La funzione del secondo lockdown “politico”

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. cannelli ha detto:

    Io non so con chi hai parlato, ma all’estero (termine tanto vago quanto inutile) gestiscono la pandemia nell’unico modo in cui la si può gestire, restrizioni sociali, chiusure, mascherine, terapie intensive e cure che via via compaiono, con lo stesso paternalismo nostro se non di più(anzi nei paesi anglosassoni con paraculismo, perché tutti negano il covid sino a che non prende a loro o a qualche caro e solo allora intervengono o, peggio, lasciano morire centinaia di miglia di persone come Trump…se penso che per 3000 morti delle torri hanno devastato il medio oriente mi viene l’orticaria). Siamo alla fine della curva perché abbiamo iniziato a chiudere e limitare un mese fa, se riapriamo la curva riprende, come dimostrato anche dalla pausa estiva,. Se non troviamo una cura definitiva o comunque contenitiva le ondate non finiranno mai e periodicamente ci ritroveremo da capo, come del resto fu per l’AIDS(che è diverso ma che presentò le stesse problematiche, si stava attenti a trombare e calava, si smetteva di stare attenti e ripartiva). Vedere complotti per rovinare l’economia o per creare, artificialmente una soluzione è una stupidaggine, ma tant’è che continuo a parlare a fare con chi apre la bocca a vanvera non sò.

    • Michele Durante ha detto:

      Abbiamo il tasso di mortalità più alto di paesi che hanno attuato misure restrittive molto più blande o che addirittura non ne hanno attuate, le curve dei contagi sono sovrapponibili fra paesi che hanno fatto dure chiusure e paesi che non hanno chiuso o hanno preso poche ma sensate contromisure.
      Lei sostiene una teoria: lockdown = meno morti che è smentita dai fatti e dati oggettivi, parla a vanvera senza aver compreso minimamente il senso dell’articolo. Almeno si informi adeguatamente prima di criticare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.