Appello agli operai!

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Stefano D'Andrea ha detto:

    Caro Luca, l’articolo è ottimo, come sempre. Tuttavia mi sento di segnalare che piuttosto che “interclassista”, il FSI è per lo “Stato pluriclasse” consacrato nella Costituzione (l’espressione credo risalga a Massimo Severo Giannini, quello del 1949, ossia quello socialista). Interclassismo è termine che può essere ed è stato storicamente inteso in senso più ampio, comprensivo anche dei rentiers e dei detentori del capitale monopolistico, mentre tu, giustamente, scrivi, di “liberarci dagli speculatori”: il mio appunto, dunque, è meramente terminologico.
    Nella Costituzione la rendita non è prevista e anzi il dovere di lavorare, sia pure concepito come dovere morale (art. 4, secondo comma), la previsione di tutte le altre forme di reddito (lavoro subordinato, lavoro autonomo professionale, artigianato e impresa) e la considerazione che ciò che va alla rendita non va agli altri redditi, nonché la “costituzionalizzazione” della legge bancaria del 1936 (art. 47 primo comma) conducono a concludere che la Costituzione imponga una lotta alla rendita (sia finanziaria che immobiliare: vedi infatti i nostri due documenti programmatici dedicati alla lotta alle due rendite).
    Quanto al “capitale monopolistico”, formula con la quale al tempo dei costituenti si designava anche il capitale propriamente oligopolistico, l’art. 43 della Costituzione, lungi da imporre la “concorrenza”, per le ipotesi in cui esso si sia formato (ossia sia stato generato, per lo più, dalla concorrenza) prevede che sia possibile (la Legge “può”, non “deve”) trasformarlo in monopolio pubblico o collettivo.
    Dunque, utilizzerei pluriclasse anziché interclassista, per segnalare che esistono due classi sociali che la Costituzione combatte e delle quali impone o consente l’estinzione. Interclassista, invece, è termine che storicamente ha designato una ipotetica coesistenza armonica tra tutte le classi sociali.

  2. Luca Mancini ha detto:

    Osservazioni più che giuste. Chiaramente con “interclassista” io volevo includere lavoratori subordinati e autonomi ed escludere i rentiers, come spiegato nell’articolo, ma evidentemente, date le tue osservazioni, il termine è stato utilizzato in maniera impropria e può essere frainteso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *