (Lussemburgo, Malta, Irlanda, Olanda, alcuni Lander delle Germania, ecc.. ) e allora ovviamente le masse enormi di denaro di attività criminali del genere è risaputo che sono il carburante per mandare avanti anche questi paradisi/semiparadisi fiscali!!

    E come ciliegina sulla torta, siccome il conflitto d’interessi è evidente, si ha anche quello di ottenere una gioventù europea sempre più sballona e disinteressata alle battaglie politiche, cosa che fa molto piacere alle oligarchie che vogliono lo status quo: euro, UE, Austerità, Nato, insomma, non solo hanno costruito la camicia di forza con strategemmi legali e finanziari, ma per rafforzarla minano le basi del benessere di una nazione che è quello di avere una gioventù davvero in salute!!

    Per non parlare poi di tutti gli extracomunitari senza arte e nè parte fatti entrare nella UE ad cazzum che si metteranno più facilmente a spacciare con provvedimenti del genere, in pratica è andata a finire che più gli extracomunitari spacciano droga nella nazione X della UE e più il PIL di quella nazione X sale e quindi anche quello della UE sale, una roba indecente per usare un eufemismo!

    Cordiali saluti.

    TheTruthSeeker

  2. TheTruthSeeker ha detto:

    C’è però un “piccolo particolare” per usare un eufemismo che sfugge a Gratteri, seconda parte.

    “Droga e prostituzione entrano nel PIL della Svizzera”, a cura di ADUC

    Febbraio 2018

    Dopo l’Italia, il Regno Unito, la Germania, i Paesi scandinavi, il Belgio o la Spagna, Parigi fara’ entrare le sue attivita’ illegali nel PIL. “Un cambiamento che -secondo l’Istituto nazionale delle statistiche e degli studi economici (Insee)- portera’ ad un leggero aumento del PIL, nell’ordine di qualche miliardo di euro”, cioe’ 0,1 punti di crescita per il 2017.
    Parigi ha ceduto, senza neanche troppo avere le possibilita’ di non farlo. Nel 2013, l’Unione Europea ha preteso che tutti i membri facessero entrare prostituzione e commercio degli stupefacenti nel calcolo della ricchezza nazionale. Per Bruxelles, si tratta di una uguaglianza di trattamento. Infatti nei Paesi Bassi, la vendita di alcune droghe e’ legale. Non in altri Paesi. Non e’ nello stesso tempo diverso per la prostituzione, dove la sua tolleranza differisce fortemente tra il nord e il sud del Vecchio Continente. Ora, anche se non appartenente all’UE, la Svizzera armonizza da diverso tempo i propri standard in materia di statistiche con quelli dell’Europa.
    Gia’ dal 2012 il PIL svizzero contiene questi due settori, uno, gli stupefacenti, illegale, l’altro, tollerato. Nello stesso tempo, il contrabbando figura anche nelle stime della ricchezza svizzera dal 1995, anche se, per definizione, e’ difficilmente catalogabile. Nel complesso, l’economia sotterranea svizzera rappresenterebbe il 7% del PIL, cioe’ 46 miliardi di franchi.
    Il rientro nei ranghi della Francia e’ quindi una nuova freccia nel fianco che ci ricorda come di fronte a questo indice di crescita si potrebbe pensare che piu’ uno Stato e’ criminale, piu’ il suo PIL nelle carte internazionale e’ considerato buono.

    Proseguimento:

    https://www.aduc.it/articolo/droga+prostituzione+entrano+nel+pil+della+svizzera_27529.php

    Ovviamente confermo a maggior ragione il commento che ho già fatto nel mio primo post.

    Cordiali saluti.

    TheTruthSeeker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.