Scuola. In fila per tre anche d’estate

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Tonguessy ha detto:

    Santiddio! massacrare i nostri pargoli con i versi di Manzoni, le elucubrazioni futuriste 24/7 (così si scrive nel linguaggio imperiale) nel nome di un posto di lavoro ormai negato e, semmai, relegato all'interno dell'interinale dei call-center dopo il conseguimento della laurea è il massimo che il postmodernismo europeista possa auspicare. Giusto quindi il Grand Tour di ottocentesca memoria all'interno dell'Ilva: memento mori. E meglio prima che dopo, secondo le statistiche dell'INPS.

  2. menici60d15 ha detto:

    24/7/365. Come ha osservato lllich, l'eccesso è controproduttivo: un eccesso di scolarizzazione provoca ignoranza, un eccesso di medicalizzazione, malattia. Un fenomeno che può essere rappresentato dal grafico di una parabola rovesciata.

  3. surfgigi ha detto:

    leggendo l'articoletto già strabuzzavo gli occhi per le"originali" idee esposte ma arrivato al paragrafo dove si dichiara che vendola ed emiliano sono i testimoni dell'eredità di don tonino bello mi sono incazzato di brutto.come osa fare certi accostamenti questo signor corlazzoli?è in malafede o semplicemente scemo?vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *