Sottomissione, di Michel Houellebecq

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. rossana ha detto:

    Applausi, applausi, applausi.Da un membro della “setta houellebecquiana” non posso che sottoscrivere e applaudire.
    Sottomissione è in lettura dilazionata: come ogni suo libro, temo il momento in cui avrò finito di leggerlo perché so che poi, per qualche giorno, mi sentirò sola in un mondo che mi capisce poco perché capisce poco Houllebecq.
    Il quale è sicuramente un pazzo visionario, solo che le sue “visioni” non sono orientate al futuro, ma all’analisi senza sconti del presente.
    Per chi lo sa leggere…
    Insomma, grazie di aver postato questa recensione…

  2. durga ha detto:

    Non si capisce se la popolazione francese ancora cristiana dovra’ pagare la jizyja, la tassa sugli infedeli, o no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *