Le guerre cambiano la cultura del Paese

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. Tonguessy ha detto:

    Analisi che condivido in pieno. Ingenti risorse sottratte al welfare e dirottate verso il warfare. Con quello che spendono gli USA in armamenti potremmo stare tutti pacifici e contenti, ed invece ci ritroviamo in tanti incazzati (perchè minacciati) da una parte e pochi obesi e circondati da guardie del corpo dall'altra.

    Le tensioni sociali hanno questo preciso senso: mettere in guardia che le disparità sono eccessive ed occorre limitarle. Non dico abolirle (ormai ci siamo pure abituati a padroni e lavoratori) ma limitarle Se tali urla di insofferenza vengono ascoltate e le diseguaglianze vengono un po' limitate, esiste ancora la possibilità democratica (ovvero di una 'equa' governance dei padroni). Sennò no. 

    E allora si ricorre all'uso della forza. Da tutte e due le parti. I padroni hanno cominciato per primi. Bolzaneto, ad esempio. E militari sempre più in mostra. E politici sempre più militaristi. E' un'escalation che preoccupa.

Rispondi a Tonguessy Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.