Chi è il vero mostro

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. cannelli ha detto:

    Le due cose sono imparagonabili, una è una malattia e quindi una minaccia che non dipende dal volere dell’essere umano o al limite ne dipende indirettamente, l’altra è una modalità di vita ed è totalmente dipendente dalla volontà umana, la prima va debellata onde evitare che, almeno teoricamente, possa annientarci tutti, la seconda va solo regolata per evitare che determini uno squilibrio di ricchezza e quindi di potere da parte di qualcuno su altri. Sarebbe come voler paragonare il nazifascismo con la peste e cercare d’intavolare una discussione su quale sia stato il male peggiore, sono solo due mali diversi; quindi mentre le malattie sono sempre un male, le teorie economiche hanno tutte, almeno una parte sensata e dipende dalla politica alimentare questa parte e riconoscere e rendere inoffensiva la parte insensata sia che si parli di comunismo, di socialismo, di socialdemocrazia,di capitalismo e di liberismo e/o neoliberismo. Un altra riflessione potrebbe essere il raffronto tra sviluppo patologico e stili di vita sbagliati e derive socioeconomiche e carenza di vita politica entrambi due argomenti interessanti ma pur sempre completamenti diversi tra loro. Il mostro non esiste al limite possiamo dire che il mostro siamo noi con le nostre facce “espressione di una massa che ha bisogno di eroi che assecondino comodamente i vizi suoi”e qui mi sorge un altra riflessione io non credo in Dio ma citare Jovanotti per dire una cosa intelligente e profonda è il segno che le vie del Signore sono veramente infinite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.